[caption id="attachment_92441" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/12/331727_web.jpeg[/caption]Nel Vicentino la coltivazione dell’ulivo è presente in tre zone ben distinte: i colli Berici, la Pedemontana del Grappa e i Lessini vicentini. Questi areali di produzione sono stati riconosciuti e tutelati dalle Denominazioni di Origine Protetta “olio extravergine d’oliva Veneto Euganei e Berici” e “Veneto del Grappa”.

Le varietà di olivo coltivate accanto alle autoctone Rasara, Trepp e Grignan sono per lo più il Leccino e il Frantoio. La raccolta viene fatta ancora prevalentemente a mano con la tecnica della brucatura.

Dopo la raccolta le olive sono avviate alla frangitura in brevissimo tempo e comunque entro un paio di giorni al massimo. In attesa della lavorazione i frutti sono riposti in contenitori forati e conservati in ambienti freschi e areati.

La frangitura avviene principalmente in impianti di tipo continuo che danno ottimi risultati qualitativi. Complessivamente la produzione stagionale di olio extravergine di oliva si aggira sui 2000/3000 quintali.

L’olio si presenta di colore verde-oro da intenso a marcato, con un sapore delicato leggermente amarognolo e un profumo fruttato di varia intensità con un bassissimo grado di acidità.