[caption id="attachment_84473" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2009/06/223229_web.jpeg[/caption]

Terza giornata di una edizione di Vinexpo in calo.  Martedì sono stati presentati i vini prodotti nelle aree vulcanice italiane e lungo la via Aurelia.

“Qui è tutto molto, ma molto tranquillo” mi ha detto ieri Carlo Guerrieri Gonzaga, il “signore” di San Leonar

Pubblicità

do. Mi chiamava dal Vinexpo di Bordeaux che è in corso in questi giorni. La stessa cosa me l’hanno ripetuta oggi Angela Velenosi, proprietaria dell’omonima cantina ascolana, e Nathalie Benny, broker internazionale di vini.

Loro parlano di una flessione del 50% dei contatti, mancano quasi del tutto gli americani, ci sono molti francesi e qualche operatore asiatico.

Che il famoso Vinexpo stia diventando una fiera locale? Certo è che la crisi in Francia picchia duramente, anche più che da noi nel settore vitivinicolo, e c’era da aspettarsi un Vinexpo in tono minore.

Pubblicità

Ma la realtà sembra stia andando al di là delle attese. E pensare che qualcuno si è lamentato di come è andato il Vinitaly in Aprile…

di Daniele Cernilli