[caption id="attachment_86077" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2010/05/239989_web.jpeg[/caption]

Se fino a qualche settimana fa eravamo abituati a chiamarlo Prosecco di Valdobbiadene, ora la musica è cambiata. E' il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg. Tra queste pittoresche colline da sempre dedicate all'uva Prosecco ed al suo vino, è arrivata infatti la 44ma Denominazione d'Origine Controllata e Garantita

Pubblicità

m>.

Contemporaneamente le altre zone al di fuori di questo classico distretto sono diventate la zone del Prosecco Doc, che dal Veneto arriva fino alla cittadina di Prosecco in Friuli.
Assaggiare oltre 300 vini “garantiti” di tutta Italia nella splendida cornice di un castello, conoscere il nuovo volto del Prosecco Superiore, degustare una selezione di prodotti introvabili, scoprire il legame fra vino e cultura nella pittura, nel cinema, nella poesia. Infine, conoscere un grande artista del Cinquecento, Cima da Conegliano.

E’ questa l’offerta di Vino in Villa che per la XIII edizione ha scelto il tema Garantito! E garantito è stato anche il successo: nonostante un tempo non certo clemente oltre 8mila persone hanno partecipato alle iniziative della kermesse annuale organizzata dal Consorzio di Tutela di Conegliano Valdobbiadene.

Pubblicità

Tra le iniziative più interessanti il convegno di sabato 15 dove sono stati presentati i dati di una ricerca effettuata sulla conoscenza del marchio Docg tra i consumatori, che è ancora assai inferiore a quella del marchio Doc, che vanta ormai quarant’anni di vita. Ma accanto al vino con la G maiuscola, in questi giorni s’è parlato molto anche di cucina e del piatto o “atto” unico come risposta gustosa alle esigenze moderne.

Gualtiero Marchesi ha riproposto nel corso d’una cena sabato sera il suo piatto originale, creato oltre trent’anni fa di ritorno da un viaggio in Giappone, che può essere considerato l’antesignano del sushi all’italiana. La scuola ALMA con Luciano Tona e i suoi allievi domenica ha proposto una gustosa rivisitazione di questo concetto.

Lunedì 17 sono andati in scena altri nomi famosi

L’Atto Unico Vegetariano firmato Simone Salvini & Fabrizio Marini (Ristorante Joia)

Pubblicità

L’Atto unico pesce firmato Adelio Sironi (Ristorante Bulgari)

L’Atto unico carne firmato Carlo Cracco (Ristorante Cracco)

Il dolce atto unico firmato Ernest Knam

 

www.prosecco.it

Marco Sabellico

18/05/2010