Aprirà a fine anno il progetto gastronomico ideato da Alain Ducasse insieme ad Albert Adrià. L'annuncio arrivato tramite social parla di un'avventura "unica nel suo genere".
Pubblicità

Albert Adrià e Alain Ducasse: il progetto in comune

Vuoi divertirti?”. Sembra sia iniziato tutto da questa domanda di Alain Ducasse, alla quale Albert Adrià avrebbe risposto con un “Certo, sempre”. A cui ha fatto seguito l’inizio di un grande progetto: “Che ne dici di fare qualcosa insieme?”. Ed ecco che lo chef francese ha unito le forze con lo spagnolo, decidendo di iniziare una nuova avventura insieme a Parigi. Si partirà a fine anno con 100 giorni di prova, una sorta di pop-up per vedere se il concept può funzionare. “Vogliamo capire bene la trama prima di procedere ed esprimere al meglio i nostri obiettivi”, ha detto Adrià, che riaprirà Enigma e Hoja Santa a marzo 2022. L’annuncio del progetto con Ducasse è arrivato tramite social, dal suo profilo Instagram: “Un’emozionante avventura è in corso. Abbiamo iniziato a lavorare a un progetto gastronomico unico che saprà attraversare i confini”. Nello scatto che accompagna la notizia, lo chef è insieme a Romain Meder, braccio destro di Ducasse, seduto di fronte a un Mac.

Scopri il nuovo progetto di Alain Ducasse e Albert Adrià

Il ristorante insieme a Parigi, dopo la chiusura dei locali

Anche Ducasse ha detto la sua, postando una foto con il collega e raccontando il loro primo incontro: “Esattamente 31 anni fa Albert Adrià ha viaggiato fino a Monaco per provare la mia cucina a Le Louis XV, che aveva appena ricevuto le Tre Stelle Michelin. Dopo tutto questo tempo, sono felice di ritornare con lui insieme a Romain Meder per offrirvi un’avventura gastronomica unica. Vi racconterò di più nei prossimi giorni”. Si sa ancora poco del concept progettato dai due su idea di Ducasse, che ha chiamato Adrià non appena saputo della chiusura dei locali elBarri, e poco prima del suo annuncio dell’addio al Plaza Athénée. Insieme a Parigi ci saranno così “due team al lavoro per conoscersi a vicenda”, come riportato in un articolo di Gastroeconomy. Non è stata ancora scelta la location per il ristorante, ma si deciderà entro fine agosto, quando apriranno le prenotazioni. Nessuna certezza neanche sul nome, ma non ci sono dubbi sulle buone basi del progetto, che speriamo di poter presto conoscere meglio.