Una ventata di follia per Maison & Objet

19 Gen 2012, 18:48 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_89118" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/01/300923_web.jpeg[/caption]

 

Al via l’edizione 2012 di Maison & Objet, la kermesse francese che dal 20 fino al 24 gennaio interroga il mondo del design internazionale. Sotto i riflettori di Parigi, le nuove tendenze del settore living, dai mobili ai complemen

Pubblicità

ti d’arredo, dalla biancheria per la casa all’artigianato e food design. Sì, perchè l’arte di vivere si esprime anche a tavola.

 

A farla da padrone saranno ovviamente i nostri cugini transalpini, ma il bel paese sarà ben rappresentato da molti marchi di prestigio e da numerosi visitatori. Secondo le stime, infatti, l’Italia sarà il paese straniero che esporterà alla fiera il maggior numero di curiosi.

Pubblicità

Il tema di questa edizione è la follia; “Crazy”, una boccata d'aria fresca, è infatti la parola d’ordine della fiera.  "Basta con tristezza e distruzione, in questo pazzo mondo - recita lo slogan-. Un pizzico di follia e umorismo caustico per combattere la crisi sotto gli 8 padiglioni di Paris Nord Villepinte".

 

Qualche anticipazione? Normann Copenhagen presenterà “attrezzi del mestiere” pensati apposta per i gourmand.  La caraffa termica Geo, disegnata da Nicholai Wiig Hansen, dallo stile vagamente retrò dal rigore geometrico e stile essenziale realizzata in materiale termoplastico, oppure il frustino in nylon pieghevole; Beater. E' disegnato per occupare meno spazio possibile, si ispira a un fascio di cannucce tenute insieme da un anello scorrevole (che funziona anche come gancio).

 

Pubblicità

Non mancherà il tessile di fascia alta per la casa, con la biancheria  e i complementi d’arredo, nonché i prodotti golosi, i pezzi unici e il know-how di creativi, artigiani ed artisti, i prodotti legati al benessere nella casa ed un intero settore dedicato ai grandi marchi del design.

 

Nella passata edizione, il salone Maison&Objet ha attratto circa il 54% di visitatori francesi e il 46% di visitatori esteri. Un insieme composto per il 64% da protagonisti della distribuzione venuti ad incontrare quasi 3.000 espositori.

 

Michela Di Carlo

19/01/2012

 

 

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X