Aperture d'autunno a Milano. Aperitivo con Oldani da So'Riso e ceviche al Park Hyatt. La Toscana della Ciaccia coi ciccioli raddoppia

20 Set 2016, 11:50 | a cura di Livia Montagnoli

La scena ristorativa milanese si muove incessantemente. Dopo il periodo fortunato delle pasticcerie c'è chi pensa ad alleviare il rientro in città con aperitivi d'autore (e senza glutine) e cevicherie estemporanee. Ma c'è anche la cucina regionale. Rinnovo locali per Bon Wei e Il Liberty. 

Pubblicità

So'Riso con Davide Oldani

Nell'autunno delle aperture milanesi c'è posto anche per Davide Oldani. Niente a che vedere con la fortunata riapertura del D'O di Cornaredo, che da quando ha ricominciato a macinare piatti ed esperienze Pop nel nuovo spazio ha ricevuto consensi unanimi. Piuttosto parliamo di una singolare incursione cittadina che vede lo chef partner del progetto So'Riso di Valentina Scotti, sesta generazione di una famiglia che sulla risicoltura ha costruito la propria fortuna. Il format è alla sua prima esperienza nel centro di Milano (già presente ad Assago, nel centro commerciale Carrefour), e per chi si troverà a passare in corso Magenta si propone come bistrot dedicato alla cucina del senza glutine e alla valorizzazione dei cereali alternativi. E come potrebbe essere altrimenti, se il riso diventa protagonista in tavola? In realtà la formula prevede un'apertura lunga (7.30-24), dalla colazione all'aperitivo, passando per il pranzo e la cena, e la filosofia del “benessere che piace” si ritrova in ogni momento della giornata, ben oltre un semplice piatto di riso. Cura per l'estetica e il design nella definizione degli spazi, altrettanta attenzione nella stesura del menu, che fa di varietà e qualità i suoi pilastri.

Bistrot gluten free

Si parte dalla colazione con yogurt al latte di riso e bakery gluten free per arrivare alla carta del bistrot, tra risotti mantecati, vellutate e insalate. Cosa c'entra Davide Oldani? Lo chef ha contribuito a creare la proposta per l'aperitivo, rivisitando le classiche cialde di riso in versione finger d'autore. In abbinamento una carta dei cocktail che privilegia i cereali antichi. All'offerta si aggiungono i prodotti confezionati in vendita e la sezione take away, con l'idea di replicare il bistrot in altri punti strategici della città. Se piacerà ai milanesi.

Pubblicità

Nuovi spazi per Il Liberty e Bon Wei

Ma settembre è anche il mese giusto per ripartire da nuovi stimoli, meglio ancora se di mezzo c'è un restyling. Succede in viale Montegrappa, dove Il Liberty dello chef Andrea Provenzani (una forchetta sulla guida Gambero Rosso) vanta una storia lunga quasi 15 anni. È bene tranquillizzare i clienti affezionati, i piatti storici della casa restano in menu: spaghetto al cipollotto, bucatino alle doppie acciughe, vitello tonnato, costoletta. Ma è lo spazio a rinnovarsi, sotto le cure dell'architetto Carlo Donati, che ha ripensato l'ambiente dotandolo di un taglio internazionale, tra vetri ambrati, ottone brunito, pareti in mattoni, che non rinnegano il passato, ma lo rivisitano in chiave moderna. Un motivo in più per sedersi a tavola e aspettare l'arrivo dello Smoke alla fine del pasto: il cilindro croccante ripieno di cremoso al tabacco aromatico su gelato di fior di panna e crema inglese al caffè è una delle invenzioni più golose dello chef.

Aria nuova anche da Bon Wei, caposaldo della cucina cinese in città, che il progetto di restyling l'ha affidato all'architetto Carlo Samarati. La proposta gastronomica resta quella solida che ha conquistato i Due Mappamondi, dai grandi classici come l'anatra alla pechinese e i ravioli al vapore, alle zuppe, alle voci più originali, come il rombo in salsa chili e l'astice saltato allo zenzero.

