16 Mag 2015 / 12:05

Voci dal Master. Sulmona, fra cibo e storia

a cura di
La chiamano la Siena degli Abruzzi, ma per molti è, semplicemente, la città dei confetti o quella del Certamen Ovidianum.
Voci dal Master. Sulmona, fra cibo e storia
La chiamano la Siena degli Abruzzi, ma per molti è, semplicemente, la città dei confetti o quella del Certamen Ovidianum.
a cura di
Tutta la gallery
Chiudi gallery

Valle Peligna, altopiano dell’Abruzzo interno centrale, in provincia dell’Aquila. È in questo territorio a ridosso del Parco Nazionale della Majella, uno dei primi in Abruzzo a essere stati abitati, che si colloca Sulmona, centro della Conca Peligna e centro amministrativo dell’Abruzzo fino al Medioevo.

Sulmona città d'arte e di confetti

Questo comune di 25.000 abitanti è patria di cultura e città d’arte; il nome stesso deriva, infatti, da Solimo, uno dei compagni di Enea, anche se la figura storica più importante della città è senza dubbio Ovidio.
Oltre a dare i natali a poeta latino, Sulmona è nota soprattutto per alcuni prodotti alimentari che contraddistinguono l’intera regione e arricchiscono il patrimonio enogastronomico italiano: dal tartufo nero, che ha recentemente trovato una grande diffusione in zona, al più antico e tradizionale confetto. Divenuto ormai un simbolo della città, reso celebre dalle famiglie artigiane sulmonesi che lo lavoravano, deve la sua origine al lavoro di un medico di origine araba che ricopriva le pillole più amare con uno strato di zucchero per renderle più gradevoli ai bambini. Negli anni, poi, è diventato un simbolo di fortuna e prosperità.

Le botteghe storiche

Passeggiando lungo corso Ovidio per dirigersi verso una delle maggiori chiese cittadine, Santa Maria della Tomba, si possono incontrare diverse botteghe artigianali di confetti e dolciumi. La via principale se si vogliono acquistare prodotti di qualità, resta però viale Sant’Antonio. Qui, vicino all'antico convento di Sant’Antonio da Padova, si affaccia La Bottega del Confetto. La bottega appartiene da anni alla famiglia Giorgi, che vanta una tradizione centenaria di artigianato del confetto. Bellissimi da vedere e ottimi da gustare, i confetti sono prodotti non solo in diversi gusti ma anche in vari formati; ma la confezione più famosa e popolare rimane quella tradizionale a forma floreale, colorata e semplice, adatta come souvenir della città, tanto la rappresenta, ma in molti la regalano come golosa variante del classico mazzo di fiori.
Non solo confetti, dicevamo. L'agricoltura è una parte essenziale dell'economia cittadina: si consiglia in centro una sosta a Il Bocconcino, bottega attiva dal 1966, specializzata nella vendita di carni e formaggi, che vanta la migliore selezione di aglio rosso della città. Ricco di oli essenziali, dalla testa più grande e la conservazione più lunga rispetto a quello tradizionale, l’aglio rosso è patrimonio gastronomico della Valle Peligna. Ottimo per sughi e zuppe, questo Presìdio Slow Foos dà il miglior risultato se impiegato a crudo, ad esempio nella preparazione di pesti, salse o strofinato appena sulla bruschetta. Una volta entrati nella bottega, sarà difficile limitarsi all’acquisto dell’aglio senza essere tentati dalle altre delizie territoriali: salsicce stagionate di fegato, salame aquilano, mortadella di Campotosto, legumi di Santo Stefano di Sessanio e pecorini di varie stagionature sono solo alcune tra le specialità presenti sugli scaffali. Appassionati di vino? L’enoteca Semi di vino offre alcune delle più importanti etichette di Montepulciano della Valle Peligna e diverse di Trebbiano e Pecorino.

La Siena degli Abruzzi e il Certamen Ovidianum

Tutti questi prodotti possono essere acquistati al ritorno da una gita culturale al vicino Museo diocesano, ospitato nei tre locali duecenteschi del Monastero di Santa Chiara. Oltre a quelli già citati, Sulmona è sede di numerose chiese e palazzi storici, motivo per cui è stata a lungo nota come la “Siena degli Abruzzi”.
A dominare la scena è l’antica tradizione letteraria che ha dato vita al Certamen Ovidianum, una gara internazionale di latino con i testi del poeta Ovidio aperta a tutti gli studenti di scuola superiore. Tornando, però, all'oggetto più terreno del nostro viaggio, per i più golosi, dal mercoledì al sabato, la centralissima Piazza Garibaldi ospita un grande mercato di prodotti locali. Qui è possibile gustare formaggi, salumi e biscotti secchi, sotto gli archi a sesto acuto dell’acquedotto medievale che chiude a sud una delle più grandi piazze d’Italia.

La Bottega del Confetto | Sulmona (AQ) | Via Sant'Antonio, 6 | tel. 345.9325238 | www.bottegadelconfetto.it/
Il Bocconcino | Sulmona (AQ) | vico del Vecchio, 2| tel. 347.6688943 - 0864.32277 www.ilbocconcinosulmona.it/
Semi di vino | Sulmona (AQ) | via E. Ciofaro, 10 | tel. 0864 51101

a cura di Michela Becchi
prova del Master in Comunicazione e Giornalismo Enogastronomico del Gambero Rosso

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition