L’iniziativa mira a promuovere le cantine italiane attraverso la collaborazione con botteghe e ristoranti del territorio. Un modo per imparare a degustare un buon vino e abbinarlo correttamente. Con un gradito omaggio per i consumatori. Le prime tappe a Roma, poi Milano.
Pubblicità

Take the excellence & Go. Il progetto

Il 2020 è stato e sarà un anno difficile per tutti. Con l’iniziativa Take the excellence & Go, Gambero Rosso punta a promuovere le cantine italiane dando loro modo di raccontarsi e arrivare ai consumatori anche in una contingenza difficile come questa. Perché l’iniziativa abbia successo, è stata fondamentale l’adesione al format di ristoranti e botteghe che si faranno vetrina per i vini delle cantine coinvolte. E il progetto prende forma a partire da Roma, per supportare la cantina Vinea Domini, in collaborazione con la Bottega delle Tre Zucche. Nella bottega di via Mengarini (quartiere Portuense), dal 3 al 17 ottobre, con un acquisto minimo di prodotti e/o preparazioni gastronomiche, Vinea Domini regalerà una delle sue etichette. Inoltre, durante l’aperitivo, sarà offerto in degustazione un calice della stessa cantina. Un gustoso omaggio per accompagnare i piatti ispirati al territorio e le proposte gastronomiche al bancone. Con la bottiglia omaggio, inoltre, il cliente riceverà una cartolina dotata di QrCode, per accedere a contenuti speciali veicolati dagli esperti della redazione vino del Gambero Rosso, per saperne di più sulle caratteristiche del vino, sugli abbinamenti possibili, sulla storia della cantina.

Il format si ripeterà, ancora una volta a Roma, dal 31 ottobre al 14 novembre, presso il ristorante Sughero (zona Parioli). Qui la cantina protagonista sarà la marchigiana Dittajuti, con due delle sue etichette: Calcare Sauvignon ’19 e Rosso Conero Fructur ’18. La stessa cantina sarà coinvolta anche nell’unica tappa milanese, dal 15 al 29 novembre, al FishBar.

 

Pubblicità

Prima tappa. La linea Vinea Domini

Vinea Domini è un progetto avviato 10 anni fa in una delle cantine storiche dei Castelli Romani: la Gotto d’oro. L’obiettivo della linea Vinea Domini è valorizzare i vitigni autoctoni e le Doc/Docg del Lazio (il primo imbottigliamento data al 2017). Inizialmente composta da 6 monovitigni internazionali (Viognier, Chardonnay, Sauvignon, Petit Verdot, Cabernet Sauvignon & Syrah), nel 2019 la linea è stata ampliata con quattro autoctoni: la Doc Roma Rosso e Bianco, il Frascati Superiore DOCG e il Cesanese del Piglio DOCG. Mentre il 2020 è l’anno della Malvasia del Lazio in purezza e di un vino rosato a base di uve Syrah (rispettivamente, Friccicore e Luccicore). Per saperne di più non resta che recarsi alla Bottega de Le Tre Zucche.

 

Vinea Domini incontra la Bottega de Le Tre Zucche