Pubblicità

Il successo della cucina toscana

Con un salto gastronomico di migliaia di chilometri (ma la distanza è molto più contenuta se ci muoviamo nella scena ristorativa della città) arriviamo alla tavola della Ciaccia coi ciccioli, insegna meneghina che denuncia natali toscani. Da un paio d'anni il locale di via Solario propone una grande varietà di specialità regionali, dal ragù di cinghiale al miele di corbezzolo, dal pecorino toscano alla ipercalorica ciaccia coi ciccioli, una focaccia rinforzata con grasso di maiale rosolato. Nata come bottega, la Ciaccia si è presto trasformata nell'angolo ideale per viziarsi con una merenda salata o concedersi una pausa pranzo golosa, tra taglieri di affettati e panini genuini. E l'apprezzamento del pubblico ha determinato la voglia di raddoppiare: ora, per gli amanti della cucina toscana c'è il nuovo locale di via Gian Giacomo Mora (zona Colonne di San Lorenzo), aperto per aperitivo e cena. Qualche sgabello, banchi in legno, atmosfera informale da vecchia osteria. E menu scritti a mano che elencano le specialità della casa, dai crostini al prosciutto crudo stagionato in grotta, alla tartare di Chianina. Da bere Brunello e Sangiovese. Disponibile anche l'asporto.

Per i più modaioli, invece, da qualche giorno Lentini's è arrivato anche a Milano, tra Brera e il Castello Sforzesco. Il format è cresciuto a Torino, poi replicato al Grand Hotel di Alassio, ora arriva in via Tivoli con 200 coperti e un'offerta spalmata dal pranzo al dopocena, tra primi piatti, pizzeria, tapas, grill, cocktail bar, degustazioni di culatelli e burrate. Di tutto un po', per accontentare tutti. Proposta tutta a base di salumi per la Bottega Renzini Norcinarte in attesa di inaugurare a Porta Venezia, con una proposta di alta salumeria che recupera le ricette dei maestri norcini, da mangiare sul momento o a portar via.

Il ceviche di Pacifico al Mio di Park Hyatt

Ma per l'aperitivo segnaliamo anche un'interessante novità nata dall'incontro tra Park Hyatt e Pacifico. Fino al 15 novembre i ceviche peruviani del locale e pisco bar di via Moscova saranno protagonisti sul bancone del bar dell'esclusivo hotel di via Pellico, con la formula Ceviche Hours – Mio Bar meets Pacifico. Dalle 18.30 alle 22.30 lo spazio si trasformerà in una cevicheria d'autore, con tanto di show cooking degli chef di Pacifico, che prepareranno sul momento 5 diverse proposte, illustrandone storia e riti. In abbinamento 5 cocktail a base di Pisco. Tra le specialità ideate da Jaime Pesaque il Ceviche mixto con capesante, gamberi e leche de tigre al rocoto o il Ceviche Barrio Chino, con salmone, won ton e leche de tigre chifera, che sposa i sapori peruviani alle influenze cinesi.

 

So'Riso | Milano | corso Magenta, 30 | tel. 02 84215056 | www.soriso.it

Il Liberty | Milano | viale Montegrappa, 6 | tel. 0229011439 | www.il-liberty.com

Bon Wei | Milano | via Castelvetro, 16 | tel 02 341308 | www.bon-wei.it

Lentini's | Milano | via Tivoli, 3 | www.lentinis.it

Ciaccia coi ciccioli | Milano | via Gian Giacomo Mora, 5 | tel. 02 36727820 | www.facebook.com/Ciaccia-coi-Ciccioli-1740088236269259/?fref=ts

Pacifico al Mio Bar del Park Hyatt | Milano | via Silvio Pellico, 3 | tel. 02 88211234

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X