Cucinare con le spezie. I cocktail: Noblesse Oblige di Filippo Sisti

19 Apr 2015, 10:30 | a cura di Annalisa Zordan
Se ben fatto un cocktail è come un vero e proprio piatto. Con ingredienti, dosi e ricette precisi, esattamente come avviene in cucina. È per questo che oggi la nostra rubrica Cucinare con le spezie, si occupa di cocktail. È la volta di Noblesse Oblige, creazione di Filippo Sisti, barman di Carlo e Camilla in Segheria.
Pubblicità

Le giornate si allungano, le serate si scaldano e scatta subito la voglia di un cocktail in totale relax. Se poi il cocktail è di quelli seri, preparati con tutti i crismi, e magari contente una sfiziosa spezia, il relax si trasforma in felicità. Ovviamente il monito è sempre uno: bere con moderazione e soprattutto consapevolmente. All'interno della rubrica Cucinare con le spezie, dunque, ritagliamo uno spazio ai cocktail grazie ai consigli dei barman più bravi d'Italia.

Cominciamo con Filippo Sisti, milanese classe 1983, con alle spalle diciassette anni d'esperienza. Sì, avete letto bene: Filippo ha cominciato a giostrasi dietro i banconi dei super alberghi appena quindicenne. “Ho iniziato molto presto per motivi economici poi però è subentrata la passione. Sono partito dai locali delle regioni a statuto speciale, che hanno normative sul lavoro a sé stanti, così avevo la possibilità di essere assunto nonostante la mia giovane età”. Da lì è poi volato in Inghilterra, Usa, Francia e Germania. Ha lavorato al Plaza a New York, al Royal Automobile Club di Londra e al Grand Hotel et De Milan. Solo per citarne alcuni. Ma è solo al Rita, uno dei migliori cocktail bar di Milano, che ha avuto la fortuna (chiamiamolo pure merito) di essere notato da Carlo Cracco in persona. “Così sono diventato responsabile del bar di Carlo e Camilla in Segheria, l'ultima creatura di Cracco a Milano”. Gli ingredienti del tuo successo? “Passione, umiltà e tante, tante prove”. E quelli del cocktail che proponi ai lettori? “Sono sette e facilmente reperibili”. Il cocktail si chiama Noblesse Oblige e tra gli ingredienti compare anche il cardamomo verde, il quale “deve essere precedentemente pestato per liberare sia la parte interna, amara, che quella esterna, balsamica”.

Cardamomo

Famiglia: Zingiberacee.
Si ricava da due generi differenti: Elettaria cardamomum ed Elettaria repens. Dalla prima, tipica delle zone fra Iran, India e Malaysia, nasce il cardamomo verde o vero cardamomo. La seconda, che cresce nella zona dello Sri Lanka, da vita al cardamomo di Ceylon. In entrambi i casi, viene utilizzato il frutto verde della pianta che, come una capsula, contiene al suo interno dei semini neri. Il suo sapore, fortemente aromatico e canforato, lo rende una delle spezie più particolari. Molto usato nelle preparazioni culinarie arabe, indiane e pakistane. È uno degli ingredienti del Garam Masala, ma è ottimo anche nella preparazione del caffè turco e per aromatizzare tè e tisane. Viene considerato un ottimo rimedio contro le malattie da raffreddamento, in quanto ha un'azione antibatterica. E viene utilizzato anche per la cura del mal di denti e per problemi di digestione.

Pubblicità

Noblesse Oblige

Cardamomo verde pestato
40 ml di succo di pompelmo
15 ml di sciroppo d'agave
40 ml di mezcal
15 ml di succo di lime
5/6 gocce di maraschino
15 ml di vermouth bianco

Shakerare gli ingredienti in uno shaker e versare il liquido ottenuto aiutandosi con un double strain (una sorta di colino conico). Il bicchiere ideale? Una coppetta martini.

Carlo e Camilla in Segheria | via G.Meda 24 | Milano | tel. 02.8373963 | www.carloecamillainsegheria.it

Questo e molti altri temi verranno approfonditi nel corso di Gourmet.
Gourmet | Expoforum | Horeca Food & Beverage | 22-24 novembre 2015 | Lingotto Fiere Torino | www.gourmetforum.it

Pubblicità

a cura di Annalisa Zordan

CUCINARE CON LE SPEZIE

Per leggere Tomino ripieno di salmone al sumak de La Santeria clicca qui
Per leggere Mini pancakes verdi alla curcuma de L'Indispensario clicca qui
Per leggere Torta di bietole alle spezie genovesi dell'Antica Sciamadda clicca qui
Per leggere Filetto di pesce bianco e vaniglia al cartoccio del Genovino d'Oro clicca qui
Per leggere Polpette di carne con il cumino de La Plaka clicca qui
Per leggere Salsa rougaille e aperitivo Ginger roger con zenzero e combava dell' Atelier Madagascar clicca qui
Per leggere Spaghetti allo zafferano e curry della Drogheria Soana clicca qui
Per leggere Tōfu marinato alle cinque spezie cinesi in salsa di soia tamari di Qualcosa di tè clicca qui
Per leggere Strucolo de pomi triestino de La Bottega delle Spezie clicca qui
Per leggere Pere al vino rosso e anice stellato dell'Antica Drogheria Mascari clicca qui
Per leggere Involtini di verza e patate al macis della bottega Bizzarri clicca qui
Per leggere Pulpo a la gallega alla paprica di Tuttelespeziedelmondo clicca qui
Per leggere Cinghiale al ginepro della drogheria Giuseppe Ciappi clicca qui
Per leggere Ladittas cacio e pepe di Tanda e Spada clicca qui
Per leggere Confettura di pere e pepe rosa de Il Capepe clicca qui 

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X