Oggetti materiali e regali simbolici, utensili per la cucina e kit fai da te: fare acquisti più ecosostenibili a Natale è possibile. Basta avere le idee giuste!
Pubblicità

Sarà una moda passeggera o un vero risveglio della coscienza ecologica? Forse, in un caso delicato e urgente come quello dell’emergenza ambientale, non ha importanza trovare una risposta. Forse, quando si parla di crisi climatica, conta esclusivamente l’obiettivo finale: per questo, se pure fosse una semplice tendenza, meglio cavalcare l’onda finché si può. Sono sempre di più le persone che scelgono di ridurre il proprio impatto ambientale apportando dei piccoli cambiamenti alla loro quotidianità, che è bene incoraggiare e sostenere. E quale periodo migliore del Natale per far conoscere delle alternative all’usa e getta e offrire spunti per uno stile di vita più sostenibile? Ecco una lista di idee regalo originali e sostenibili.

Regali gastronomici sostenibili per Natale

alveare

Alveare in adozione

Che la salvaguardia delle api sia diventata una questione urgente, ormai, è anche superfluo ribadirlo. Per gli amanti del miele e della natura, un pensiero curioso potrebbe essere il progetto di 3Bee “Adotta un alveare”, che consente di prendere simbolicamente in adozione delle api, da controllare durante tutto l’anno tramite il proprio smartphone, e ricevendo infine un vasetto di miele. Si parte da una base di 12 euro l’anno, ma si può scegliere anche di donare di più, selezionando la zona e la tipologia di miele che si preferisce.

3bee.it/

Pubblicità
bottiglie riutilizzabili 24bottles

Borraccia

È stato uno degli oggetti più in voga dello scorso anno e ancora (per fortuna) non è passato di moda, soprattutto ora che anche l’imprenditrice Chiara Ferragni ha creato una sua linea personalizzata: la borraccia è il primo passo da compiere quando si vuole approcciare uno stile di vita più sostenibile. Oltre a essere ecologica, la bottiglia riutilizzabile (da preferire in acciaio inox) è senza dubbio più comoda rispetto alle classiche bottigliette in plastica, perché in grado di mantenere l’acqua fredda più a lungo (una manna dal cielo nelle torride giornate estive!). La si può usare anche come thermos per le bevande calde, ma è consigliabile in quel caso avere due bottiglie distinte. Ne esistono tantissime tipologie con forme, formati e colori diversi: qui vi consigliamo alcune delle nostre preferite.

chillysbottles.com/it/categories/bottles

24bottles.com/it/

swell.com/

Pubblicità

popdesignproducts.com/

tappetino in silicone

Set pasticceria (riutilizzabile!)

Esiste la carta da forno compostabile, ma perché comprarla quando si può riutilizzare sempre lo stesso tappetino? Quello in silicone si può anche mettere in lavastoviglie, non attacca e funziona esattamente come la carta forno classica (ma senza sprechi). Per chi si diletta con il forno, si può pensare a un piccolo set con il tappetino, la marisa e una frusta, e anche – perché no – un piccolo ricettario scritto a mano.

shop.silikomart.com/it/accessori/tappeti-da-cottura

agnello

Animali in adozione (con prodotti omaggio)

È nata in Val Vestino, territorio che collega la sponda occidentale del Lago di Garda alla Val Sabbia, l’iniziativa Adotta una mucca e si è ben presto diffusa anche negli alpeggi della Valsugana, con l’obiettivo di salvaguardare e mantenere le mucche al pascolo e promuovere il settore dell’allevamento. Un progetto già messo in atto da Nunzio Marcelli, casaro d’eccellenza in Abruzzo che da anni si impegna a tutelare la pastorizia con Adotta una pecora, adozione a distanza che permette all’azienda di sostenere i costi e portare avanti l’attività, dando in cambio i formaggi. Qualsiasi sia l’animale scelto, alla fine si riceveranno i prodotti compresi nel costo dell’adozione.

visitvalsugana.it/it/lasciati-ispirare/adotta-una-mucca/

laportadeiparchi.com/adotta-una-pecora/ 

sacchetti di semi

Sacchetti di semi da coltivare

Per gli amici con il pollice verde niente di meglio dei sacchetti Salva Natura dei Cercatori di semi, progetto nato alle porte di Roma per tutelare la biodiversità, recuperando i semi antichi e organizzando laboratori nelle scuole per trattare il tema dell’agricoltura. Per un regalo originale, i sacchetti di iuta con i semi di diverse orticole sono la soluzione perfetta, disponibili in più varianti: c’è il sacchetto “Il primo orto non si scorda mai” con i semi più facili da coltivare, “Colossus” con le piante più grandi”, “Capsicumania” per gli amanti dei peperoncini e molti altri ancora.

cercatoridisemi.com/

B Box, arnia casalinga

Arnia da balcone

Perché accontentarsi di un alveare in adozione quando si può avere un’arnia personale in casa? È un regalo costoso, ma ne vale la pena: Beeing, startup nata con l’obiettivo di fornire servizi e supporto a chi alleva le api, ha creato B-Box, un’arnia pensata per un piccolo giardino o un balcone, che garantisce una vita sana e sicura agli insetti grazie a materiali di qualità. Un’invenzione intuitiva che azzera il numero di macchinari e strumenti necessari per l’estrazione del miele, dal design ricercato perfetto per integrarsi all’interno di un contesto urbano.

