Prosciutto di Carpegna DOP. Il Consorzio e il prodotto

Il Consorzio Prosciutto di Carpegna DOP è nato nel 2015 per tutelare e valorizzare questo prodotto d’eccellenza, che ha origine nelle Marche, all’interno del Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello, tra le verdi colline del Montefeltro. A Carpegna, giorno dopo giorno, la passione ed i gesti dei maestri norcini incontrano le tradizioni di un luogo unico, capace di mantenere intatte, dal Medioevo fino a oggi, le tecniche che hanno reso il Prosciutto di Carpegna DOP l’eccellenza da tutti riconosciuta. Questa antica arte salumiera, unita ai moderni metodi di produzione, conferisce al prodotto un valore unico ed inimitabile.  i valori, le caratteristiche, i metodi di allevamento e produzione; elementi unici che lo hanno portato a fregiarsi, sin dal 1996, della dominazione di origine protetta DOP.

ISIT © Francesco Vignali Photography

Produzione e caratteristiche

A donare al prosciutto un sapore unico, intenso e persistente è il microclima della zona, ma anche il sale marino e il mix segreto di spezie, tra cui la paprika usata nella sugna: sapore delicato al punto giusto e arricchito dal profumo inconfondibile delle note aromatiche. Tutto questo si nota già a partire dal colore e dalla texture della fetta: a seconda delle tempistiche di stagionatura (minimo 14 mesi) varia tra un colore rosso ambrato ed uno salmonato nelle parti più magre. La sua sorprendente sofficità lo rende ottimo in purezza, per una degustazione avvolgente e caratteristica, ma è perfetto anche come ingrediente di ricette sia tradizionali che fantasiose. Il marchio a fuoco “Prosciutto di Carpegna” lo identifica e ne garantisce l’autenticità. Il marchio viene apposto dall’Ente di controllo al termine del periodo di stagionatura, solo su quei prosciutti che rispondono ai requisisti previsti dal Disciplinare, che ne preserva la sua secolare tradizione.

 

Il Marchigiano. La ricetta del panino di Max Mariola

Ingredienti:

. Prosciutto di Carpegna DOP
. Tartufo nero
. Caciotta
. Cicoria ripassata
. Uovo al tegamino
. Pane di Lariano integrale con le noci

«Come sempre ho voluto creare un link con il territorio, qui siamo nelle Marche: caciotta e tartufo , quindi, con le erbe di campo e l’uovo, tipico delle tradizioni legate alla corte contadina»
(Max Mariola)

 

Scopri tutti i panini di Max Mariola con i Grandi Salumi d’Italia

Finanziato con il contributo MIPAAF DM 57321 del 8.8.2019