Guacamole, Hummus, Baba ganush e Tzatziki. Quattro ricette di altrettante salse da fare tranquillamente a casa per stupire i vostri ospiti.

Qui le ricette di quattro antipasti facili ma al tempo stesso originali e dal respiro esotico: guacamole, hummus, baba ganush e tzatziki.

Guacamole

Il guacamole è una salsa di origine messicana da servire tradizionalmente con chips di mais, ma che ultimamente è protagonista di altre mille preparazioni: d’altra parte l’avocado va di moda. Per gli amanti dei gusti più morbidi e meno acidi, si può anche non aggiungere il lime, ma per evitare l’annerimento ricordatevi di affondare nella salsa il grosso nòcciolo dell’avocado quindi sigillate la ciotola e mettetela in frigorifero. Funziona.

Ingredienti

  • 2 avocados ben maturi
  • 1 lime succoso (in alternativa 1 limone)
  • 2 cipollotti freschi
  • 1 pomodoro ben maturo e sodo
  • Coriandolo tritato
  • Sale q.b.
  • Opzionale: tabasco

Mondate i cipollotti dalla parte verde e tritateli finissimi. Dividete il pomodoro in due, privatelo dei semi e tagliatelo a dadini minuscoli. Sbucciate gli avocados e metteteli in una scodella, unitevi il succo di lime, uno schizzo di tabasco e il sale e schiacciateli con la forchetta fino a ridurli in crema. Unitevi il pomodoro, il coriandolo e i cipollotti, mescolate quindi sigillate la ciotola con pellicola trasparente e tenete la salsa in frigorifero fino al momento di servirla.

Hummus

Hummus

Probabilmente nato in Libano, oggi l’hummus è un classico anche delle cucine israeliana e palestinese. Si tratta di una preparazione a base di ceci e pasta di sesamo (la tahina) che viene solitamente consumata insieme a focacce di pane azzimo, al pane Injera oppure spalmato all’interno della pita. Ma può essere utilizzato pure come salsa per le verdure crude, in alternativa al classico pinzimonio.

Ingredienti

  • 400 g di ceci lessati
  • 3 cucchiai di tahina (pasta di sesamo)
  • 3 cucchiai d’olio di sesamo o di arachide
  • 2 spicchi d’aglio
  • Succo di 1 o 2 limoni
  • Sale q.b.
  • Paprika dolce per decorare il piatto
  • Opzionale: tabasco

Lasciate da parte alcuni ceci per la decorazione quindi mettete gli altri nel bicchiere del mixer e unitevi l’olio, la tahina, il succo di un limone, poco sale, uno schizzo di tabasco (se gradito), gli spicchi d’aglio schiacciati e privati del germoglio interno e qualche cucchiaio dell’acqua di cottura dei ceci. Azionate il mixer e frullate fino a ottenere un composto liscio, cremoso e piuttosto fluido. A questo punto assaggiate e regolate il condimento secondo il vostro gusto aggiungendo altro limone o sale o tabasco tenendo conto che l’hummus deve avere un sapore deciso e pungente. Sistematelo in una piccola ciotola e guarnite la superficie con la paprika fatta cadere da un setaccino e con i ceci lasciati da parte. Servitelo con crostini di pane tostato.

Baba ganush

Baba ganush (purè di melanzane)

Questa preparazione, tipica del Medioriente, si serve solitamente come antipasto insieme a crostini di pane tostato. Tradizionalmente viene fatto con la tahina, ma se non ce l’avete, non temete: qui la variante con lo yogurt. Per accelerare i tempi di preparazione, potete cuocere le melanzane anche nel microonde: saranno sufficienti otto minuti alla massima potenza.

Ingredienti

  • 3 melanzane del tipo allungato, del peso complessivo di circa 500 g
  • 200 g di yogurt intero naturale
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva saporito
  • 1 spicchio d’aglio
  • Succo di 1 limone
  • Prezzemolo
  • Opzionale: Peperoncino in polvere e 1 cucchiaio di paprika dolce

Lavate le melanzane, asciugatele e mettetele nel forno precedentemente scaldato a 220° C fino a quando saranno diventate molto tenere e la buccia sarà completamente bruciacchiata. Toglietele dal forno, lasciatele intiepidire quindi togliete accuratamente la buccia, strofinandola con un panno ruvido o con carta da cucina e raccogliete la polpa in una terrina. Schiacciatele con una forchetta e aggiungete, poco per volta, l’olio sbattendo continuamente. Unitevi l’aglio passato dallo schiaccia aglio, il succo di limone, la paprika, il sale e infine lo yogurt. Mescolate energicamente quindi accomodate il purè in una piccola ciotola e spolverate la superficie con il prezzemolo tritato. Se amate il gusto piccante potete amalgamare al composto anche del peperoncino in polvere.

Tzatziki

Tzatziki

È un antipasto greco e albanese che spesso viene servito con crostini al sesamo ammorbiditi con acqua e olio extravergine d’oliva, ma si presta bene anche come salsa da mangiare con la pita o con i souvlaki. L’importante è utilizzare lo yogurt greco, che essendo privo della parte acquosa (il siero) risulta più denso e cremoso rispetto a quello normale.

Ingredienti

  • 3 cetrioli di media grandezza ben sodi
  • 2 vasetti di yogurt greco
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio piccolo
  • Aneto o menta fresca
  • Sale q.b.

Sbucciate i cetrioli, divideteli in quattro per il lungo e affettateli. Salateli e disponeteli in un colapasta lasciandoli spurgare per circa un’ora, mescolandoli ogni tanto. Sciacquateli sotto il getto dell’acqua e allargateli su un canovaccio per asciugarli. In una ciotola mescolate lo yogurt con l’olio, l’aglio passato dallo schiaccia aglio e le foglie di aneto o menta sminuzzate. Unitevi i cetrioli (se volete potete precedentemente frullarli) e tenete la preparazione in frigorifero per un po’ prima di servirla.