ENOTECA

Vinarium

Descrizione

Il bancone di marmo di quattro metri che campeggia nella stanza principale risale al 1908 quando tra queste mura, probabilmente, c’era una drogheria. Nel 2011 Nicolò Giacchero e la sorella Francesca, spinti da una passione coltivata nel tempo, decidono di rilevare la vecchia gestione e di dare il via alla loro avventura enoica. Le etichette sugli scaffali sono 2000 e disegnano una mappa completa del vino italiano, con focus puntuali sul Piemonte, soprattutto Barolo, Barbaresco e Barbera, dove ci si sposta anche sull’asse del tempo, con le vecchie annate che risalgono fino agli anni Sessanta. Tanti anche gli spumanti, da qualsiasi zona dello Stivale, ma soprattutto dalla Champagne (un centinaio di referenze); rimanendo in Francia, davvero considerevole l’offerta di Borgogna. Approfondita anche la selezione di distillati, con Armagnac degli anni Venti, Cognac invecchiati 50/60 anni, e una cinquantina di Scotch. Il locale si affolla per l’aperitivo con i calici alla mescita che si alternano a crostini con la salsiccia di Bra, fontina, lardo e ai formaggi. 

Abbonati a Premium
X
X