Il Prosecco V8+ delle Tenute del Leone Alato in sette etichette

15 Nov 2022, 16:59 | a cura di Gambero Rosso

Il brand V8+ e il progetto delle Tenute del Leone Alato

V8+ si presenta così, come narratore informale, inclusivo e democratico delle bollicine italiane più conosciute al mondo. Lo “Storyteller del Prosecco” nasce nel 2010 da una storia di valori e passione dirompente, che si traduce in una linea di referenze versatili, fresche e beverine. La cura nella coltivazione delle viti e il talento del team di giovani enologi – capaci di interpretare il territorio e selezionare accuratamente i lieviti – donano sempre nuovi sentori e profumi che vengono sublimati in ciascuna etichetta.

Il brand V8+ - che fa parte del progetto delle Tenute del Leone Alato per portare sul mercato i vini di Genagricola, riunendo cinque cantine d’eccellenza – si declina in 7 etichette caratterizzate da 7 nomi a cui corrispondono altrettante tipologie di Prosecco: si va dal pregiato Cartizze Docg al sofisticato Valdobbiadene Docg, passando per i Millesimati nelle diverse versioni dry e brut, fino ad arrivare alla tipologia rosata. Ce n’è per tutti i gusti.

Lo “Storyteller del Prosecco” diverte e sorprende il proprio pubblico con un know-how verticale nella categoria, raccontando in modo spontaneo e originale tutte le sfaccettature di questo vino e creando un dialogo diretto con il consumatore, suggerendo le caratteristiche del prodotto che sta per degustare. V8+ fa cultura, parlando al suo pubblico dell’unicità e del fascino di un vino dalle mille sfaccettature: tutto ha inizio dall’attenta coltivazione dei vigneti tra la pianura veneta e friulana e le colline di Valdobbiadene, patrimonio Unesco; qui, grazie agli articolati processi di spumantizzazione, l’uva Glera (in sé materia prima “povera”) si nobilita, dando vita a una linea di prosecchi autentica e versatile.

Prosecco V8+. Packaging parlante che coinvolge e informa

Alla base del progetto V8+ la voglia di coinvolgere il consumatore, informandolo. Da qui l’idea di ricorrere al cosiddetto “packaging parlante”. Sull’etichetta, infatti, vengono indicati i giorni di fermentazione, il metodo di produzione Martinotti, la tipologia del Prosecco, il grado zuccherino. Inoltre, a ciascuna delle sette referenze del Brand, corrisponde un colore e un nome proprio, che ne rappresenta la personalità, mentre ogni capsula contiene una breve frase che suggerisce le caratteristiche di ogni vino.

Prosecco V8+. Uno storytelling che ha inizio già dalla bottiglia

La narrazione del prodotto parte dalla bottiglia. Il nuovo design, inaugurato lo scorso anno, conserva lo spirito giovane e scanzonato delle iconiche bottiglie V8+, ma ne rinnova il look. L’etichetta ripercorre il processo di spumantizzazione con il metodo Martinotti, ideato nel 1895 e conosciuto anche come “metodo Charmat” dal nome dell’inventore della sua ingegnerizzazione, che prevede la rifermentazione del vino in autoclave. È questo il “segreto” per ottenere spumanti freschi e profumati, grazie a una più efficace estrazione e alla conservazione di aromi e sapori che esalta al meglio le note fruttate e floreali dell’uva e conferisce al vino un perlage unico e inconfondibile. A ciascuna etichetta corrisponde un nome proprio maschile, ma anche un colore distinto e un carattere definito.

V8+ – Annone Veneto (VE) – fraz. Loncon – via Monsignor P.L. Zovatto, 71 – 0422 864 511
proseccov8.com – FB: ProseccoV8 – Instagram: ProseccoV8
leonealato.netgenagricola.it

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X