[caption id="attachment_89435" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/02/302541_web.jpeg[/caption]

Incontriamo di nuovo la cooperativa sociale Pausa Café, impegnata in progetti ormai prossimi al varo di produzione di pane biologico, che verrà sfornato all'interno della casa di reclusione San Michele di Alessandria e nella casa circondariale di Cuneo

Pubblicità

: i forni di panificazione a legna sono quasi pronti, i detenuti (4 ad Alessandria, 3 a Cuneo) stanno completando il corso di formazione. Progetti che nelle intenzioni volano alto per ottenere un prodotto di ottima qualità: lievito madre, farine biologiche macinate a pietra (Marino di Cossano Belbo), cottura a legna appunto. Partner delle iniziative – come in tutte le iniziative Pausa Café – Eataly con i suoi poli food gourmet in Italia e all’estero.

 

E mentre nelle case circondariali di Asti, di Biella, di Ivrea, di Vercelli e nel citato carcere San Michele di Alessandria sono in atto corsi di formazione professionale in orticoltura che non si sono ancora concretizzati in realtà alimentari, a Verbania invece questa realtà si può non solo toccare ma anche assaggiare con gusto. Parliamo delle piccole dolcezze Banda Biscotti realizzate dal 2009 dai detenuti della casa circondariale di Verbania in quattro laboratori (all’interno delle carceri di Saluzzo e della stessa Verbania e presso le Scuole di Formazione Amministrazione Penitenziaria legati ad entrambi gli istituti di pena), in collaborazione con la onlus Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri di Torino, che da più di 35 anni opera nella formazione professionale nelle carceri italiane (Piemonte soprattutto e Sardegna).

Pubblicità
  

 

Come suggerisce il nome ispirato ironicamente al mondo della detenzione e del fumetto, le golosità sono biscotti della tradizione italiana – baci di dama, lingue di gatto, damotti, polentine, margherite e apucce – preparati con materie prime selezionate e tendenzialmente a corto chilometraggio. «La farina è di un mulino di Alessandria, il burro della Latteria Antigoriana, nelle Valli Ossolane, il miele di un produttore locale – spiega Marco Girardello, coordinatore della formazione in carcere per conto della Casa di Carità – ora stiamo cercando uova, cioccolato e zucchero del territorio».

 

Obiettivi della Banda Biscotti: «la maggiore tracciabilità del prodotto, le materie prime sempre più a km 0, la ricerca verso biscotti più innovativi e una qualità ancora più spinta verso l’alto, le confezioni più piccole rispetto a quelle attuale di 250 grammi per entrare nel comparto della prima colazione e degli snack».

Pubblicità

Le dolcezze della Banda Biscotti si trovano nelle botteghe del commercio equo e solidale (dove sono presenti con il marchio Solidale Italiano, la nuova linea di CTM Altro Mercato che accomuna i prodotti alimentari “made in carcere” e liberi dalle mafie), nei Gas e nel circuito dei negozi Eataly.

 

Casa circondariale

Verbania

via G. Castelli, 8

tel. 0323 503 843 – 0323 505 244 – 0323 556 090

www.bandabiscotti.it

 

Mara Nocilla

17/02/2012