Risiko nella ristorazione londinese. Nuno Mendes chiude il Viajante e si sposta nel nuovissimo hotel Chiltern Fire House

5 Feb 2014, 10:52 | a cura di Saverio De Luca
La ristorazione di Londra è in continuo fermento. Dopo la ristrutturazione del Wolseley, i guai passati da Dinner, le chiusure di Jemie Oliver, un quotatissimo ristorante – con annesso bistrot – cambia sede e abbandona il Town Hall hotel.
Pubblicità

Novità di non poco conto sullo sfidante skyline della dining scene londinese. Uno dei ristoranti più ambiti, chiacchierati, prenotati e seguiti degli ultimi anni, il Viajante del portoghese Nuno Mendes chiude a fine febbraio. E con lui, per conseguenza, chiuderà anche la Corner Room, il bistrot che Mendes curava sempre all’interno dello straordinario Town Hall hotel nel quartiere di Bethnal Green. “Stiamo lavorando” dicono dalla direzione dell’hotel, premiatissimo negli ultimi anni per il suo design unico “a rilanciare un nuovo concetto di ristorazione per il Town Hall”.Ok, ma cosa farà Nuno Mendes? La notizia è rimbalzata in queste ore sui gastro-blog londinesi: il cuoco portoghese raggiungerà l’immobiliarista ungherese-newyorkese (l’uomo che ha lanciato la trendissima catena di hotel The Standard) nella sua nuova avventura londinese: l’hotel Chiltern Street nel quartiere di Marylebone a Westminster. L’albergo aprirà a giorni e avrà dei contenuti food invidiabili (anche negli immediati dintorni), tanto da configurarlo come l’apertura ricettiva-foodie più attesa della stagione a Londra. Oltre alla notizia bomba dell’arrivo di Nuno Mendes, infatti, l’arrivo dell’albergo (i lavori sono in corso dal 2010) sta determinando anche nuove aperture sulla strada, nell’ambito di un più ampio progetto di riqualificazione: il primo Monocle Cafè, brandizzato e gestito dal mitico mensile diretto da Tyler Brulé (ha aperto a novembre), una filiale della Nordic Bakery e altre insegne assai hype. Il tutto ai piedi della affascinante fire house (caserma dei vigili del fuoco, insomma) vittoriana dove a breve apriranno le 30 stanze dell’albergo. Insomma, a partire da questo 2014 per assaggiare i piatti di Nuno Mendes non bisognerà spingersi fin nel più profondo East End, basterà passeggiare per Marylebone.

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X