[caption id="attachment_86203" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2010/06/245016_web.jpeg[/caption]

Per la prima volta nella guida di Roma del Gambero Rosso (che

Pubblicità

festeggia quest’anno la ventunesima edizione) tre chef ottengono le tre forchette: Heinz Beck (La Pergola de l’Hotel Rome Cavalieri), Salvatore Tassa (Le Colline Ciociare) e Anthony Genovese (Il Pagliaccio).

Una prova tangibile della grande vivacità, in un momento non certo facile, della ristorazione di Roma (e del Lazio). Una ristorazione dove trovano spazio i sapori più vari. Basti pensare proprio ai tre cuochi che occupano i primi posti in classifica, tre storie assolutamente diverse ma tutte ugualmente interessanti e intriganti.

Dalla perfezione mediterranea di Beck alla cucina “fusion” di Genovese passando per la cucina del territorio all’ennesima potenza firmata dal cuciniere Salvatore Tassa. Ma non basta.
GUARDA LA PHOTOGALLERY

Pubblicità

La Roma del Gambero Rosso 2010/2011 è una città dinamica, aperta al nuovo, in grado di rompere gli schemi e di offrire alternative di ristorazione per tutti. Oltre 1000 gli indirizzi fra ristoranti, trattorie, wine bar, birrerie, pizze a taglio, caffè bar e negozi di specialità alimentari.

Ma non finiscono qui le novità dentro e fuori le mura cittadine.
Ben cinque i nuovi locali che in città tagliano il traguardo due forchette: L’Antica Pesa, L’Acquolina, Settembrini, Sanlorenzo e La Terrazza de l’Hotel Eden.
In provincia debutto eccellente per L’Aminta di Marco Bottega (81/100), un giovane non ancora trentenne che però vanta già esperienze da Alfonso Caputo, Massimo Bottura e Salvatore Tassa.

Novità anche nell’ambito dei wine bar: Casa Bleve raggiunge il traguardo delle tre bottiglie, massimo riconoscimento per la categoria, affiancando così Del Gatto e Roscioli.

Ma, e questo è forse l’aspetto più interessante, Roma da vera città aperta, guarda al futuro ma non dimentica le sue radici. Largo spazio dunque anche ai migliori interpreti della tradizione. Ben dieci le trattorie che ottengono i due gamberi.

Per facilitare ulteriormente la scelta ai lettori, in apertura di guida, la top five dei grandi classici ovvero i locali dove assaporare al meglio carbonara, amatriciana, coda, supplì
Grande fermento, una sorta di gara a dare di più, vive il settore del mangiar veloce molto amato e assai ricercato soprattutto fra il pubblico più giovane. Dalle pizze a taglio ai caffè bar senza dimenticare street food e birrerie, la proposta si arricchisce di alternative a prezzi assolutamente abbordabili (150 le segnalazioni in questo settore).

Pubblicità

Altra novità dell’edizione 2010/2011, i nuovi quartieri gourmet della Capitale: cinque mini itinerari con tutte le tappe golose da non perdere

Due momenti della presentazione della guida e premiazione alla Città del gusto di Roma

Roma del Gambero Rosso 2010/2011
Gambero Rosso®
in edicola, in libreria e sul nostro sito
pp 256 – euro 10,00

N.B. La guida è compresa nella > promozione estiva dei nostri libri

 

 

 

 


24/06/2010

{slide=Video – Presentazione Roma 2010/2011}{bo_videojs width=[590] height=[443] autoplay=[false] loop=[false] flash=[http://med.gamberorosso.it/media/2010/06/245012.flv] image=[http://med.gamberorosso.it/media/2010/06/244638_web.jpeg]}{/slide}