Salsa peverada

7 Gen 2008, 11:57 | a cura di Gambero Rosso

Raschiate le acciughe, sciacquatele brevemente, asciugatele e spinatele. Mondate i fegatini da nervetti e pellicine quindi lavateli, asciugateli e tritateli.

Tritate anche la soppressa insieme ai filetti di acciuga, a una manciatina di prezzemolo e allo spicchio d'aglio privato del germoglio interno.

Scaldate l'olio in una casseruolina, versatevi tutto quanto avete tritato e lasciate rosolare per cinque o sei minuti mescolando quasi continuamente.

Insaporite con la scorza di limone grattugiata, con abbondante pepe appena macinato e con il sale necessario.

Bagnate con l'aceto e proseguite la cottura per sette-otto minuti, a fuoco moderato. Servite la salsa caldissima insieme a un arrosto di faraona, piccione o pollo.

Tipica della cucina della Marca Trevigiana, la salsa peverada esiste in diverse versioni ma tutte prevedono l'impiego, oltre che dei fegatini, della soppressa, un tipico insaccato della zona prodotto esclusivamente con le parti più nobili del maiale.

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X