beeing.it/it/

Locandina Adotta un albero di Treedom

Regalare un albero

Sono tante le iniziative in tal senso, dal sito treedom.net che calcola anche la Co2 catturata con gli alberi regalati o adottati, a biorfarm.com che ti consente di ricevere la frutta prodotta dai tuoi alberi. E poi c’è l’idea regalo del resort toscano Castelfafli. Con “Be a Farmer” potete regalare un filare dei tre vitigni sangiovese, vermentino o merlot-cabernet o un oliveto della tenuta. Chi riceve questo bel regalo potrà anche partecipare alla vendemmia, alla raccolta delle olive e a degustazioni di coppia, ricevendo ogni anno 20 bottiglie del vino che verrà prodotto o 15 litri di olio extravergine di oliva. Il costo è in linea con quanto riceverà il fortunato amico.

biorfarm.com/

castelfalfi.com/it/be-a-farmer/ 

treedom.net/it/

tazza di cioccolata calda

Kit fai da te

Un regalo originale e sempre gradito, da personalizzare a seconda dei gusti della persona che lo riceve e anche in base a ciò che si ha a disposizione. Si può pensare, per esempio, a un kit per preparare il vin brulé in casa, oppure uno per la cioccolata calda (basta unire in un barattolo cacao amaro, zucchero e gocce di cioccolata, allegando un biglietto con dosi e procedimento). Mai come in questo caso, però, spazio alla fantasia: si possono fare basi per torte, biscotti, cioccolatini, dolci natalizi, crackers e molto altro. Sarà divertente poi giocare con le confezioni: naturalmente, il vecchio barattolo di marmellata riciclato (e decorato) è la scelta più azzeccata per i nostri amici attenti agli sprechi.

Zucche in campo

Sostenere i contadini

Come si è intuito, i progetti di “adozione” nel mondo agroalimentare sono tanti. Se siete indecisi, Crowdfarming raccoglie molte di queste proposte e offre due possibilità: adottare un progetto o semplicemente acquistare i prodotti delle realtà che utilizzano la piattaforma anche come canale di vendita. Chi sceglie di contribuire economicamente alla realizzazione degli obiettivi delle aziende presenti sulla piattaforma, appoggia un’etica agricola precisa, e riceve in cambio i prodotti alimentari di origine certa.

crowdfarming.com/en

alimenti avvolti con fogli Apepack

Alternative alla pellicola per conservare gli alimenti

È possibile smettere di usare la pellicola in cucina? Sì, se si usano, per esempio, i fogli coperti in cera d’api. Come quelli di Apepack (ma esistono anche di altri marchi), resistenti e soprattutto lavabili. Possono infatti essere utilizzati più volte e sono adatti sia per coprire piatti e ciotole che per avvolgere direttamente gli alimenti, proprio come la pellicola. Altrimenti, ci sono i sacchetti in silicone (perfetti anche per sostituire quelli usa e getta usati per conservare gli alimenti in freezer) o ancora, sempre in silicone, i coperchi per proteggere il cibo.

apepak.it/

shop.silikomart.com/it/

caraffa filtrante su piano cucina

Caraffa e/o gasatore per acqua

Qui è il caso di fare chiarezza: l’acqua nella maggior parte delle città italiane non è solo potabile, ma buonissima. Nonostante questo, il nostro Paese è uno dei maggiori consumatori di acqua confezionata in Europa: si tratta, però, di una scelta molto personale, in molti casi dettata da motivi di salute, per cui è bene avere qualche alternativa per chi non può o non vuole bere acqua del rubinetto. Ci sono le bottiglie di vetro, le case dell’acqua e i punti alla spina nei negozi Naturasì. Come idea regalo, invece, c’è la caraffa filtrante (la si trova in tutti i negozi di elettrodomestici, quelli per casalinghi e spesso anche nei supermercati, oltre che sui siti specializzati online) oppure, per chi preferisce l’acqua frizzante, il gasatore domestico, che deve essere periodicamente ricaricato con un cilindro di CO2.

brita.it/fill-and-enjoy

laica.it/filtrazione/

bwt.com/it-it/soluzioni-per-privati/acqua-da-bere/caraffe/

sodastream.it/

keepcup

Tazza per caffè o tè

All’estero la chiamano travel mug, e in effetti è la tazza perfetta da viaggio (e più in generale da passeggio). Colorata o semplice, di plastica o bambù, di design o di brand particolari, poco importa: la tazza è una salvezza per chi ama sorseggiare un buon caffè camminando. Avete mai riflettuto su quanti bicchieri usa e getta si sprecano nei bar? Tantissimi, soprattutto quest’anno in cui l’asporto è diventata per molti l’unica opzione. A tal proposito, un’avvertenza: molti locali potrebbero rifiutarla al momento per evitare anche il più remoto rischio di contagio, ma siamo certi che una volta passata l’emergenza vi tornerà utile.

keepcup.com/

24bottles.com/product-category/travel-tumbler/

a cura di Michela Becchi