A32 = Rivoli

Combal.0
p.zza Mafalda di Savoia
Rivoli (TO)
tel. 0119 565 225
www.combal.it
chiuso domenica e lunedì
prezzo 90 euro
carte di credito tutte

ristorante. Uno dei più interessanti e completi laboratori di alta cucina: &egr

Pubblicità

ave; il Combal.Zero, quartier generale di un genio dei fornelli che si chiama Davide Scabin, al quale vale assolutamente la pena dedicare una sosta gastronomica se, percorrendo l’A32, ci si trova nei pressi dell’uscita di Rivoli. L’incanto della location, che è il bellissimo castello che ospita il ristorante, è solo l’inizio. Qui nulla è lasciato al caso, molto è pensato e ripensato con l’unico obiettivo di realizzarlo al meglio e di far godere il cliente.

A4 = Broni-Stradella

Al Pino
via Pianazza, 11
Montescano (PV)
tel. 038 560 479
www.ristorantealpino.it
chiuso lunedì e martedì
prezzo 65 euro
carte di credito tutte

Pubblicità

ristorante. Sapori tradizionali, antichi, da sempre radicati nel territorio oltrepadano, che il patron Mario Musoni reinterpreta da anni con mano sicura, in quella che risulta essere una cucina di indubbia solidità. Piacevole la location, al primo piano di una piccola villetta prospiciente i vigneti, ben visibili dalle ampie vetrate che si sviluppano su due lati della sala. La carta dei vini prevede essenzialmente etichette nazionali con un corretto sbilanciamento verso referenze prodotte in Oltrepò pavese.

A22 = Trento Centro

Maso Cantanghel
via della Madonnina, 33
tel. 0461 858 714
Civezzano (TN)
chiuso sabato e domenica
prezzo 33 euro
carte di credito AE, Csi, POS, Visa

ristorante. A pochi chilometri dall’uscita Trento dell’A 22, un delizioso maso in cui è sempre piacevole venire. Tra i tanti meriti che si possono attribuire a Lucia Gius, regina dei fornelli, c’è quello di essere la memoria storica della cucina trentina. La sua famiglia ha “scritto” pagine memorabili della gastronomia regionale. Ed è in questo locale che da oltre trent’anni si gusta una delle migliori cucine “di territorio”. Gran cura nella proposta dei vini.

Pubblicità

A4 = Duino

Gaudemus Wine Restaurant
loc. Sistiana, 57
Duino-Aurisina (TS)
tel. 040 299 255
www.gaudemus.com
chiuso domenica e lunedì; aperto solo la sera
prezzo 55 euro
carte di credito tutte
ristorante. Raggiungere il Guademus Wine Restaurant dall’uscita di Duino dell’A 4 è piuttosto semplice. Breve la distanza dal casello, meno di cinque chilometri, facile il percorso, in direzione Trieste. Evidente la passione per la ricerca delle materie prime meno usuali e modaiole così come dei vini, in una carta che rappresenta al meglio il territorio. La cucina è prevalentemente di mare, intenzionalmente semplice ma con tante proposte interessanti.

A10 = Savona-Vado Ligure

La Fornace di Barbablù
loc. Sant’Ermete via Lazio, 11a
Vado Ligure (SV)
tel. 019 888 535
www.lafornacedibarbablu.it

ristorante. A 10, uscita Savona-Vado Ligure. A un tiro di schioppo una sosta gastronomica che non lascia delusi. Suggestivo ed elegante, il ristorante è ricavato da un’antica fornace ristrutturata su tre piani che ora ospita pochi tavoli impeccabilmente apparecchiati. Stagione permettendo si può cenare anche nel dehors o sul terrazzino situato al primo piano. Terra e mare nel menu; ampia lista dei vini, ricercata e ben ragionata.

A2 = Sasso Marconi

Marconi
via Porrettana, 291
Sasso Marconi (BO)
tel. 051 846 216
www.ristorantemarconi.it
chiuso domenica sera e lunedì
prezzo 70 euro
carte di credito tutte

ristorante. Che il pesce abbia grande risalto anche in una zona collinare e lontana dal mare come questa ormai non è più una novità, soprattutto qui, al Marconi, dove Aurora Mazzucchelli (in cucina) e il fratello Massimo (in sala) hanno saputo dare forma a un menu accattivante e fantasioso, con piatti di cucina creativa, basata su grande ricerca delle materie prime, selezionate con particolare attenzione. La cantina annovera etichette da tutta l’Italia e dall’estero.

