Investor Relations

Parco Nazionale del Vesuvio

Per estensione, quella che abbraccia le pendici del Vesuvio è una delle oasi naturalistiche più piccole del nostro paese. «In compenso, ospita un vulcano che ha sempre esercitato grande fascino sui visitatori. Dopo ogni eruzione, infatti la morfologia del paesaggio cambia radicalmente, in un susseguirsi di colate di lava e rinascite vegetative. Io la chiamo "distruzione creatrice"», spiega il Presidente del Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo. «Va detto, poi, che oltre a determinare la ricchezza del nostro patrimonio geologico il magma ha anche favorito la fertilità del suolo. Così, le aziende agricole locali - seppur esposte ad alte percentuali di rischio - continuano a trarre grande vantaggio dalla qualità delle coltivazioni situate nelle vicinanze del cratere. Ecco perché la nostra è una riserva fortemente antropizzata, o meglio, un polmone verde con una popolazione complessiva di 350 000 persone solo nella fascia che cinge il Gran Cono del Vesuvio, con tutte le difficoltà che la massiccia presenza umana comporta sul piano della conservazione ambientale».

D'altra parte, la natura domina incontrastata nelle zone lontane dai centri abitati, «come i boschi del Monte Somma (l'antica caldera del vulcano), la Valle dell'Inferno e il paesaggio "lunare" sulla sommità del cratere. Tre scenari diversi a poche ore di macchina l'uno dall'altro». Ma quali sono, le specie più rappresentative dell'area protetta? «A differenza di altri parchi, non abbiamo grandi mammiferi. I dintorni del Vesuvio, però, rappresentano un hotspot importante per gli uccelli migratori; da qui la presenza di un'avifauna molto sviluppata, in cui rientrano sia esemplari "di passaggio" quali il falco di palude, il grillaio, la ghianda marina e il gruccione, che stanziali, come il codirossone, ampiamente diffuso negli ecosistemi d'alta quota. Fra gli animali di piccole dimensioni, invece, troviamo il topo quercino, riconoscibile a colpo d'occhio dalla tipica maschera nera sul muso, e 8 specie diverse di chirotteri (pipistrelli), che fanno un po' da indicatore della qualità dell'habitat».

Completano il quadro oltre 700 specie vegetali, a iniziare dai celebri Pomodorini del Piennolo, che «vantano caratteristiche organolettiche particolari, come la bassa percentuale di acqua e, quindi, una conservabilità prolungata senza alterazioni di sapore». Passando ai luoghi di maggior interesse turistico, «è doveroso citare il sentiero n°5, che conduce all'orlo craterico (visitato ogni anno da centinaia di migliaia di persone), e i numerosi luoghi della cultura della riserva vesuviana. Oltre a Pompei ed Ercolano, ne sono un esempio le Masserie Vesuviane, l'Antiquarium di Boscoreale e il Museo della Civiltà Contadina a Somma Vesuviana. Il resto è tutto da scoprire».

1

Gabbiano

È di pregevole fattura il gelato di Salvatore Gabbiano, e rispecchia il resto della sua offerta. Ben bilanciato e giustamente cremoso, ha la bontà dei...
Pompei [NA]
2

Pasticceria Celestina

Lo slogan di questa nuova pasticceria vesuviana è "Ho il cuore tra le nuvole". Una vera e propria dichiarazione d'intenti quella di Nancy Sannino, la...
Pollena Trocchia [NA]
3

De Vivo

Il locale della famiglia De Vivo, vicino agli scavi archeologici e al Santuario, è oggi portato avanti da Marco, che lo guida con passione e...
Pompei [NA]
4

La Fiorente

A pochi passi dal bellissimo santuario dedicato a San Giuseppe, cuore pulsante della vita cittadina, sorge questa storica pasticceria che ha un legame indissolubile con...
San Giuseppe Vesuviano [NA]
5

Tavern'e Mare

La terrazza, sulle rocce, con vista panoramica su mare e isole, è da bonus. Ma oltre al suggestivo contesto, è la proposta complessiva a convincere....
Torre del Greco [NA]
€ 50
6

Osteria Donna Maria

In una villa del '700 con bel dehors nella corte interna, lo chef Vittorio Carotenuto, dopo esperienze in importanti brigate, ha dato casa in un...
Torre del Greco [NA]
€ 45
7

