Mangiare a Torino all'aperto: le terrazze della città sabauda in 9 indirizzi

26 Lug 2022, 12:58 | a cura di Cecilia Blengino
Abbiamo pensato a nove imperdibili indirizzi dove godere delle lunghe serate estive sopra i tetti di Torino, assaggiando le proposte degli chef gustando un buon calice di vino o un cocktail rinfrescante
Pubblicità

Nella città che vive un gran fermento gastronomico, tra la nuova apertura di Gino Sorbillo e quella di Beppe Gallina (solo per fare due esempi), l'energia che gira intorno a Porta Palazzo – uno dei mercati più grandi d’Europa - le tante buone gelaterie, tra cui Gelati d’Antan e Mara dei Boschi, premiate con i Tre Coni del Gambero Rosso, gli street food tradizionali o etnici, non mancano locali che godono di una bella terrazza panoramica, dove sostare per una pausa pranzo veloce o una cena gourmet, un piatto della tradizione o un fresco cocktail.

Mangiare all'aperto a Torino: 9 terrazze da scoprire

Giù da Guido in Terrazza - Eataly 

La terrazza di Eataly Lingotto, fino al 6 agosto, si trasforma in uno spazioso dehors dedicato alla buona tavola - quella firmata Ugo Alciati e affidata alla mano competente di Laura Greco - al bere bene e alla cultura attraverso proiezioni cinematografiche previste in programma ogni venerdì (un progetto di Hiroshima Mon Amour e Eataly Lingotto e in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema). Alcuni accenni: il mercoledì è dedicato al vino, con una selezione delle migliori etichette direttamente dall’Enoteca di Eataly Lingotto; il giovedì ai cocktail con le creazioni create ad hoc dai ragazzi di Compagnia dei Caraibi. Chiude il cerchio il sabato, pensato per godersi un aperitivo o una cena all’aperto con un sottofondo di musica italiana. Una bella iniziativa del gruppo Eataly, l’occasione perfetta per chi desidera staccare dalla monotonia grazie alla grande terrazza immersa nel verde della Sala dei Duecento. Giù da Guido in Terrazza è aperto dalle 18 alle 24.

Pubblicità

Giù da Guido in Terrazza – fino al 6 agosto – Eataly Torino Lingotto – 347 8615746 - www.torino.eataly.it

Piano35 – Grattacielo Intesa Sanpaolo

È indubbiamente un luogo di grande tendenza, questo locale racchiuso in uno scrigno di vetro a 160 metri di altezza con vista ultra-panoramica su tutta Torino. La proposta gastronomica, curata da Marco Sacco, si declina in tre percorsi degustazione, sempre su quattro o sette portate, con qualche azzardo ben riuscito. Miscelazione di livello, con i bartender che creano cocktail d’autore emozionanti come questo spazio, come, ad esempio, lo spritz no more (absolut elyx, St. Germain sake, peperoncino) o il gyn tonic (genepy della Val Formazza, genziana meadlight fermentato di miele). In cantina tantissime bollicine e pregiati distillati, con particolare grande attenzione ai prodotti italiani. L’aperitivo è accompagnato dai classici stuzzichini, ma il piacere maggiore è ordinare gustosi sfizi dalla carta food, come i crostoni golosi o mantecato di baccalà, mandorle, pane di segale: la difficoltà è solo nello scegliere!

Piano35 – Torino – c.so Inghilterra, 3 – 0114387800 - www.grattacielointesasanpaolo.com

Pubblicità

Turin Palace Hotel

In un elegante edificio ottocentesco completamente ristrutturato, a due passi dalla stazione di Porta Nuova, è uno degli alberghi più famosi e prestigiosi della città. Vista strepitosa su Torino, la collina e le Alpi, il Turin Palace mette a disposizione una elegantissima terrazza da cui godere di una vista eccezionale e un aperitivo accompagnato da sfiziosi spuntini. Ai fornelli di Les Petites Madeleines, il rinomato ristorante dell’hotel, c’è Giuseppe Lisciotto che si muove agile tra il territorio piemontese e la Calabria delle sue origini. È possibile accedere alla terrazza su prenotazione.

Turin Palace Hotel – Torino – via Paolo Sacchi, 8 - 0110825321 - www.turinpalacehotel.com

La Piazza dei Mestieri

In zona San Donato c’è La Piazza dei Mestieri con la sua terrazza con vista sui tetti del capoluogo piemontese e grandi tavoli per mangiare all’aperto a pranzo e cena. L’insegna rispecchia il suo nome: si tratta infatti di un luogo dedicato all’incontro tra formazione professionale e mondo del lavoro. Così, nella affascinante architettura prendono vita alcune realtà produttive legate alla scuola, come il birrificio, dove sedersi all’aperto e godere di un’ottima birra. Ai piani alti, in terrazza, la cucina Maurizio Camilli propone piatti della tradizione italiana e regionale, con qualche rivisitazione: una cucina schietta, basata sulla freschezza e grande qualità della materia prima.

