Pubblicità

La Giornata Europea del Gelato Artigianale è stata stabilita il 5 luglio 2012 dal Parlamento Europeo, quando al gelato sono state ufficialmente riconosciute proprietà nutrizionali al pari degli alimenti di consumo comune. Soprattutto nel periodo estivo, quando nei soggetti a rischio aumenta il rischio disidratazione, il gelato offre una valida alternativa ad un pasto, con tutto il necessario per resistere alle giornate di caldo e afa. Quello artigianale idrata e nutre, quindi, fornendo il giusto apporto di zuccheri e vitamine parallelamente ad un basso contenuto di grassi saturi. Trasformare in gelato è inoltre un buon metodo per poter mangiare frutta fresca al difuori della stagione di riferimento. Se ben conservato ha la durata di sei mesi e anche nel periodo invernale offre la possibilità di mangiare frutta estiva, come fragole, albicocche o melone. Negli ultimi tempi hanno fatto la loro comparsa anche gusti salati di cui abbiamo parlato, come sedano o pane. Insomma, quel che ruota intorno al gelato è un mondo di artigiani che sperimentano e innovano quello che era, fino a poco tempo fa, considerato solo uno sfizio estivo. In questo contesto si colloca la Giornata Europea del Gelato Artigianale (si celebra il 24 marzo e questa è la seconda edizione), un appuntamento che non intende solo promuovere e presentare le caratteristiche del prodotto, ma anche porre l’accento sul lavoro dei numerosi artigiani che vi si dedicano. In Emilia, il Gelato Museum, il primo dedicato all’approfondimento di storia, cultura e tecnologia di questo alimento che rappresenta una delle eccellenze del Made in Italy nel mondo, ha proposto un’apertura straordinaria con visite guidate rivolte soprattutto alle nuove generazioni e con una particolare attenzione alla promozione di una corretta educazione alimentare.
E poi ancora, migliaia di gelaterie in tutta Europa (Canada e Polonia incluse) celebreranno questa ricorrenza creando un gusto speciale, con la medesima ricetta. Si tratta di Stracciatella d’Europa, un gelato fior di latte, cioccolato e succo di arancia. Il prezzo di una coppetta sarà 1 €. La stracciatella è stata scelta in ricordo del gelatiere artigiano Enrico Panattoni (scomparso nell’ottobre 2013), cui è attribuita la paternità del gusto.
A Roma, invece, nei padiglioni 7 e 8 della Nuova Fiera di Roma, è stato dedicato uno spazio sia espositivo che divulgativo e dimostrativo dedicato proprio al gelato all’interno di Pa.Bo.Gel, la Fiera internazionale della panificazione, pasticceria, gelateria, ristorazione, alimentazione, pizzeria, pasta fresca, birra, vini, bar, pubblici esercizi. Giunta quest’anno alla diciottesima edizione, rimarrà aperta sino al 26 marzo.

www.dmpsrl.eu

www.fondazionecarpigiani.it

Pubblicità