Tutto il buono tra Scilla e Cariddi, da "u pituni", alle pizze, allo stocco. Ecco dove mangiare a Messina.
Pubblicità

L’antica “Zancle”, così chiamata dai Greci che la fondarono, è una città di frontiera che racchiude miti e leggende. Rasa al suolo nel 1908 da un terremoto devastante, oggi Messina è molto di più di un porto di arrivo. Eclettica nel paesaggio, dai Monti Nebrodi e Peloritani fino al mare, e affascinante nel patrimonio artistico, conquista anche col suo ricco, e peculiare, repertorio culinario. Fatto di prodotti straordinari, di una tradizione importante, di una ristorazione che sa guardare al futuro

Dove mangiare a Messina

Ristorante ‘A Cucchiara

La posizione è invidiabile, accanto al Duomo, e la sala è curata e confortevole, con pietra a vista e arredi chiari. Il menu rilegge il repertorio locale con piglio moderno ma senza esagerare (tartare e carpacci di mare abbinati a verdure di stagione, spaghetti al nero, parmigiana), sempre seguendo il mercato e la stagione. Vini idonei e accoglienza affettuosa da parte dell’appassionato titolare.

s.da San Giacomo,19 – 090 711023

Pubblicità

Ristorante Bellavista

Con lo sguardo sulla linea del mare da una terrazza che vale da sola la sosta, arrivano in tavola i capisaldi messinesi rivisti con vocazione più ampia sul repertorio mediterraneo tout court. Tra le specialità della casa, crudité. Cantina d’impianto siculo con spazio alle bollicine internazionali.

loc. Torre Faro – via Circuito, 126 – 090 326682 – www.bellavistaristorante.info

Trattoria Casa & Putia - Dove mangiare a Messina
Trattoria Casa & Putia

Trattoria Casa & Putia

Qui le tradizioni si amano e si rispettano, proprio come nelle osterie di una volta, ma in un ambiente fresco e moderno, accogliente come una casa, appunto. Quindi sì allo stocco (stoccafisso) arrosto o alle busiate con tenerume e cozze, ma con materie prima di filiera e Presidi Slow Food. E l’accento contemporaneo non manca mai. Pane e pasta maison da grani antichi siciliani, vini perlopiù bio, ovviamente isolani.

via San Camillo, 14 – 090 2402887- casaeputiaristorante.it

Pubblicità

Pizzeria Datterino

Format poliedrico. Ci sono sì una buona cucina e ottime carni, ma la star è la pizza: lievitazione lunghissima, in due fasi, mix di farine selezionate, diversi impasti (7 cereali, “blend datterino”, pinsa romana, una miscela di farina di riso, soia e frumento). Per i topping, eccellenze sicule (e non solo) da fornitori “amici”, e ricette classiche e innovative, passando per le varianti di pesce nei menu estivi. Ampia carta dei vini.

viale San Martino, 6/14 – 090 921 4219

Dove mangiare a Messina: Datterino
Pizzeria Datterino

Don Minico per lo street food

Esiste dal 1950, ed è appendice dell’omonima azienda vitivinicola. Amato da ciclisti ed escursionisti di passaggio, è il luogo del pane “alla disgraziata” – invenzione del mitico Don Minico – ossia una pagnotta casereccia generosamente imbottita con i sottoli dell’azienda, formaggio e salame.

c.da Colle San Rizzo – SS 113 – 090 9587030 – www.donminico.com

Pizzeria Farine

Leggere e digeribili, in stile napoletano con cornicione importante, le tonde di questo indirizzo conquistano sia i più attenti al benessere, data la qualità delle materie prime e la lunga lievitazione, sia i curiosi. La lista cambia spesso e i topping creativi (esempio, la Messania con tuma, scarola riccia, datterino giallo, datterino rosso, acciughe e pepe nero) fanno compagnia ai superclassici. Lista di birre ad hoc, staff in gamba e altri sfizi di cucina a corollario, pure veg.

via Primo Settembre, 57 – 392 0325801

Dove mangiare a Messina: Grecale
Il Grecale

Ristorante Il Grecale

È la sede estiva, sulla spiaggia, del Kajiki Japanese Restaurant. Qui si viaggia su due binari, quello della cucina siciliana creativa e l’altra giapponese, entrambe ben fatte. Cocktail firmati da Michele Salerno, noto bartender. Esaustiva carta dei vini, servizio scrupoloso.

