Impasti ariosi e alveolati, cornicioni pronunciati e rigonfi, una ricca selezione di pomodori e un'ottima bufala campana: sono gli elementi chiave che accomunano le pizze italiane di qualità in Germania. Ecco dove trovarle.
Pubblicità

Ormai lo sappiamo: i maestri pizzaioli italiani sono sempre più attivi sul piano internazionale, grazie al fermento che negli ultimi anni ha coinvolto il settore dell’arte bianca, ma non solo: ci sono anche imprenditori stranieri appassionati e vogliosi di imparare e riportare il gusto della tonda italiana nella loro terra. Accade, per esempio, in Germania, dove la nostra guida Top Italian Restaurants ha segnalato quattro insegne valide ispirate alla tradizione partenopea.

Berlino

Malafemmena
Malafemmena

Malafemmena

In bufala we trust” è il motto di questa pizzeria nel quartiere di Schöneberg, punto di riferimento per gli amanti dell’arte bianca nella capitale tedesca, un locale solido gestito con amore da Emanuele Cirillo. Fra i cavalli di battaglia, la Montanara e la classica Margherita, dal cornicione alto e rigonfio, l’impasto soffice e arioso e ingredienti sempre freschi. Ma valgono un assaggio anche le altre tonde in carta, tutte arricchite con materie prime di qualità, prevalentemente campane, dal pomodoro San Marzano ai pomodorini del Piennolo, senza dimenticare l’immancabile bufala, regina indiscussa del menu. Presenti anche piatti di pasta, arancini e parmigiane di melanzane, oltre a una buona proposta di dolci, dal babà al rum alla delizia al limone.

Pubblicità

Malafemmena – Hauptstraße, 85 – www.malafemmena.restaurant

Standard Serious Pizza
Standard Serious Pizza

Standard Serious Pizza

Aperta nel 2014, la pizzeria del quartiere di Prenzlauer Berg fa affidamento su un forno tradizionale ben rodato e un’accurata selezione delle materie prime. Fiordilatte di piccoli produttori, diverse varietà di pomodori e molti altri ingredienti di nicchia lavorati con passione dal talentuoso Alessandro Lonardi, artefice di impasti da maestro, leggeri e ben alveolati. Da non perdere la Margherita e la Taste of Brandenburg, con fiordilatte, patate, salsiccia di cinghiale nostrano, pepe e rosmarino. Ottima anche la selezione di vini, con un occhio di riguardo alle etichette naturali, in particolare quelle provenienti dall’Austria.

Standard Serious Pizza – Templiner Str. 7 – www.standard-berlin.de

Pubblicità
Zola
Zola

Zola

Un tempio del gusto per i sostenitori della pizza verace napoletana, che qui potranno trovare tonde di stampo partenopeo realizzate ad hoc, dal cornicione alto e l’impasto arioso ad alto tasso d’idratazione. Pochi coperti, forno napoletano e una scelta contenuta che comprende 5-6 pizze al massimo sono le caratteristiche del locale informale e accogliente, che punta tutto sui grandi classici della tradizione. Specialità della casa è infatti la Margherita, con pomodoro e mozzarella dosati alla perfezione, ma non è da meno la salsiccia e friarelli con fiordilatte. Per i più curiosi, c’è la Zola, tonda speciale con pere e gorgonzola. Un luogo ideale anche in estate, stagione perfetta per gustare una buona pizza ai tavolini di legno esterni, a pochi passi dal canale.

Zola – Paul-Lincke-Ufer 39/40 – www.facebook.com/zolakreuzberg/

Düsseldorf

485 Grad
485 Grad

485 Grad

Vince la pizza napoletana anche a Düsseldorf, dove a trainare la scena dell’arte bianca è la pizzeria di Sebastian Georgi,. Sommelier e imprenditore tedesco innamorato della pizza campana, Georgi vanta due insegne in città, due a Colonia e una prossima apertura a Monaco. Tutte le location sono accomunate da una cura minuziosa nella carta dei vini, con una straordinaria selezione di Riesling, Champagne e grandi etichette italiane, da accompagnare a dischi ben lievitati ad alto tasso di idratazione, arricchiti con materie prime ricercate. Imperdibile un assaggio della Parma Power, con prosciutto di Parma e scaglie di Parmigiano Reggiano, e poi la Margherita con bufala, perfetta nella sua semplicità.

485 Grad – Ackerstraße, 181 – Carlsplatz 26 / Stand Nr. E 06 – www.485grad.de/

a cura di Michela Becchi

Pizzerie d’Italia 2019 – pp. 395 – Euro 8,90 – La guida è acquistabile in edicola, libreria e online

Guida Pizzerie d‘Italia 2019 del Gambero Rosso: è arrivato il tempo dei voti

Mangiare a Verona. Guida alle migliori 8 pizzerie

Mangiare a Torino. Guida alle migliori 5 pizzerie

Mangiare a Firenze.Guida alle migliori 9 pizzerie

Mangiare a Bologna. Guida alle migliori 7 pizzerie

Mangiare in Sicilia. Guida alle migliori 6 pizzerie

Mangiare in Abruzzo. Guida alle migliori 9 pizzerie

Mangiare a Napoli. Guida alle migliori 13 pizzerie

Mangiare attorno a Napoli. Guida alle migliori 9 pizzerie fuori città

Guida alle migliori 7 pizzerie della Puglia

Guida alle migliori 5 pizzerie di Brescia

Le migliori 5 pizzerie italiane a New York 

Le migliori 5 pizzerie italiane in Giappone