[caption id="attachment_91565" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/10/328471_web.jpeg[/caption]

Il 9 ottobre dalle ore 19 Città del gusto Napoli ospiterà la verticale dedicata alla Umani Ronchi, un viaggio storico sorso dopo sorso attraverso le vigne marchigiane.

L’antica terra dei Piceni è un panorama di colline che dall’Appennino Umbro-Marchigiano declinano dolcemente a mare. Una regione che ha rilanciato la viticoltura di qualità sul fronte adriatico insieme  al vicino Abruzzo, un rilancio che passa certamente dai bianchi di notevole ricchezza olfattiva e potenzialità di affinamento, su tutti il Verdicchio dei Castelli di Jesi, un vino che si presentò sul mercato internazionale con la storica bottiglia anfora dell’ingegner Antonio Maiocchi.

La verticale consentirà la scoperta di tre annate di Vecchie vigne”, 2008-2009-2010 e “Plenio”, 1997-2006-2008, le etichette più rappresentative della Umani Ronchi e tra le più rappresentative del Verdicchio dei Castelli di Jesi.

La Umani Ronchi fu fondata come Azienda Agricola nel 1957 da Gino Umani Ronchi a Cupramontana, nel cuore della zona di produzione del Verdicchio Classico ed è da cinquant’anni di proprietà della famiglia Bianchi-Bernetti, che attraverso continui investimenti nel potenziamento della cantina e nell’acquisizione di nuove vigne ha costruito una solida realtà produttiva mirata alla valorizzazione del territorio e dei suoi vini. La costante collaborazione con prestigiosi istituti agronomici ed enologici ha consentito all’azienda di rinnovarsi costantemente nelle tecniche produttive e nelle tecnologie, presentandosi sul mercato internazionale con prodotti d’indubbio successo che incontrano il gusto internazionale senza perdere il contatto con i terreni nei quali le vigne affondano le radici.

Terreni argillosi, ricchi che accolgono al meglio gli interminabili filari di Verdicchio, indorandone gli acini, concentrandone al meglio l’esuberanza olfattiva, l’ampio ventaglio di aromi dell’uva marchigiana.

Vecchie vigne Casal di Serra è il frutto degli antichi vigneti che circondano Montecarotto, viti storiche di oltre trent’anni che conferiscono notevole eleganza alle uve regalando aromi di macchia mediterranea e frutta matura, sorretti in bocca da una piacevolissima sapidità. Le tre annate in degustazione vanno dall’eccellenza del ’08 al pregevole risultato raggiunto nel difficile ’10.

Plenio è un Verdicchio Riserva vino che si lascia apprezzare per la lunga persistenza e ricchezza di profumi e aromi, abbinati a una grande eleganza. Le prime annate vennero prodotte da un appezzamento del vigneto Villa Bianchi, mentre oggi Plenio è espressione di una vigna situata ad una maggiore altitudine, in una delle aree storicamente più vocate alla produzione di Verdicchio, nei pressi del caratteristico borgo di Cupramontana. Le vigne sono state impiantate nei primi anni ’90 regalando notevoli risultati qualitativi. Il lungo affinamento in bottiglia completa l’opera della natura. Il risultato è un vino opulento, espressivo e di grande consistenza rappresentato in grande stile in tutte e tre le annate in degustazione, in assoluto le migliori per il Verdicchio dell’ultimo ventennio. Introdurrà la degustazione il Metodo Classico Extra Brut ottenuto da un uvaggio di chardonnay e chiuderà in grande stile il Maximo da uve sauvignon blanc, un muffato da vendemmia tardiva molto elegante. La degustazione sarà guidata da Maria Sarnataro, vicepresidente dell’AIS Campania.

Un viaggio nella storia del bianco imperdibile per tutti gli enoappassionati.

Il costo d’ingresso per la serata è di 30 euro l’ingresso intero e 25 euro il ridotto (soci CRAAL e altri enti convenzionati).

 

Luigi Orlando

 

 

Per info e prenotazioni:

Città del gusto

Via Coroglio, 57/104

80124 Napoli

tel. 08119808900

fax. 08119808913

[email protected]