[caption id="attachment_86136" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2010/06/241185_web.jpeg[/caption]

Al Palais des Congrès di Montreal si è svolta la degustazione dei vini che hanno ottenuto il riconoscimento dei Tre Bicchieri sulla guida Vini d’Italia del Gambero Rosso.
L’evento è stato reso possibile da un accordo fra Gambero Rosso Editore e SAQ,

Pubblicità

il Monopolio per gli alcolici dello stato del Quebec, il più grande singolo acquirente di vino del mondo, che ha comprato i vini partecipanti alla degustazione per la vendita negli oltre 500 negozi che gestisce.

Nella seconda foto, da sx, Moreno de Marchi e Daniele Cernilli

È la prima volta che un grande Monopolio internazionale attribuisce ad un gruppo editoriale il ruolo di selezionatore dei vini da acquistare, normalmente ricoperto da assaggiatori propri.
Fra le 125 cantine italiane partecipanti ben 41 hanno  così potuto entrare nella selezione della SAQ per il solo fatto  di aver ricevuto dal Gambero Rosso il riconoscimento dei Tre Bicchieri
In più la manifestazione è avvenuta nell’ambito del Montreal Passion Vin e il pubblico partecipante ha pagato un biglietto di Can $ 200  per l’entrata che ha dato diritto all’assaggio dei vini presenti ed alla partecipazione all’estrazione di un lotto d 12 bottiglie, per un valore di Can $ 5000, formata da alcuni dei migliori vini italiani.

Il ricavato della manifestazione è stato interamente devoluto alla fondazione dell’ospedale Maisonneuve- Rosemont per la costruzione di un centro di eccellenza delle terapie cellulari.
Già a fine serata, appena calato il sipario sull’evento più importante dedicato al vino italiano in Canada, il vincitore della manifestazione è emerso chiaramente: dalla collaborazione tra SAQ, Fondazione dell’Ospedale Maisonneuve-Rosemont e Gambero Rosso, l’enologia di casa uscita a testa alta.

Pubblicità

 

Le espressioni sorridenti di organizzatori, produttori e pubblico la dicevano lunga sulla riuscita della manifestazione, che ha portato a contatto delle 125 aziende presenti più di 700 appassionati in provenienza dall’intero Québec.


200 fortunati enofili canadesi
hanno potuto scegliere tra 165 prestigiose etichette italiane, “bruciando” così in meno di 5 ore ben 3000 bottiglie per un valore totale di quasi 170mila Can. $.
Le bottiglie che non hanno ancora trovato acquirenti rimarranno on line a disposizione dei clienti del Monopolio ancora per diversi mesi, dopodiché andranno ad arricchire la selezione italiana degli scaffali dei più esclusivi punti vendita della SAQ: i due negozi “Signature” che raccolgono il gotha dell’enologia mondiale e gli oltre 100 punti vendita denominati “Sélection”.
Non vi è dubbio che questa è una nuova e più mirata partenza del vino italiano in Canada.

Leggi anche l’articolo Le meilleur du meilleur de l’Italie di Roger Huet

Pubblicità

 

07/06/2010