AppetitosaMente: a Siddi tre giorni per riprendersi tempo, scandito dai ritmi naturali, da dedicare al buon cibo. Con Roberto Petza

28 Lug 2014, 13:54 | a cura di Livia Montagnoli
La rassegna, giunta alla nona edizione, celebra il patrimonio gastronomico sardo e la riscoperta della vita rurale. Dal 1 al 3 agosto il paese accoglie mostre, produttori, convivi, dibattiti e una cena nel bosco guidata da Roberto Petza, chef del Tre Forchette S’Apposentu.
Pubblicità

Siddi, comune di 700 abitanti nel Campidano, ha trovato in Roberto Petza un ambasciatore dei valori del territorio sardo, di una cultura rurale che custodisce tradizioni gastronomiche da preservare. Come ogni estate, per il nono anno consecutivo, ci si incontra qui, nel cuore della provincia di Oristano, per tre giorni di incontri, mostre d’arte, visite guidate, concerti, assaggi, degustazioni, convivi: è AppetitosaMente - Festival Regionale del buon cibo. Per scoprire un’agricoltura che asseconda i ritmi naturali, le giornate cadenzate dal lavoro nei campi, le feste per la raccolta del grano; cibo e tempo, questo il tema della manifestazione (che si svolgerà dall’1 al 3 agosto). Con l’obiettivo di rallentare per considerare nuove possibilità, strade alternative per un differente uso delle risorse, limitando gli sprechi e riconciliandosi con il pianeta. Tema attuale. Tempo che vuol dire stagionalità, ma anche spazio per ritemprare lo spirito, coltivando il piacere della buona tavola e della buona cucina.

La rassegna riaccende i riflettori sul borgo di Siddi, produttore di pasta sarda da oltre cinquant’anni e cuore dell’alta gastronomia regionale con le Tre Forchette di S’Apposentu a Casa Puddu, ma illumina un territorio molto più complesso e ricco di risorse, quello della Marmilla. Cibo come identità, quindi, e confronto con l’esterno, per celebrare l’eccellenza sarda in costante rapporto con la filiera della qualità italiana.

Da non perdere l’appuntamento - il 1° agosto (su prenotazione) - con la Cena nel bosco, curata da Roberto Petza, che riunisce chef internazionali tra i lecci secolari di Parco Sa Fogaia. La «Cena nel bosco» coincide quest'anno con la conclusione del tour di beneficenza «Serviamo la solidarietà», promosso da Petza con il coinvolgimento di Luigi Pomata («Luigi Pomata» di Cagliari), Stefano Deidda («Dal Corsaro» di Cagliari), Roberto Serra («Su Carduleu» di Abbasanta), Pierluigi Fais («Josto al Duomo» di Oristano), Achille Pinna («Da Achille» di Sant'Antioco), Manuele Senis («Fradis Minoris» di Nora), Leonildo Contis («Contis» di Sanluri), Gianfranco Pulina («Golden Gate» di Bortigiadas) e Franco Putzolu («Grekà» di Terralba). «Un vero e proprio itinerario nel mondo del gusto lungo otto mesi che ha fatto tappa nei ristoranti aderenti all'iniziativa - sottolineano Marco Pisanu e Gianfranco Massa, presidente e direttore della Fondazione Accademia Casa Puddu - siamo felici per la grande sensibilità degli chef e per il buon cuore delle persone». Durante l'evento, realizzato con il supporto delle Cantine Pala e Mora e Memo, del Birrificio Dolmen, di Nieddittas e delle Acque San Martino e Smeraldina, saranno consegnati dalla Fondazione Accademia Casa Puddu al Comune di Uras (Oristano) 20mila euro «La cena - spiega Roberto Petza -  è un momento d'incontro tra solidarietà e alta cucina in mezzo alla natura ed è anche l'occasione per rivolgere un pensiero a Rita Denza, maestra e regina della ristorazione sarda, scomparsa prematuramente poche settimane fa».

Pubblicità

La sera seguente gli abitanti di Siddi accoglieranno gli ospiti alla propria tavola, organizzando banchetti tradizionali per le vie del paese.

AppetitosaMente | Siddi (OR) | Dal 1 al 3 agosto | https://www.facebook.com/comunedisiddi

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X