Zì Rosa

Si parte la mattina con la colazione, magari con uno dei buoni dolci della casa. E si prosegue per tutto il giorno tra pranzo, aperitivo,...
Sant'Anastasia [NA]
€ 30
8

Josè

Un'elegante villa vesuviana, con spazi all'aperto, zona grill, bar e orto, e sale interne arredate con gusto, dove opera un team affiatato con a capo...
Torre del Greco [NA]
€ 80
9

Braceria Bifulco

Luciano Bifulco è figlio d'arte. Ha ereditato dalla famiglia la passione per l'allevamento e creare un ponte tra la storica attività di macelleria e una...
Ottaviano [NA]
€ 80
10

Locanda Nonna Rosa

Nel centro storico la locanda si è rifatta il look che consente di godere di una sala elegante e di un piccolo giardino con tavoli...
Somma Vesuviana [NA]
€ 50
11

Viva lo Re

Un'insegna che si rivela sempre un punto di riferimento del buon vino e del buon cibo qui presente dal 1995. La location è quella della...
Ercolano [NA]
€ 40
12

Taverna Estia

Accoglienza, sorriso, benessere. E, ovviamente, grande cucina. Ma la festa, qui alla Taverna Estia, avamposto del gusto a un salto dalla "capitale" della musica popolare...
Brusciano [NA]
€ 100
13

President

Tradizione, ma "interpretata senza nostalgia": tengono fede al loro slogan programmatico i conduttori di questo ristorante (lui in cucina, lei all'accoglienza) a un passo dal...
Pompei [NA]
€ 80
14

Il Principe

Gian Marco Carli, figlio d'arte, conduce un locale elegante con rimandi ai suoi tanti viaggi per il mondo senza perdere l'anima campana. Come in cucina....
Pompei [NA]
€ 65
15

'E Curti

Storico locale a conduzione familiare che fu rilevato nel 1952 dai due "curti" dell'insegna, i fratelli Ceriello, con lo spirito di riscoprire e riportare a...
Sant'Anastasia [NA]
€ 35
16

Bosco de'Medici

È un sorprendente legame tra la vitienologia vesuviana e la celeberrima dinastia fiorentina dei Medici a battezzare l'azienda avviata negli anni '90 dalle famiglie Palomba...
Pompei [NA]
17

De Falco Vini

Abbiamo ricevuto buone impressioni dall'enorme batteria proposta da De Falco. Bel naso di limone ed erbe aromatiche nel Fiano di Avellino '20, efficace e disteso....
San Sebastiano al Vesuvio [NA]
18

Sorrentino Vini

Il Vigna Lapillo '19 è un Lacryma Christi intenso e minerale, dotato di un profilo aromatico che richiama le erbe aromatiche e la pietra focaia....
Boscotrecase [NA]
19

Villa Dora

Il Gelsonero è un Lacryma Christi Rosso affumicato e sulfureo; cenni di grafite si impastano con more e prugne che anticipano una bocca giocata su...
Terzigno [NA]
20

Casa Setaro

Bosco del Monaco e Tirone della Guardia: sono i due principali toponimi da memorizzare per orientarsi tra le peculiarità viticole ed espressive che ritmano il...
Trecase [NA]
21

Le Parùle

Una pizzeria che fa convogliare le anime tradizionali e contemporanee della pizza campana, in un locale bellissimo, dall'anima green, con legno e orto a vista,...
Ercolano [NA]
22

Pizzeria Salvo

La scalata che i fratelli Salvo stanno facendo nel mondo della pizza non sembra trovare ostacoli ma solo continui bonus per andare più veloci, come...
San Giorgio a Cremano [NA]
23

Eredi Ettore Beneduce

Qui si fa agricoltura dalla fine dell'Ottocento e nel corso dei secoli la famiglia Beneduce è sempre stata al timone della tenuta, che oggi comprende...
Somma Vesuviana [NA]
24

L' Oro del Vesuvio

I terreni di proprietà, fra Terzigno e Boscotrecase, sono particolarmente fertili, ci si ricavano i famosi pomodorini del piennolo Dop (la cui caratteristica principale è...
Terzigno [NA]
25

Campana Bottega di Caffè Speciali

L'alta qualità dell'oro nero qui rischia di oscurare una proposta gastronomica che invece merita la giusta attenzione e rilievo. Campana è infatti un punto di...
Boscoreale [NA]
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X