Barcellona: Tickets, Bodega 1900, Pakta e altri progetti dei fratellli Adrià

9 Giu 2014, 08:30 | a cura di Lorenzo Sandano
Dopo la chiusura di El Bulli Albert e Ferran Adrià non si sono fermati un attimo e hanno colonizzato il quartiere Parallel di Barcellona con Tickets, Bodega 1900, Pakta, 41º Experience (a breve soppiantato da Enigma) e poi le imminenti aperture di Hoja Santa e Niño Viejo. Tanti locali e tante proposte: tapas, cockatil, nikkei, messicana, gourmet. E non è finita qui: perché in futuro ci sono anche locali fuori Barcellona: in Repubblica Domenicana e a Ibiza.
Pubblicità

Il genio puro e incontaminato non è sempre facile da trovare, anche nelle forme d'arte più creative, ma a volte è possibile rintracciarlo proprio nel settore enogastronomico. Un esempio lampante è rappresentato dai fratelli Albert e Ferran Adrià: dopo essere stati protagonisti incontrastati di un movimento gastronomico che ha rivoluzionato la cucina moderna (con il ristorante/laboratorio El Bulli), hanno avuto il coraggio di ripartire praticamente da zero e (in questo caso in particolare Albert, che prima viveva in parte solo il riflesso del successo raggiunto da Ferran) sono riusciti a riportare il loro talento e la loro genialità in un progetto decisamente più pop, cercando di realizzare un piccolo impero culinario nel quartiere Parallel di Barcellona.
Tutto era cominciato con Inopia: tapas bar delle meraviglie che generava file chilometriche di golosi avventori provenienti da tutto il globo. Il locale aveva caratteristiche ben definite: materia prima di qualità altissima, tanta tanta tecnica ereditata in minima parte da El Bulli, ambiente moderno dall'arredamento sportivo e servizio giovane ed informale al punto giusto. Come El Bulli anche Inopia ha chiuso (lasciando lo spazio al futuro Lolita, sempre nel quartiere Parallel, con lo stesso chef e un socio di Inopia), ma è stato solo un nuovo spunto per l'apertura del Tickets Tapas Bar: un vero e proprio El Bulli Prêt-à-porter come era stato definito agli inizi; un locale poliedrico e divertente, che ruota intorno al concept del circo, rintracciabile nel dress code dei camerieri e anche nell'arredamento del ristorante.

Il Tickets è stato il primo passo del grande progetto che Albert e Ferran hanno voluto realizzare: rivalutare il quartiere del Parallel creando una serie di locali fruibili da tutti, fondendo grande tecnica, materia prima al top e un tocco spensierato e goliardico di divertimento e informalità. Su questo filone nasce anche il 41° Experience, proprio adiacente al Tickets: grandissimi cocktails d'autore (con spunti molecolari) e più avanti anche una proposta gastronomica molto simile a El Bulli; distante dunque dal carattere giocoso del Tickets, ma molto più incentrata su un'ottica di esperienza gourmet abbinata ai cocktails.

E solo un piccolo cenno agli acclamati tempi di Roses, perché Albert torna in gioco con una nuova apertura, che riprende le origini della tradizione spagnola del vermouth: proprio di fronte al Tickets (quasi a suggellare un tris perfetto con il 41°) inaugura Bodega 1900. Bancone con prosciutti Joselito e formaggi in bella vista, tavolini vintage, vecchie foto d'epoca appese alle pareti, illuminazione d'antan e camerieri in vestiti old-school (che saltuariamente si dilettano in canzoni e strimpellate di chitarra in mezzo alla sala). Bodega 1900 è forse il locale più punk degli Adrià Brothers, un ritorno alle radici che prevede l'impiego solo di un prodotto al top declinato in poche semplici ed efficaci varianti: crudo, in conserva, affumicato, fritto e alla plancia. Pochissima lavorazione in omaggio alla materia prima, ma al tempo stesso sapori concentratissimi a livelli stellari, tecniche di cottura millimetriche e tantissima goduria al palato. Il tutto contornato da vermouth fatto in casa, cerveze (birre), vini locali e liquori artigianali.