loc. Torre Faro – via Canalone 124 – 090 6402915

Pizzeria Blanco Beach Club

In inverno questa pizzeria si chiama Orso (ed è in un vecchio teatro su più livelli sapientemente ristrutturato), mentre in estate si trasferisce e diventa Blanco Beach Club. Ma è sempre la mano di Matteo La Spada, al forno e ai fuochi, a fare la differenza: farine macinate a pietra, integrali e semi-integrali, impasto ad alta idratazione, lievitazioni fino a 96 ore, e , manco a dirlo, topping di alto livello. Come di livello sono le degustazioni delle varianti gourmet, in abbinamento ai vini perlopiù isolani, sennò ci sono le birre artigianali..

via Consolare Pompea, 506 – 340 0097904 – lorso.plateform.app

Blanco Beach Club - Dove mangiare a Messina
Pizzeria Blanco Beach Club

Ristorante Piero

Polpo e patate, fritto di paranza, paccheri con spada, calamari ripieni: Piero ha alle spalle oltre sei decenni di onorata attività, che si respirano nell’ambiente – piacevolmente – rétro e in un servizio di mestiere. Per il resto, parlano prodotti freschissimi e occhi e mani esperte ai fornelli. In cantina tanta Sicilia ma non solo. Fanno anche pizze.

via Ghibellina, 119 – 090 6409354 – www.ristorantepiero.com

La Pitoneria per i pitoni

Una mezzaluna di pasta sottile ripiena di indivia, alici, pomodoro e tuma e fritta: il pitone, o pidone, è l’icona del cibo da strada locale, ma ormai non è così semplice trovarne di autentici. Qui, oltre alla classica, ci sono le versioni dolci, con altre farciture e al forno. Servizio di delivery tramite piattaforme online.

via Palermo, 8 – 090 344822

Ristorante I Ruggeri

Ambiente ricercato e tradizione messinese: è il mix firmato dall’omonima famiglia, con la giovane Ambra Gigante ai fuochi e Alvise Ruggeri, compagno di vita e di lavoro, in sala. Il menu cambia spesso seguendo le stagioni, da provare la caponata ai frutti di mare, gli spaghetti tirati in casa ricci e bottarga o il maialino dei Nebrodi al nero d’Avola.

via Pozzo Leone, 21 – 090 343938 – iruggeri.it

Dove mangiare a Messina: Il Terzo Posto
Il Terzo Posto

Griglieria Il Terzo Posto

È macelleria, steak house e hamburgeria dove a fare la differenza è una “ciccia” di primissima qualità. Nero Baltico, Rubia Gallega, oltre all’autoctono Nero dei Nebrodi: le razze migliori ci sono tutte, e la frollatura è lenta e accurata. Degni di nota anche i burger (con bun fatti in casa). Chi vuole compra al bancone, e non mancano taglieri con ogni bendidìo.

v.le San Martino, 25 – 090 663095 – ilterzoposto.it

La Trattoria del Marinaio

La proposta cambia ogni giorno a seconda del pescato e c’è un ottimo rapporto qualità prezzo. Qui si mangiano crudi, fritture e primi piatti ben fatti e abbondanti. A tenere le redini di tutto, Carlotta Andreacchio.

fraz. Galati Marina – via Nazionale, 109 – 090 2134319

Francesco Arena

Nel cuore di Messina, a poca distanza da piazza Cairoli, è la nuova grande scommessa di Francesco Arena (l’attività di famiglia continua da Masino Arena, sulla via Consolare Pompea). Aperto a fine 2020, è un panificio-bistrot moderno con un’offerta di pizza alla pala, focacce croccanti, piccola gastronomia e pasticceria. Sul fronte dei lievitati, cornetti alla crema, panini al burro e al cioccolato, treccine, biscotti, torte, crostate di pasta frolla e plumcake. Immancabile la brioche alla messinese con il “tuppo”.

via T. Cannizzaro, 137 – 090 9218792 – www.masinoarena.it