[caption id="attachment_89011" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/01/300404_web.jpeg[/caption]

 

Chi l’avrebbe mai detto che la ricetta sperimentata in epoca vittoriana da una vecchina di un paese dell’Inghilterra, allora sperduto, sarebbe valsa oggi milioni di sterline? 

 

Il profumo dei suoi biscotti è andato lontano, tanto che la ricetta orginale del pluripremiato Grasmere Ginger B

Pubblicità

read, ideata da Sarah Nelson nel 1850 è oggi gelosamente custodita dalla National Westminster Bank di Ambleside e continua a raccogliere consensi in tutto il mondo. 

 

 

Pubblicità

Nei paesi anglosassoni, il pan di zenzero (gingerbread), impasto a base di spezie come cannella, noce moscata, chiodi di garofano, con spiccata prevalenza di zenzero, è popolare tanto quanto la pasta da noi in Italia, ma per gli inglesi i veri biscottini fedeli alla tradizione sono solo quelli venduti nel piccolo cottage di Grasmere (appartenuto al poeta William Wordsworth), nel Lake District, dove il tempo sembra quasi essersi fermato. 

 

 

 

Pubblicità

Nel corso degli anni, infatti, poco è cambiato in questo piccolo negozio, da circa 60 anni proprietà della famiglia Wilson. Il profumo dei biscotti appena sfornati e il sorriso di due graziose “shop assistants” in vestiti d’epoca, accoglie i visitatori; tutti in fila per riuscire ad entrare in una bottega minuscola, arredata in stile vittoriano, e acquistare un sacchetto di biscotti, ancora piu’ buoni se caldi. Volendo è possibile lasciarsi tentare anche da altri prodotti tipici: il rum butter, o i dolcissimi fudges. 

 

 

 

Il gingerbread può essere gustato da solo, accompagnato da una fumante tazza di tè, o utilizzato come base per il cheesecake. 

 

Nel caso non abbiate la possibilità di recarvi direttamente sul posto, basta ordinarli online. Spedizioni in tutto il mondo a partire da 2.95 sterline per 6 pezzi. 

 

Michela Di Carlo

09/01/2012