Non solo mare: gironzolando per la campagna marchigiana incontriamo sei indirizzi a tutto gusto e a tutto godimento. Spazi all'aperto, casali di campagna, agriturismi e bioarchitetture da stare in pace col mondo. E una sapida e gustosa cucina di terra per ritrovare il sorriso.
Pubblicità

Per quelli che… l’estate non è solo mare, ecco una piccola selezione di ristoranti e agriturismi nella campagna marchigiana dove concedersi una pausa coccolati dalla bellezza della natura e da un’autentica gastronomia di terra. Il nostro viaggio procede da nord a sud seguendo sapori che vanno dalla crescia d’ispirazione romagnola alla cacciagione allo spiedo, fino al fritto misto all’ascolana. Pronti? Via!
 

Urbino dei Laghi, Tenuta Santi Giacomo e Filippo

Un posto incantevole, un casolare costruito in bioedilizia, querce secolari che solcano il tetto di legno, il tutto affacciato su un piccolo lago immerso nel verde. Il panorama d’eccezione va di pari passo con l’ottima cucina, coordinata da Stefano Ciotti. Thomas Morazzini è l’esperto dei lievitati e con il suo lievito madre (Eleonor) di 72 anni sforna pizze leggere e condite con ingredienti di prima qualità. Ma oltre alla pizza ci sono Cappuccino di zucca, gorgonzola e rosmarino, Zuppa di ceci di San Sisto, porcino e uovo colante, Passatelli, cardi e fonduta di formaggio di fossa, Agnello carciofi e limone, Spiedone di salsiccia e pancetta alla griglia con patate rosse di Sompiano.
 

Ristorante Erard

Mangiare immersi nel verde di un giardino curato con vista su tutto il territorio del castelli di Jesi regala sempre una bella emozione. Se aggiungete una cucina di buon livello, che spazia dalla tradizione a piccoli accenni di creatività, un servizio gentile e un conto equilibrato, il gioco è fatto. Scegliete uno dei tanti percorsi di degustazione (di carne o di pesce) e godetevi la vostra pausa bucolica accompagnati da una buon calice di vino, Verdicchio, of course.
 

Pubblicità

Andreina

Benvenuti nella corte dello chef Errico Recanati e della sua famiglia. Andreina è un ristorante storico per la tradizione gastronomica marchigiana e vive oggi un momento di felice rinnovamento grazie a una cucina che ha saputo coniugare tipicità e innovazione. I Tortelli ripieni di anatra, erbe di campo, fegato grasso e succo di mela rosa dei Sibillinisono un ottimo esempio della cucina, anche se è comunque sempre lo spiedo l’elemento distintivo del locale; lo dimostra l’interessante menu dedicato a questa cottura. Servizio e cantina da grande ristorante.

Maiale Volante

Un casale colonico in piena campagna ristrutturato in bioedilizia, una fattoria e un polo propulsore di cultura gastronomica e… musicale. Il menu varia settimanalmente ed è sempre on-line nel sito web. Tutto quello che assaggerete è di produzione propria o reperito da contadini e artigiani della zona, in un progetto in armonia con l’uomo e la natura.

Agriturismo Iervasciò

Un agriturismo vero, semplice e genuino. Pane, pasta, olio e vino sono autoprodotti così come l’ottimo mistrà (digestivo a base di anice) e il vino cotto. Il menu è fisso (23 euro) e prevede una serie di antipasti (Fegatini con le uova, Zuppa di cicerchia, Olive all’ascolana fatte in casa, salumi, salsiccia con le uova), due assaggi di primo, secondo e dolce. Ottimi i Taccù(pasta tipica locale acqua e farina)con sugo di castratoe il pollo arrosto cotto nel forno a legna. Non manca qualche buona etichetta di vino locale.
 

Agriturismo Villa Cicchi

Elena Cicchi e la sua famiglia vi aprono le porte della loro villa per farvi trascorrere una serata indimenticabile all’insegna dei sapori ascolani. Tutto quello che assaggiate è fatto in casa: insalata coltivata nell’orto, olio, pasta all’uovo, pane, salumi, meravigliose olive all’ascolana e un aceto di vino cotto dalla dolcezza impressionante. Un menu fisso (35 euro esclusi i vini) davvero abbondante o una proposta alla carta. La cucina è tradizionale e ben eseguita. Ottime le selezioni di formaggi con confetture biologiche di produzione propria (eccellente quella vaniglia e peperoni), i ravioli alla ricotta burro e salvia, la parmigiana di melanzane, lo stinco di vitello al forno, le costolette d’agnello frittee il fritto misto all’ascolana. Il servizio è cortese e la location davvero da favola.

Pubblicità

Urbino dei Laghi, Tenuta Santi Giacomo e Filippo | Urbino (PU) | via San Giacomo in Foglia 7 località Pantiere | tel. 0722.589426 | www.tenutasantigiacomoefilippo.it

Ristorante Erard | Maiolati Spontini (An) | via Celeste Erard, 12 | tel. 0731.705042 | www.erard.it

Andreina | Loreto (An) | via Buffolareccia, 14 | tel:.071.970124 | www.ristoranteandreina.it

Maiale Volante | Cingoli (Mc) | Località Fonte Antica 17 | tel. 0733.604687 | www.maialevolante.it

Agriturismo Iervasciò | Ripratransone (Ap) | contrada San Michele 18 | tel. 0735.97936 | www.iervascio.it

Agriturismo Villa Cicchi | Abbazia di Rosara (Ap) | via Salaria Superiore, 137 | tel. 0736 252272 | www.villacicchi.it

a cura di Laura Di Pietrantonio