Pubblicità

Non poteva mancare, in questo reame del gusto di Parallel, anche un cenno all'Oriente in una veste contemporanea: quel versante gastronomico che Ferran aveva definito “Il futuro della cucina mondiale”. Ecco quindi l'apertura di un ristorante di cucina nikkei (giapponese con influenze peruviane): il Pakta, anch'esso a pochi metri dagli altri tre locali degli Adrià.

Sembrava essere finita così, con quattro luoghi affermati di grande successo e la creazione di un piccolo polo gastronomico; invece a quanto pare la genialità dei due fratelli non freni; così con la nascita del Gruppo di imprese BCN 5.0 (formato da Ferran, Albert, Juan Carlos e Pedro Iglesias dei ristoranti di pesce Rías de Galicia) sono già in programma parecchie novità: tra qualche mese (o forse anche meno) il 41° chiuderà per spostarsi in un altro locale concentrandosi quasi esclusivamente sulla formula cocktails e una proposta culinaria da definire (probabilmente il nuovo locale prenderà il nome di Progetto Enigma e aprirà nel 2015); uno spostamento che consentirà un notevole ampliamento del Tickets, con successive news dalla cucina ad opera di Albert.

Allo stesso tempo sono previste due importanti nuove aperture, sempre nel quartiere Parallel Ça va sans dire: a luglio 2014 dovrebbe inaugurare il Niño Viejo ovvero il primo ristorante messicano firmato Adrià, incentrato prevalentemente su tacos, snack messicani e cucina popolare (prezzo medio 30-40 euro). Un locale, il Niño, che sarà poco dopo affiancato (settembre 2014) da un altro ristorante messicano (con annessa cantina), ma di impronta nettamente creativa e gourmet: si chiamerà Hoja Santa e avrà in cucina il valido chef Paco Méndez (circa 70 coperti e prezzo medio oscillante tra 80 e 100 euro).

Last but not least la dichiarazione di Albert riguardo future aperture anche fuori dai confini di Barcellona: un beach club nella Repubblica Domenicana e un ristorante/night club a Ibiza.

Pubblicità

Insomma con il progetto 5.0 i due fratelli, con il loro gruppo di imprese, vogliono tracciare una mappa di 5 locali chiave nel centro di Barcellona; 5 luoghi con format e cucine differenti che si supportano fra loro: da una parte l'aspetto più popolare (vedi Bodega 1900 e il futuro Nino Viejo) che accettano clienti senza prenotazioni e fanno incassare ad alti livelli; dall'altra ristoranti più esclusivi e sperimentali che possono investire grazie al successo dei loro “fratelli minori”. Il BCN 5.0 sarà un piccolo luna park del gusto che si sta sviluppando in tempistiche molto ravvicinate:

Ricapitoliamo:
1-Tickets: il moderno bar di tapas.
2-Bodega 1900: un bar progettato soprattutto per godere del vermouth, proponendo una delle più celebri tradizioni culinarie spagnole.
3-Pakta: il solo e unico ristorante giapponese e peruviano di Barcellona.
4-Hoja Santa e Niño Viejo: una “alta” cucina messicana gourmet (Hoja Santa) e una di tacos e snack messicani (Niño Viejo), che era stato originariamente concepito con il nome di Yauarcan.
5-Enigma: un nuovo locale che includerà la reincarnazione del 41º Experience, con un cocktail bar e un ristorante con menù degustazione esclusivo, ispirato ai migliori piatti di El Bulli.

Per ulteriori testimonianze dettagliate vi lasciamo al documentario realizzato da Albert Adrià Constructing Albert e presto pubblicheremo i nostri reportage con esperienze dirette in alcuni locali del futuro progetto BCN 5.0.

Constructing Albert: www.constructingalbert.com

Tickets | Spagna | Barcellona | Avinguda Paral·lel 164 | http://es.bcn50.org/
41° Experience (in chiusura ad agosto 2014) | Spagna | Barcellona | Avinguda Paral·lel, 164 | http://es.bcn50.org/
Bodega 1900 | Spagna | Barcellona | C/ Tamarit nº 91 | 933 252 659 | http://es.bcn50.org/
Pakta | Spagna | Barcellona | Carrer Lleida, 5 | http://es.bcn50.org/
Hoja Santa e Niño Viejo | Spagna | Barcellona | Avenida Mistral, 54 | Apertura a luglio e settembre 2014 | http://es.bcn50.org/

a cura di Lorenzo Sandano

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X