Ricette estive con i legumi: i piatti veloci da fare a casa

16 Ago 2022, 15:28 | a cura di Michela Becchi
Non solo hummus e insalate: con i legumi in estate si possono preparare piatti originali, colorati, invitanti, ma soprattutto veloci e pratici. Ecco qualche suggerimento per un menu vegetale ricco e sfizioso.
Pubblicità

Ricette estive con i legumi

I legumi sono un vero svolta-cena quando si ha poco tempo e voglia di mettersi ai fornelli. Il consiglio è quello di sceglierli freschi, sacrificare del tempo a prepararne in grandi quantità e poi tenerne delle scorte pronte all’uso in freezer, una manna dal cielo nelle giornate più calde. Ma l’estate con le sue temperature da capogiro ci sta mettendo sempre più a dura prova, quindi anche quelli precotti andranno benissimo. L’hummus è una scelta infallibile per un apporto di gusto e proteine, ma con ceci, lenticchie e fagioli si può giocare molto di più: ecco qualche suggerimento per ricette veloci e diverse dal solito.

Coronation chickpeas, l’insalata della regina in versione vegana

Il Giubileo di Platino dello scorso giugno – le celebrazioni per i 70 anni di regno della regina Elisabetta II – è stata l’occasione ideale per rispolverare alcune storiche ricette inglesi. Fondamentale per un tè del pomeriggio è la coronation chicken, un’insalata di pollo, maionese, uvetta, curry e chutney di mango, da inserire nel pane in cassetta per un perfetto tea sandwich. Una preparazione veloce e golosissima, creata in occasione dell’incoronazione di Sua Maestà, ma che può essere altrettanto buona in chiave vegetale (provare per credere). Basta usare una maionese vegana e dei ceci in sostituzione del pollo – frullatene una parte per un risultato ancora più cremoso – e poi unire gli altri ingredienti della ricetta. Un mix saporito, agrodolce, perfettamente bilanciato, ottimo da provare anche nei wrap insieme a verdure grigliate o foglie di lattuga e pomodori a pezzetti.

Tacos ai tre fagioli, senza mettersi ai fornelli

I veri amanti delle spezie non possono rinunciare ai sapori della cucina tex-mex neanche in estate. Preparare un chilli vegano - delizioso, ne riparleremo in autunno - non è l’ideale con le temperature torride di quest’anno, ma un ottimo taco può essere preparato anche senza accendere il gas. Tre tipi di fagioli per rendere il piatto ancora più sfizioso: cannellini, borlotti e messicani, da condire a crudo con un paio di cucchiai di gazpacho, la salsa fredda di pomodoro e verdure perfetta per questa stagione. Aggiungete spezie a piacere – paprika e curry insieme vanno sempre bene – qualche chicco di mais, cipolle in agrodolce o cipollotti freschi. Et voilà, una cena tex-mex interamente vegetale da preparare in pochi minuti.

Pubblicità

Polpette di legumi, il fascino della frittura anche in estate

Occorre accendere le fiamme in questo caso, ma ne varrà la pena. Le polpette di legumi sono un perfetto secondo piatto per i vegetariani, ma anche un aperitivo sfizioso da servire insieme a un buon calice di vino. Si possono fare in forno, ma con la frittura si risparmia tempo (e calore): scegliete il legume che più vi piace, senza aver paura di mescolarli insieme, e frullate il tutto fino a ottenere una pasta morbida. Per una versione vegana, limitatevi ad aggiungere del pane raffermo bagnato nell’acqua o del pangrattato, altrimenti potete usare un uovo per amalgamare il composto. Sale, pepe, spezie ed erbe aromatiche a piacere e il gioco è fatto. Per renderle ancora più saporite, potete aggiungere del formaggio – anche vegetale – all’interno di ognuna, per una piacevole sorpresa per i vostri ospiti. Non dimenticate di accompagnarle con una salsa allo yogurt, con qualche fogliolina di menta, un giro d’olio, un pizzico di sale e pepe e pezzetti di cetrioli, che ora sono in piena stagione.

Salame di fagioli cannellini per un tagliere vegano

Chi l’ha detto che i sostituti della carne non possano essere prodotti in casa? Le alternative oggi sono molte, spesso di alta qualità, ma ci si può accontentare anche di soluzioni casalinghe meno elaborate. In rete, per esempio, si trovano molte ricette per il salame vegetale: si parte dai fagioli cannellini, da frullare lasciandone una parte intera per ricreare le sagome del grasso, a cui si unisce del concentrato di pomodoro per conferire il colore. Non mancano le spezie e qualche cucchiaio di farina per compattare il tutto. Una volta data la forma allungata al salame, lo si arrotola nella carta forno, si chiude a caramella e si cuoce al vapore. Meglio farlo riposare un po’ prima di tagliarlo, per servirlo infine a fette su un tagliere di legno per un aperitivo gustoso e cruelty-free.

Salsa tonnata…di ceci

Come si può ricreare il sapore ittico in versione vegetale? Usando le piante di mare, naturalmente! Le alghe sono delle preziose alleate per chi ha scelto di rinunciare al pesce: in particolare, l’alga nori, con il suo gusto umami e persistente, si adatta bene a molte ricette. Basta unirla a una crema di ceci frullati e maionese (o yogurt) per ricreare una delle salse più amate della tradizione italiana, la salsa tonnata. Da non dimenticare, poi, i capperi e un goccino di succo di limone. La si può mangiare in purezza all’interno di un panino, magari tenendo qualche cecio intero oppure usandola come crema da spalmare sulle fette di pane, ma la si può anche aggiungere ad arrosti e timballi vegetali come condimento saporito.

Pasta e fagioli anche in estate

La sola idea di un piatto di minestra basta a terrorizzare i cuochi più golosi e temerari con questo clima. Ma una buona pasta e fagioli può essere gustata anche in estate con qualche accortezza e variazione. Si comincia da un sugo leggero, con un trito di sedano, carota e cipolla e dei pomodori freschi (scegliete quelli che preferite): qualche fogliolina di basilico e la base per la minestra estiva è pronta. Si aggiungono poi i fagioli borlotti già lessati e si lascia insaporire il tutto per qualche minuto. Infine, l’acqua necessaria per cuocere la pasta, senza abbondare (meglio ottenere una consistenza cremosa e non brodosa): il risultato dovrebbe essere una pasta ricca, soda e pastosa. Da servire fredda a temperatura ambiente o leggermente tiepida con un giro di extravergine buono e foglie di basilico.

Pubblicità

a cura di Michela Becchi

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X