È la prima edizione al mare di Care’s. Appuntamento dal 21 al 24 maggio a Salina, nel suggestivo scenario tra l'Hotel Signum e il Capofaro Malvasia & Resort.

Pubblicità

Il programma e i 3 focus: terra, mare, energia

Dalla neve al mare, dalle montagne ai vulcani: la versione estiva della manifestazione ideata dallo chef di San Cassiano si sposta dall’Alta Badia e approda a Salina, nei suggestivi scenari dell’Hotel Signum, del Capofaro Resort e dell’Hotel Ravesi a Malfa. Una scelta coerente considerata l’affinità tra i due territori, entrambi patrimonio UNESCO, entrambi tutelati grazie alle politiche di valorizzazione delle regioni a Statuto Speciale. Ovviamente c’è una sostanziale differenza: l’energia dell’isola e del mare, ad accompagnare i partecipanti, pronti nuovamente a scommettere sulla sostenibilità e su una ristorazione del futuro più sana e più giusta. Quattro le giornate di lavoro, dove si cercherà di andare oltre il tema “cucina”: nella prima sezione mattutina del 23 maggio è la terra l’elemento dominante, con un focus sul consumo responsabile di quelli che sono i suoi frutti. A seguire il mare e come gestire al meglio le sue risorse, sottolineando le importanti sinergie nate con l’Aeolian Islands Preservation Fund e la Blue Marine Foundation, da tempo impegnate nella promozione di un’Area Marina Protetta nelle Isole Eolie. E infine si parlerà di energia, con l’esperto d’innovazione Alessandro Garofalo, cercando di far chiarezza sul suo futuro al servizio dell’era digitale. Il programma include anche escursioni in mare su piccoli pescherecci per provare l’emozione della pesca con le reti, trekking guidati nella Riserva Naturale “le Montagne delle Felci”, visite alle architetture Eoliane, ma anche showcooking sull’utilizzo del pesce crudo che vede coinvolti lo chef peruviano Rafael Rodriguez e il giapponese Yoji Tokuyoshi a confronto con uno chef siciliano e un pescatore di Salina.

Gli chef coinvolti

Sono 18 gli chef da tutto il mondo che portano alla summer edition di Care’s la propria esperienza per fonderla e confonderla in un pensiero etico comune con focus inevitabili sui prodotti locali e sulla stagionalità, sul riciclo e il riutilizzo degli scarti alimentari; ma soprattutto riflettori puntati su una coscienza ecologica in tema consumi, mobilità e tecnologie. Tra gli “chef etici”, ovviamente Norbert Niederkofler e la resident Martina Caruso (vincitrice della borsa di studio Young Ethical Chef in occasione della prima edizione di Care’s), i siciliani Pino Cuttaia, Filippo La Mantia e Corrado AssenzaAndreas Caminada, Giuseppe Iannotti, Giancarlo Morelli, Andrea Berton, Moreno Cedroni e David Kinch del Manresa di Los Gatos, negli Stati Uniti. Tutti con un solo obiettivo: Take Care’s!

 

Pubblicità

Care’s 2017 – Summer Edition | Salina | dal 21 al 24 maggio 2017 | www.care-s.it

 

a cura di Annalisa Zordan

 

Pubblicità