Chi ha detto che negli stabilimenti balneari si mangia male? Ecco 10 indirizzi ideali per fare un bagno e prendere il sole, ma anche per godere di una pausa gourmet di tutto rispetto. Balzi Rossi, La Pineta, Uliassi, Il Clandestino, Il Bucaniere, Il Bikini, Le Terrazze, Il Capriccio, Da Ercole, Il Cappero: alta cucina in riva al mare.
Pubblicità

Siamo alla boa di metà agosto, che siate rimasti in città o percorriate la penisola per le meritate ferie, concedetevi una intermezzo gourmet in riva al mare, dove distendere anima e corpo, e cedere a un peccato di gola.
È da qui che ha inizio il nostro viaggio alla scoperta di alcuni tra i migliori indirizzi di cucina marinara, intesi come ristoranti in cui mangiare coccolati dal soave suono del mare.

Prima tappa Liguria, più precisamente Ventimiglia, provincia di Imperia. A due passi dal mar Ligure troviamo il ristorante Balzi Rossi, una delle migliori tavole della regione, a pochi metri dal confine di Stato con la Francia. La splendida posizione gli permette di ospitare i propri commensali su una terrazza a picco sul mare. Pan bagnà con i crostacei, tagliolini zucchine e gamberi rossi di Sanremo e cappon magro (piatto tipico ligure) sono le proposte di Giuseppina Beglia, chef del ristorante.

Ci spostiamo sulla costa adriatica, puntando senza indugi verso Senigallia, nelle Marche, luogo culto per gli amanti del cibo e del mare. Imboccate il sottopassaggio ferroviario e seguite la strada verso via Giovanni Bovio: improvvisamente ci si trova davanti al mare; basta voltarsi alla propria sinistra ed ecco Uliassi. Ambiente confortevole e rilassato – proprio quello che stavamo cercando – in cui Mauro Uliassi, accompagnato dalla sorella Catia, impeccabile padrona di casa, restituisce sapori e profumi del proprio territorio in una delle più importanti cucina italiane. Provate ad assaggiare il gambero rosso acqua di limone melone bianco e polvere di semi di zucca, le mezzemaniche bottarga rosmarino e pistacchi e il sandwich di triglia con erbe di campo zuppetta di prezzemolo e rabarbaro candito a tu per tu con l’Adriatico: rimarrete stupiti.

Pubblicità

Una volta qui c’è una seconda, imperdibile tappa: il Clandestino, susci bar di Moreno Cedroni da Sinigallia. Un vero chiosco in riva al mare, alla Baia di Portonovo, oasi incontaminata di scogli bianchissimi che accarezzano delicatamente un mare cristallino. Tanto pesce crudo all’italiana nell’interpretazione di Cedroni, ma non solo: tra i piatti il gioco del tonno (bresaola, crudo, tataki e ventresca), e il carpaccio tiepido di spigola, purea al lime e salsa rucola. Ma le possibilità sono diverse, dalla colazione del mattino alla pausa pranzo con il menu Clandestino Beach, panini e piatti leggeri per godere al meglio dell’incantevole spiaggia di Portonovo.

Cambiamo costa, e arriviamo a Livorno da Luciano Zazzeri e la sua Pineta. Titolare e anima della sua baracca, così la definisce lui stesso, Zazzeri propone una cucina semplice, ma di straordinaria qualità, in un ambiente rilassante, esaltando alla grande il fascino di una costruzione in riva al mare. Iniziate con la millefoglie di baccalà mantecato con crema di porri e passate ai classici (e famosissimi) spaghetti alle vongole, per poi arrivare al bollito misto di crostacei: una vera delizia.

Il nostro viaggio alla ricerca di gusto e relax continua arrivando a Fregene, presso il lungomare di Levante. Quel che a un primo sguardo può sembrare un semplice stabilimento balneare nasconde una bella realtà gastronomica: stiamo parlando dell’Albos Club di Rosario Malapena. Elegante ma sobrio l’impianto balneare che attraverso una scaletta porta su al ristorante: la sala è circondata da grandi vetrate che affacciano sul litorale, gli interni delicati e confortevoli. Oltre al freschissimo crudo di pesce vi consigliamo il pezzo forte della casa, i vermicelli con le telline, che quest’estate è disponibile anche nella variante con pomodori bruciati.

