Aprirà i battenti il 15 novembre, ma già si scaldano i motori negli spazi di produzione agricola. Fico Eataly World promette di muovere circa 6 milioni di visitatori l'anno. Noi lo abbiamo visitato in anteprima.

Pubblicità

Siamo entrati, videocamera alla mano, dentro il parco agroalimentare più grande (e forse unico) al mondo. 10 ettari – ma 100.000 metri quadrati forse rende meglio l’idea delle effettive dimensioni – tra interno ed esterno, 40 fabbriche per la produzione del cibo (a noi è toccato assaggiare i tortellini), 45 luoghi di ristoro, oltre 100 botteghe artigiane, 200 animali, 2000 cultivar, 6 giostre tematiche, persino una tartufaia. Talmente grande che è stato predisposto un percorso ciclabile interno. 

 

Pubblicità

 

Un megaprogetto firmato Oscar Farinetti, non a caso se il nome è Fico, il cognome è Eataly World. La Fabbrica Italiana Contadina è una società partecipata; insieme alla creatura di Farinetti (presidente onorario) ci sono Coop (Coop Alleanza 3.0 Soc. Coop. e Coop Reno Scarl). Tiziana Primori ne è l’amministratore delegato, mentre presidente onorario è Andrea Segrè, quasi a voler sottolineare la valenza didattica e la spinta verso un uso responsabile del cibo.

Noi lo abbiamo visitato in anteprima. 

 

Pubblicità

a cura di Antonella De Santis

video Saverio De Luca

montaggio: Francesca Naccarato