Mentre il gelo sembra non allentare la sua morsa, febbraio ci porta in un’atmosfera un po’ onirica, grazie al pizzico di follia che il Carnevale regala, e al romanticismo di San Valentino. Feste che portano con sé dolci e fritti gustosi. Ma febbraio è anche il mese di tantissimi prodotti sani nutrienti.


La verdura

Sui banchi del mercato questo mese troviamo ancora tanti prodotti che possono aiutarci in una dieta depurativa, come il broccolo, il cavolo cappuccio, la verza, il cavolfiore, i cavolini di Bruxelles. Se amate le verdure a foglia non dimenticate le insalate come indivia, lattuga, radicchio rosso, valerianella, ma anche catalogna, spinaci, cicoria e biete. Due prodotti particolari da assaggiare questo mese sono il topinambur e la scorzonera.

Il primo è un tubero conosciuto anche con il nome di rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme, che contiene fibre in grado di aiutare la regolarità intestinale ed è adatto a chi deve tenere sotto controllo la glicemia. Per gustarlo al meglio potete cuocerlo a forno insieme ai funghi o alle patate, ridurlo in crema o purea, ma anche trasformarlo in golose chips da friggere. È uno degli ingredienti della bagna cauda piemontese.

Tagliolini di farro con topinambur cotto e crudo

La scorzonera è una pianta originaria dell’Europa orientale che appartiene alla stessa famiglia di carciofo, radicchio e topinambur (leasteracee). Si coltiva soprattutto nel Nord Italia dov’è conosciuta anche come asparago d’inverno. Sono le radici, come nel caso delle carote, ad essere impiegate in cucina, sia al naturale in insalata, ma anche in padella, al forno o lessate.

 

Gelatine di melograno

La frutta

Gli agrumi saranno disponibili ancora per poco, se non avete approfittato di questo immenso patrimonio di vitamine, fatelo ora comprando arance, cedri, limoni, mandarini e pompelmi. Si possono mangiare al naturale, specie la mattina, ma anche essere utilizzati per dare una sferzata di sapore a tanti piatti salati, dai risotti alle paste fresche, dagli arrosti al pesce. Non solo il succo, ma anche la buccia è piena di nutrimenti e oli essenziali: se volete utilizzarla in cucina assicuratevi sempre di comprare frutta non trattata. Ma questo mese potrete anche comprare mele, pere, kiwi, melograni, da gustare rendendoli protagonisti di frullati freschi, centrifugati o macedonie.

 

Alici in tre versioni

Il pesce

Se è già difficile scegliere frutta e verdura di stagione, lo è a maggior ragione nel caso del pesce, dato che sui banchi dei mercati ittici a volte si trova di tutto, in barba alle regole della natura. Ma che anche il pesce abbia una stagionalità, e che questo sia molto importante sia per la salute umana che per quella dell’ambiente che ci circonda, lo abbiamo già spiegato più volte. Dunque a febbraio via libera a naselli, sardine, sgombri, alici, ombrina, dentici, scorfano, cernie, cefali. Ma anche molluschi e crostacei come calamaretti, mazzancolle, pannocchie e vongole veraci.

 

 

a cura di Francesca Fiore