Un passato da homebrewer e un presente dietro a un bancone. Valentino Roccia dopo anni passati a sperimentare e studiare presso i migliori birrifici italiani finalmente apre a Roma un locale tutto suo. Si chiama Pork‘n’Roll e punta su un una formula semplice: grandi birre artigianali (anche auto prodotte) e salumi dell'azienda di famiglia.
Pubblicità

Farm food, Craft Beer, Rock Music”: così recita lo slogan del Pork‘n’Roll, nuovo locale di Valentino Roccia (nome noto agli appassionati di homebrewing e birra artigianale), aperto a Roma poco più di un mese fa in zona Portonaccio, non molto lontano dalla stazione Tiburtina. Andiamo a trovarli, curiosi di capire cosa se c’è di buono dietro a uno slogan tanto allettante.
Valentino è gentile, ci accoglie con un sorriso e ci invita subito ad assaggiare un paio di birre. Individuata la prima bevuta della serata (una Zona Cesarini del birrificio Toccalmatto, decisamente in forma) iniziamo a farci due chiacchiere per scoprire chi si nasconde dietro al progetto Pork‘n’Roll.
Valentino ha 29 anni, è di origine pugliese ma vive a Roma. Nell’azienda del padre, in Puglia, si coltivano cereali e si allevano maiali. I fratelli Gerardo (31 anni) e Antonio (34 anni) hanno seguìto le orme del padre, mentre lui sceglie di iscriversi all’università per studiare giurisprudenza.
Si trasferisce così nella Capitale, dove nasce la sua passione per l’homebrewing. Nel suo appartamento romano Valentino fa assaggiare agli amici i prodotti dell’azienda di famiglia e le birre che produce in casa: l’abbinamento piace, la voce si diffonde, gli occhi di Valentino si illuminano.
Durante una pausa di studio trascorre un breve periodo presso il White Dog, birrificio situato tra gli Appennini modenesi. Impara molto, fatica e si diverte. Tornato a Roma, riprende a studiare per gli esami all’università. Porta a termine il percorso di laurea, ma in cuor suo ha già deciso che la sua strada sarà un’altra.
Terminati dunque gli studi, si mette di nuovo alla ricerca di un birrificio in cui fare esperienza: questa volta lo accoglie Leonardo di Vincenzo di Birra del Borgo. Passa diversi mesi a Borgorose, impara tanto sul campo, poi torna a Roma e si rimette a contattare diversi birrifici, anche all’estero, per seguire ancora la sua passione. Nel frattempo continua la produzione di birra in casa e arrivano riconoscimenti importanti: vince il concorso per homebrewer organizzato da Manuele Colonna del locale Ma che sete venuti a fa’, e riceve complimenti da molti guru della birra artigianale italiana.
Il suo progetto inizia a prendere forma, l’idea è semplice: replicare il modello delle serate in casa con gli amici, unendo l’artigianalità dell’azienda di famiglia alle birre da lui prodotte. Inizia quindi a cercare un posto dove aprire e una fonte di finanziamento. Qualche soldo lo raccoglie dalla famiglia, il resto tramite un prestito agevolato della Camera di Commercio. Individua il locale in una ex trattoria in zona Tiburtina, si mette a lavorare il legno e insieme al fratello Gerardo costruiscono l’intero arredamento del locale.
Arriviamo al 14 settembre del 2013, quando apre finalmente i battenti il Pork ‘n’ Roll. Benché il locale sia nuovo di zecca, l’atmosfera è vissuta, accogliente e calda. Sulla lavagna al muro spicca l’attenta selezione di birre: dalle dolci belghe alle intense scure passando per le classiche IPA, senza strafare con i luppoli che ormai tanto vanno di moda. Valentino ci fa assaggiare orgoglioso la sua creatura, la Communication Breakdown: una Pale Ale semplice ed equilibrata, brassata con scorza di limone, da lui ideata e prodotta presso il birrificio marchigiano MC-77. Da bere in grandi quantità. Assaggiamo anche i salumi e la porchetta del fratello Gerardo, che da solo gestisce l’intera produzione: sapori genuini che costituiscono l’ossatura principale del menu proposto dal locale.
La freschezza è assicurata: Gerardo fa su e giù dalla Puglia ogni settimana con il suo camion frigo mentre Valentino segue il fronte brassicolo qui a Roma, e se una birra non arriva al locale nello stato migliore, stacca il fusto e la mette da parte. Antonio, il maggiore dei tre fratelli, presidia l’azienda di famiglia in Puglia, garantendo una qualità decisamente al di sopra della media. Un’esperienza imprenditoriale nata dalla passione e dal legame con la terra e le tradizioni di famiglia, eppure tanto attuale da attrarre ogni sera decine di giovani. Una bella storia, dunque, anche dal punto di vista imprenditoriale. Che merita i migliori in bocca al lupo.

Pork’n’Roll Pub | Roma | via Carlo Caneva, 15 | tel 06.45551271 | http://www.porknroll.com

a cura di Francesco Antonelli