[caption id="attachment_84699" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2009/09/232619_web.jpeg[/caption]

La città mette sul piatto una ristorazione intelligente capace di conciliare qualità e prezzo. Nasce il premio innovazione.

 

Pubblicità

;

Una Roma dinamica, aperta al nuovo, in grado di rompere gli schemi e di offrire alternative di ristorazione per tutte le tasche: è questa la fotografia di Roma 2010 del Gambero Rosso che è stata presentata il 22 settembre alla Città del gusto di Roma.

 

Pubblicità

GUARDA LA PHOTOGALLERY

 LE VIDEO INTERVISTE a 
Daniela Valentini, Fabio Massimo Pallottini e Gian Paolo Manzella

 Rassegna stampa 

Mille indirizzi fra ristoranti, trattorie, wine bar, birrerie, pizze a taglio, caffè bar e negozi di specialità alimentari, per tutti i gusti e tutte le esigenze.

Pubblicità

 

E la qualità? Medio alta con punte di eccellenza.

Al vertice La Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri guidata da Heinz Beck (a destra nella foto) e dalla sua squadra superaffiatata.

Secondo posto per il Pagliaccio di Anthony Genovese che guadagna due punti e si avvicina sempre più al vertice.

Terza posizione per le Colline Ciociare di Salvatore Tassa.

 

Segue l’Open Colonna che fa un grandissimo salto in avanti: con il trasferimento del locale di Labìco all’interno del polo museale del Palazzo delle Esposizioni, Antonello Colonna ha dato vita ad un luogo poliedrico e articolato nel quale trovano spazio, a seconda dei momenti della giornata, diverse offerte di ristorazione.

 

Ma non finiscono qui le novità dentro e fuori le mura cittadine.

 

Ben quattro i locali che per la prima volta arrivano al traguardo delle due forchette:

Glass Hostaria, All’Oro, Romolo al Porto di Anzio e The Cesar il ristorante dell’Hotel Posta Vecchia di Ladispoli, quattro realtà molto diverse fra loro ma ulteriore prova della vitalità della città.

 

Novità anche nell’ambito dei wine bar:

Del Gatto di Anzio raggiunge il traguardo delle tre bottiglie, massimo riconoscimento per la categoria, affiancando così Roscioli.

 

Però, e questo è forse l’aspetto più piacevole e stimolante, non è soltanto la ristorazione “classica” (che registra, comunque, oltre 50 novità rispetto allo scorso anno) a dare segni di vitalità.

 

Grande fermento, una sorta di gara a dare di più, vive il settore del mangiar veloce molto amato e assai ricercato soprattutto fra il pubblico più giovane.

 

Dalle pizze a taglio ai caffè bar senza dimenticare street food e birrerie, la proposta si arricchisce di alternative a prezzi assolutamente abbordabili (oltre le 160 le segnalazioni solo in questo settore).

 

Una Roma quindi gastronomicamente promossa a pieni voti, una Roma che meritava un premio che sottolineasse questa spinta verso il nuovo.

 

È per questo che è nato il premio innovazione, riservato a quei locali, siano essi ristoranti o negozi, che quest’anno presentano la formula più originale, per forma e contenuto.

Il riconoscimento è andato al già citato Open Colonna per la categoria ristoranti, a La Fucina per le pizzerie e alla gelateria V-Ice per la categoria negozi.

I premi Speciali Gambero Rosso – Provincia di Roma

Si rinnova per il quarto anno la collaborazione tra Gambero Rosso e la Provincia di Roma per la valorizzazione di un settore, quello enogastronomico, in continua espansione.

 

«Con la sua vasta e variegata selezione di ristoranti e di attività artigiane e commerciali, la guida Roma del Gambero Rosso rappresenta una bussola indispensabile per ricercare gusto e sapori della cucina di Roma e di tutto il territorio provinciale  – sottolinea il Presidente della Provincia di Roma, Nicola ZingarettiCredo che questo testo sia uno strumento utilissimo per conoscere meglio le straordinarie risorse e i migliori prodotti della provincia più grande d’Italia, il fascino gastronomico di una terra che da sempre coniuga tradizione e innovazione nel contempo, una vetrina d’eccezione che fa dell’eccellenza l’elemento comune e l’obiettivo strategico da raggiungere.

 

La Provincia di Roma, quindi, ha deciso di sostenere l’edizione del 2010 di Roma del Gambero Rosso, nella convinzione che l’enogastronomia, e tutto l’affascinante mondo di sapori e piaceri per il palato che le ruotano intorno, rappresentino sempre di più una ricchezza per la nostra comunità, un impareggiabile valore aggiunto che va sostenuto e incentivato proprio con iniziative di questo tipo».

 

Questi i premi speciali assegnati dalla Provincia di Roma tra gli esercizi selezionati dal Gambero Rosso:

 

Ristorante con la migliore cantina del territorio: Locanda Lai – San Vito Romano
Giovane ristoratore emergente: All’Oro – Roma
Miglior artigiano del territorio: Acquolina  – Roma
Miglior artigiano del territorio: Pompi – Roma
Miglior artigiano del territorio: Gori – Roma
Miglior artigiano del territorio: Pascucci – Canale Monterano

 

Il Progetto Bonus Lazio di Gambero Rosso e Regione Lazio

Ed è sempre nell’ottica di valorizzazione del patrimonio enogastronomico visto come prezioso veicolo turistico, che il Gambero Rosso e la Regione Lazio con il supporto di ARSIAL e ATLAZIO, hanno promosso un progetto per la valorizzazione dei prodotti tipici del Lazio.

 

A tal fiil Gambero Rosso ha condotto un capillare lavoro di censimento per verificare la presenza di formaggi, carne, salumi, prodotti ortofrutticoli, vino, olio, frutta di provenienza regionale in tutti i ristoranti presenti in guida.

 

I locali (54 in tutto) sono facilmente riconoscibili perché contraddistinti all’interno della guida dalla scritta bonus Lazio.

 

Roma del Gambero Rosso 2010 è in vendita in edicola e in libreria a 10,00 euro e sul nostro sito
a 9,00 euro (solo 7,00 euro per gli Abbonati Speciali).

MAIN SPONSOR CITTA’ DEL GUSTO

  

 

 

 

22/09/2009

{slide=Video – Presentazione della guida}{bo_videojs width=[590] height=[443] autoplay=[false] loop=[false] flash=[http://med.gamberorosso.it/media/2009/09/232671.flv] image=[http://med.gamberorosso.it/media/2009/09/232670_web.jpeg]}{/slide}