[caption id="attachment_84508" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2009/07/225444_web.jpeg[/caption]

Non si dovranno più ripetere episodi come quello avvenuto al Passetto giorni fa: una coppia di turisti giapponesi taglieggiata con un conto da capogiro.

Questa la speranza - e l'impegno -

Pubblicità

della Questura di Roma che ha deciso di rafforzare la squadra antitruffe. Gli agenti, alcuni anche in borghese, passeranno al setaccio menu, prezzi di cibi e bibite, ma anche tariffe dei taxi e mini truffe di vario tipo.

Lo racconta oggi la Repubblica in cronaca di Roma: “Un pool di agenti del commissariato Trevi che verranno affiancati dalla divisione di polizia amministrativa di San Vitale e, probabilmente, dai vigili urbani del I Gruppo che ormai da settimane sono alle prese con i controlli amministrativi e sanitari dei locali del centro.  Si parte dal Tridente, ma non ci si ferma lì: la squadra “anti-fregatura” avrà alcuni addetti anche negli altri commissariati che operano nelle zone centrali. Una misura che ora, dopo il conto salato del “Passetto”, è diventata emergenza, ma a cui il questore, Giuseppe Caruso, pensava da un po’”.

Anche l´assessore al Commercio di Roma, Davide Bordoni, ha promesso sanzioni esemplari: «Più controlli da parte dei vigili urbani soprattutto in questo periodo di maggiore affluenza di turisti e applicazione delle sanzioni massime in caso di inadempienze. Già oggi abbiamo contattato i vertici di Confcommercio e Confesercenti perché intervengano sui propri iscritti per chiedere il rispetto delle norme e dei regolamenti».

Pubblicità

Si sono mosse anche le associazioni dei consumatori. L´Adoc ha attivato un call center (06.45420928 e helptouristadoc.org).