La Piazza dei Mestieri – Torino - via Jacopo Durandi, 13 – 01119709600 – www.piazzadeimestieri.it

Le Papille

Tra i locali più piacevoli della città, all'interno di un cortile tra i palazzi, Papille è meta per turisti e locali dove godere della fresca terrazza - il binomio perfetto tra accoglienza di casa e gastronomia regionale - per una ricca colazione ma anche il pranzo e la  cena (chiusi la domenica e lunedì a cena). Nel menu, che cambia giornalmente, non mancano le proposte tradizionali del Piemonte come i plin (ovviamente di pasta fresca) alla piemontese, e una proposta più mediterranea; ecco allora il trancio di ricciola con datterini caramellati o, grande classico, il carré d’agnello al forno. Buoni i dolci, sempre di tradizione. La carta dei vini non è enorme, ma presenta interessanti referenze.

Le Papille – Torino - via Principi d’Acaja, 37 – 0112761857 – www.facebook.com/LePapille

Al Monte dei Cappuccini

A soli dieci minuti di salita dal Gran Madre di Dio troverete uno spettacolo mozzafiato: stiamo parlando della terrazza panoramica (che guarda tutta Torino) con cucina da Al Monte dei Cappuccini. Anche qui, proposta gastronomica che guarda alla tradizione, pochi semplici ingredienti sapientemente trattati. In linea con la filosofia Slow Food e la costante ricerca di una materia prima di qualità ci si può sbizzarrire fra primi golosi, tra cui malfatti con salsiccia di Bra, tagliolini alle verdure croccanti, secondi piatti come una succulenta tagliata con ginepro e rosmarino; filet mignon alle due cotture con prugne e, perché no, un fritto misto alla piemontese. Aperti dal martedì al sabato dalle 12:30 alle 14:15 e dalle 19:30 alle 22:00, la domenica dal 15 giugno al 15 settembre dalle 12:30 alle 14:15, oppure, dalle 19:30 alle 22:00. Chiuso il lunedì.

Al Monte dei Cappuccini – Torino - Salita al CAI Torino, 12 – 0116600302 – www.ristorante-monte-cappuccini.it

Esperia

Nel cuore di Torino, questo edificio storico – opera dell’architetto Contardo Bonicelli - gode di una bella terrazza con vista sui Murazzi e Piazza Vittorio, ideale per un pranzo veloce o cena con vista sulle rive del Po. L’offerta gastronomica, sia di terra che di mare, riflette una costante ricerca di ingredienti freschissimi, rispetto della materia prima e gusto, sempre tradizionale, con qualche azzardo.

Esperia – Torino – Corso Moncalieri, 2 – 0118190679 - www.esperiatorino.it

Green Pea

Il Green Pea è il megastore dedicato alla sostenibilità firmato Oscar Farinetti. E dal papà di Eataly non poteva mancare un'attenzione al buon cibo. Ai piani alti troviamo il bistrot 100 Vini&Affini nato dalla collaborazione tra Fontanafredda e i locali Affini: un vero e proprio atelier dedicato ai liquori, alla birra, alla miscelazione e alla proposta gastronomica fatta di sapori internazionali, aperto dalla colazione fino al dopo cena. Dal bistrot allo fine dining, quello di Casa Vicina che propone una cucina stagionale, con i grandi classici della tradizione piemontese, millefoglie di lingua di vitello, bagnetto verde e gelatina naturale, e alcune proposte ormai iconiche della famiglia Vicina, per esempio la famosa bagna cauda, o la costata di fassona piemontese La Granda a lunga frollatura “come ci ha insegnato papà Roberto Vicina, maestro della cucina alla griglia” come si legge. Cucina a vista e terrazza panoramica.

Sul tetto del Green Pea, inoltre, l’Otium Pea Club propone diversi motivi di attrazione dalla mattina a sera inoltrata: dalla cucina alla piscina con spa. A firmare la proposta gastronomica è ancora una volta la famiglia Vicina, con una offerta più ridotta e sfiziosa: colazioni dolci e salate, pranzi veloci con una mini-carta ma anche apertivi e cene leggere. Fa da contorno una selezione di cocktail - dai classici ai signature - e una bella selezione di vini. L’accesso al Lounge Bar è riservato, dalle 10 alle 20, ai soci di Otium Pea Club e ai possessori di Daily Pass. Dalle 20 in poi, l’accesso è libero.

Green Pea - via E. Fenoglietti, 20 – Torino – 0116640100 - www.greenpea.com

FIATCafé500

Ancora una volta una nuova apertura. Nel giardino sospeso sul tetto del Lingotto, nello spazio di Pinacoteca Agnelli, è Gerla 1927 a prendere in gestione il FIATcafé500, un nuovo locale dedicato all’iconica automobile, dove godere di una buona colazione, un pranzo o una cena, vista Lingotto. Aperti dal martedì alla domenica dalle 11 alle 21 la proposta di caffetteria spazia dal dolce al salato con prodotti tutti artigianali realizzati dalla pastry chef Evi; cocktail d’autore e una carta dei vini ben congegnata.

FIATCafé500 – Torino - via Nizza, 230, - 0110925011 - www.pinacoteca-agnelli.it

a cura di Cecilia Blengino 

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X