[caption id="attachment_89518" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/02/302727_web.jpeg[/caption]

L’eccellenza del giornalismo e dell’alta cucina insieme per celebrare le migliori firme d’Italia. Premiolino 2012, uno dei più importanti riconoscimenti in Italia nel mondo del giornalismo, promosso da Birra Moretti, è stata l’occasione per celebrare ieri a Milano, i miglior

Pubblicità

i giornalisti italiani in grande stile, ma soprattutto in punta di forchetta.

 

Fin dalle primissime edizioni del concorso (a partire dal 1960), infatti, il Premio (che storicamente veniva assegnato ai tavoli del ‘milanesissimo’ Bagutta), ha sempre riservato alla buona tavola il suo peso. Oggi come allora, la cena rappresenta il momento ufficiale e al contempo conviviale della premiazione.

Pubblicità

 

Quella di quest’anno è stata pensata ad hoc e realizzata ‘a sei mani’ da tre chef superstellati. Infatti Claudio Sadler, Andrea Berton, Davide Oldani hanno firmato un menù che, portata dopo portata, ha previsto l’utilizzo di alcune specialità della famiglia Birra Moretti. Il primo, del Ristorante Sadler di Milano, ha proposto una zuppa di astice e razza con cavolo romanesco al peperoncino, pane croccante di birra e nocciole e l’immancabile Birra Moretti Baffo d’Oro. Andrea Berton, del Ristornate Trussardi alla Scala, ha invece messo in tavola Merluzzo nero alla birra, puntarelle e crema di limone salato Abbinato a Birra Moretti Doppio Malto. Davide Oldani , del Ristorante D’O, Cornaredo (MI) ha chiuso in bellezza con il suo Babà di zucca alla milanese, birra grand cru in salsa, il tutto annaffiato da Birra Moretti Grand Cru.

 

Ma quali sono stati i giornalisti che ieri, a Palazzo Marino, sede del comune di Milano, hanno beneficiato di premi, sorrisi e bocconi? Per la sezione quotidiani il Premio è stato assegnato a due grandi inviati: Marco Lillo de Il Fatto Quotidiano, e Sergio Rizzo del Corriere della Sera.

Pubblicità

 

Hanno condiviso simbolicamente il Premio i quattro giornalisti della carta stampata rapiti in Libia l’estate scorsa durante la guerra, dai fedelissimi del Colonnello Gheddafi: Elisabetta Rosaspina e Giuseppe Sarcina, de Il Corriere della Sera, Claudio Monici, di Avvenire e Domenico Quirico de La Stampa.

 

Due i premiati per la sezione Tv: Lilli Gruber, conduttrice di “Otto e mezzo”, contenitore di approfondimento in onda in prima serata su La7, e Riccardo Iacona per le grandi inchieste e i reportage proposti su Rai 3 dal suo programma “Presadiretta”.

 

Il Premiolino 2012 per il mondo del Web è andato a Jacopo Tondelli, direttore di Linkiesta.it, uno dei fenomeni di “giornalismo online” più interessanti degli ultimi anni.

 

La Giuria ha inoltre conferito il Premio Birra Moretti per la diffusione della cultura alimentare a Gloria Ciabattoni, che sulle pagine di Quotidiano Nazionale firma la rubrica Viaggi e Sapori.

 

Tutti i vincitori, nello spirito del Premio, si sono distinti nel corso del 2011 ‘per aver contribuito alla difesa dell’indipendenza delle opinioni e della libertà di stampa da qualsiasi condizionamento’.