[caption id="attachment_90635" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/06/317405_web.jpeg[/caption]

Ha aperto, sulle colline che guardano il mare di Battipaglia, il primo Bar-a-Huile




Pubblicità

E’ Maria Provenza l’animatrice di questa struttura tutta in vetro e acciaio che galleggia all’interno del frantoio di famiglia, Torretta, e che si propone come un salotto di scambio e di assaggi dedicati all’olio extravergine in particolare, ma anche a tutte le eccellenze (e sono tante) agroalimentari e vinicole del Cilento.

Pubblicità
alt

Tutto il locale è impostato sul tema olio e frantoio, dai tavolinetti realizzati utilizzando ad esempio una vecchia, mitica pompa Breda (nella foto sopra), fino ai cristalli che lasciano vedere l’opificio, un ambiente curato e pulitissimo, con macchinari moderni che permettono lavorazioni di altissimo livello dalle gramole che possono lavorare in assenza di ossigeno, fino ai silos  di acciaio a saturazione di azoto.

Pubblicità

Ma non è solo design, quello che si respira qui.

alt

Mimmo Villano, giovane barman cilentano che ha girato molto mondo (foto sopra), ha realizzato all’impronta due bei cocktail dedicati all’extravergine: il Blondy Mary (foto in basso), che parafrasa il ben più noto Bloody Mary, ma realizzato a partire da una salsa di pomodori gialli prodotti da Maida e finito con una bella spruzzata di Diesis, l’etichetta di punta di Torretta (tre foglie e miglior fruttato medio nella guida Oli d’Italia 2012).

alt

alt

E, a sorpresa, il Molito: divertente rivisitazione frantoiano del cocktail a base di rum.

alt

In questo video, Mimmo ci parla del Molito e del Blondy mary e ci racconta come nascono e come si realizzano…

Bar-a-Huile | Torretta | via Serroni Alto, 27 | Battipaglia (Sa) | tel. 0828 672 615 | www.oliotorretta.com

Stefano Polacchi

18 giugno 2012