Il nuovo progetto di Barilla si caratterizza per un importante uso del web e porta negli Stati Uniti il fascino della cucina Made in Italy. Alla carta, a fianco dei “tipici” tortellini Alfredo, anche spaghetti e polpettine e linguine mare blu.
Pubblicità

Academia Barilla Restaurants ha appena aperto nel centro della Grande Mela e sarà l’apripista di una serie di nuove aperture che saranno riunite da una fitta rete di social network, siti web e app per mobile. Dopo le tante iniziative temporary, Academia Barilla prosegue nel suo progetto di esportare la cultura gastronomica Made in Italy e lo fa con il Pasta Club, un affinity club dedicato agli amanti della pasta.All’angolo tra la Sesta Avenue e la Cinquantaduesima, dal 16 dicembre 2013, non c’è solo l’ennesimo ristorante italiano ma un vero e proprio centro di servizi che vanno dal catering allo shop, fino alla cultura. Ad affiancare il locale c’è infatti un’importante presenza del web che coniuga i valori tradizionali del marchio e del Made in Italy con le forme di comunicazione contemporanee. Tutte le informazioni riguardanti la storia dei prodotti che più hanno caratterizzato la cucina italiana nel mondo, e che si possono acquistare online (dall’olio extravergine d’oliva all’aceto balsamico, dalle olive siciliane al pesto alla genovese) sono infatti disponibili sul sito internet di riferimento. Ad esso si aggiunge una fitta rete che si estende dai social network, come Facebook e Twitter, alle applicazioni per smartphone e tablet. E per fidelizzare ancora di più la clientela ci si può anche iscrivere al Pasta Club, un affinity club dedicato a tutti quelli che, oltreoceano, amano il core business di Barilla.
Motore trainante dell’iniziativa appare comunque essere la ristorazione. Una ricca carta che propone pasta e pizza, ma anche panini, zuppe e insalate, può essere consumata sia in loco che con le proposte take away o catering. Piatti come spaghetti e polpettine o tortellini Alfredo (tortellini di ricotta e spinaci serviti in una crema di Parmigiano Reggiano DOP), hanno già riscosso un notevole successo negli Stati Uniti, tanto che il caso degli spaghetti con le polpettine è anche approdato all’edizione italiana di MasterChef come una delle prove che chiedeva ai concorrenti di cimentarsi primo piatto cucinato da Joe Bastianich. Ma, negli oltre 50 piatti del menu, ce ne sono alcuni che si posso trovare anche in Italia, come ad esempio le lasagne o le linguine mare blu, ovvero linguine con zucchine e gamberetti, o ancora la pizza sottile e croccante dai molteplici condimenti (immancabile la pepperoni pizza, cioè la nostra diavola, popolarissima negli States).
A completare l’offerta c’è poi il Mercato, uno shop online dove trovare prodotti italiani di qualità a marchio Academia Barilla. In primis la pasta e i suoi condimenti, come il pesto alla genovese e la salsa di pomodori Pachino essiccati, ma anche l’olio extravergine d’oliva, con una scelta che va dal 100% italiano, anche biologico, al Toscano IGP e al Riviera Ligure DOP (quest’ultimo proposto a 35 dollari per una bottiglia da 0,75 litri). Gamma altrettanto ampia per gli aceti balsamici, dove si spazia dall’aceto balsamico di Modena invecchiato 3 anni (11 dollari per mezzo litro), a quello DOP invecchiato 25 anni (179 dollari per 100 millilitri).

Academia Barilla Restaurants | 1290 Avenue of the Americas | New York, USA | barillarestaurants.com