Ma non perdiamoci in chiacchiere e rimettiamoci in cammino, destinazione Vico Equense. A poche centinaia di metri dalla piazza principale ci imbattiamo nel quartier generale della famiglia Scarselli: il Bikini. Nato come semplice stabilimento balneare, oggi presenta un’offerta completa di relax, gusto e divertimento. Arrivati al ristorante, gestito da Giorgio Scarselli, rimarrete prima senza fiato dinnanzi al panorama che offre la sala: una vera e propria cartolina che abbraccia il Vesuvio e l’intero Golfo di Napoli. Poi a incarnare saranno i piatti: tonno all’anice stellato, pesca gialla e cipolla di tropea; mezzi occhi di lupo di Gragnano al pomodoro con sconcigli del Golfo, e l’immancabile frittura di paranza: una sequenza di gusto che ricorderete per molto tempo.

Pubblicità

Attraversiamo quindi la Campania felix ma non prima di raggiungere la perla della Costiera Amalfitana, Positano, alla volta del ristorante Le Terrazze di Peppe Russo. L’arrivo è già un’esperienza: percorrere le folkloristiche scalette in sanpietrini fino alla piccola spiaggia di Positano mette a dura prova anche gli animi più audaci ma si viene poi ripagati. Dall’insalatina tiepida d’astice affumicata con riso selvatico e frutto della passione al riso Carnaroli mantecato con latte di cocco e tartare di gamberi rossi, fino ad arrivare al san pietro al lemongrass con patate novelle e scacchiera di verdure: il percorso che ci propone lo chef Emilio Desiderio, ricco di suggestioni e ispirazioni di varia provenienza, è servito su una splendida terrazza che sembra accarezzare lo specchio marino.

Il lungo viaggio continua e ci spingiamo fino a Vieste, in provincia di Foggia, al cospetto de Il Capriccio. “Il mio sogno” afferma lo chef e patron Leonardo Vescera “era quello di far mangiare le persone in mezzo al mare”. Sogno che è diventato realtà visto che il suo ristorante tocca le acque della stazione balneare garganica. La straordinaria cornice marina si ritrova nei piatti: calamaro farcito con caciotta su letto di spinaci e riduzione di Aglianico; e filetto di spigola e frutti mare al cartoccio, anche se il matrimonio perfetto avviene con le linguine alle vongole veraci con bottarga.

Ancora mare, questa volta alla brace. Siamo a Crotone, sullo Jonio, al ristorante Da Ercole. A due passi dalla banchina del lungomare, la cucina di Ercole Villirillo rappresenta da più di vent’anni un approdo sicuro per chi ama la cucina di mare. Da assaggiare sicuramente la lunga serie di antipasti, crudi e cotti, ma guai a non lasciare un po’ di spazio per la specialità della casa, le linguine alla Pitagora, condite con lo scrine, un particolare anemone di mare, e un saporita zuppa di pesce cotta nella pentola di coccio.

Il nostro cammino finisce a Vulcano, nell’arcipelago delle Isole Eolie, dove regna incontrastato Il Cappero del Therasia Resort. Difficile raccogliere in un colpo d’occhio l’incredibile scenario offerto dalla terrazza, ancor più difficile resistere alle proposte dello chef Crescenzo Scotti: l’astice in cappucino cattura immediatamente l’attenzione ma il risotto Acquerello affumicato con parmigiano reggiano di vacche rosse, capperi e cacao non è da meno; per chiudere in bellezzabranzino di lenza cotto nel fieno con peperoncini verdi e salsa di cacao, un’esplosione di aromi.

Balzi Rossi | loc. Ponte San LudovicoVentimiglia (Im) |  via balzi rossi 2  | tel. 0184.38132 | www.ristorantebalzirossi.com

Ristorante Uliassi | Senigallia (An ) | banchina di Levante, 6 | tel. 071.65463 | www.uliassi.it

Clandestino Susci Bar | località Baia di Portonovo (An) | tel. 071.801422 | http://www.morenocedroni.it/clandestino

La Pineta | loc. Marina di Bibbona | via dei Cavalleggeri nord, 27 | Bibbona (Li) | tel. 0586.600016

Albos Club | Fregene (Rm) | lungo Mare di Levante, 52 | tel. 06.66560539 | www.albosclub.it

Il Bikini | Vico Equense (Na) | S.S. Sorrentina 145 Km 13.900 tel. 081.19840029 | www.ilbikini.com

Le Terrazze | Positano (Sa) | via Grotte dell’Incanto, 51 | tel. 089.875874 | www.leterrazzerestaurant.it

Il Capriccio | Vieste (Fg) | loc. Porto Turistico | tel. 0884.707899 | www.ilcapricciodivieste.it

Da Ercole| Crotone (Kr) | v.le. A. Gramsci | tel. 0962.901425 | www.ristorantedaercole.eu

Il Cappero del Therasia Resort | Vulcano (Me) | loc. Vulcanello | tel. 090.9852555 | www.therasiaresort.it

a cura di Giuseppe Buonocore