A15 = Pontremoli

Caveau del Teatro
via del Teatro, 4
Pontremoli (MS)
tel. 0187 833 328
www.caveaudelteatro.it
chiuso mercoledì
prezzo 35 euro
carte di credito tutte
ristorante. Accanto al Teatro di Pontremoli, dopo una passeggiata nel bel centro storico della città, entrate in questo palazzo del ‘600, che ospita il locale dei fratelli Poletti, appassionati di cucina e vino, entrambi sommelier. Il menu propone preparazioni spesso legate al territorio (ma non necessariamente), gustose e ben realizzate, che dimostrano un’attenta selezione delle materie prime. In cantina un’accurata scelta di etichette.

A14 = Grottammare

Osteria dell’Arancio
p.zza Peretti, 1
Grottammare (AP)
tel. 0735 631 059
www.osteriadellarancio.it
chiuso mercoledì; aperto solo la sera tranne la domenica
prezzo 45 euro
carte di credito tutte
trattoria. A 14, la via vacanze. Uscite a Grottammare se avete voglia di fare una passeggiata in uno dei borghi più caratteristici del litorale marchigiano. Proprio nel cuore della parte alta della città, in una caratteristica piazzetta, ad attendervi c’è un posto accogliente e curato. Fra i punti di forza dell’offerta gastronomica le eccellenti selezioni di salumi e formaggi. In alternativa buoni piatti di cucina. Dessert golosi e stuzzicanti per chiudere.

A14 = Pescara Sud-Francavilla

L’Angolino sul mare
c.da Setteventi, 9
Francavilla al mare (CH)
tel. 085 810 486
chiuso lunedì, martedì e mercoledì; aperto solo la sera escluso domenica
prezzo 45 euro
carte di credito tutte
ristorante. Un posto interessante, poco lontano dal casello autostradale. Soprattutto perché la cucina che troverete non riserva delusioni. Piatti di pesce ben eseguiti, realizzati con materie prime di indiscutibile qualità. Da non perdere i crudi, punto di forza dell’offerta, buona la composta di pomodori, scampi e pan grattato, da provare anche la seppia ripiena e la pescatrice con patate. La carta dei vini offre un’intelligente scelta di etichette.

A3 = San Giorgio a Cremano
‘E Curti
via Padre Michele Abete, 6
tel. 0818 972 821
www.e-curti.it
chiuso domenica sera e lunedì
prezzo 35 euro
carte di credito tutte
trattoria. Sant’Anastasia non sarà una meta turistica di prim’ordine, ma una visita al locale della famiglia Ceriello merita l’avventurarsi per i vicoli della parte antica del paese. Una stanza con le gouache alle pareti e i cimeli di famiglia ospita i tavoli, con i coperti giusti. Il menu è a voce, ma si gusta un’ottima cucina di casa. Nella carta dei vini troverete etichette prevalentemente campane, anche se non mancano bottiglie dal resto d’Italia.

A3 = Vibo Valentia – Sant’Onofrio

L’Approdo
loc. Vibo Marina via Roma, 22
ViboValentia
tel. 0963 572 640
www.lapprodo.com
chiuso sempre aperto
prezzo 60 euro
carte di credito tutte

ristorante. Dal casello Sant’Onofrio – Vibo Valentia una digressione di pochi minuti consente di poter conoscere uno dei migliori ristoranti della regione. Si tratta de L’Approdo a Vibo Marina, posizionato nei pressi dell’imbarco per le isole Eolie. Nelle ampie sale interne o nel gradevole dehors avrete l’opportunità di assaggiare una cucina di livello, “pescando” dalla carta del giorno e da un menu con proposte di terra e mare. Carta dei vini ampia e ben articolata.

SS 131 = Porto Torres

Li Lioni
s.s. 131 km 224,400
Porto Torres (SS)
tel. 079 502 286
www.lilioni.it
chiuso mercoledì
prezzo 35 euro
carte di credito AE, Csi, POS, Visa

ristorante. Una tappa a Li Lioni è la garanzia di portare a casa un buon ricordo della cucina sarda. Il menu comprende essenzialmente pietanze di terra, con molti prodotti fatti in casa, dai sottoli e sottaceti alla pasta, ai dolci. In entrata assaggiate il gustoso lardo, il prosciutto tagliato a mano e le melanzane sott’olio, poi la zuppa gallurese e i culurgiones di patate ogliastrini, e per secondo il porcetto cotto nel caminetto o l’agnello arrosto accompagnati da patate e cipolle cotte sotto cenere. Si chiude con i dolci di Osilo.