La nuova associazione riunisce agronome, enologhe, giornaliste e tutte le figure femminili che operano nel settore vitivinicolo, e sarà presentata in occasione di Vinitaly. La presidente è Valeria Fasoli. Intanto a guidare le Donne del Vino arriva Donatella Cinelli Colombini. 

Pubblicità

Donne della Vite. Insieme per la cultura enologica

Il centro di questo mondo in cui lavoriamo, essenzialmente maschile, si prende decisamente troppo sul serio. Quel che serve è uno sguardo diverso”. Si presenta così Donne della Vite, la nuova associazione che riunisce agronome, enologhe, ricercatrici, giornaliste, imprenditrici, e così via, purché operanti in ambiti affini al settore viti-vinicolo. L’obiettivo di DV è diffondere e valorizzare la cultura viticola ed enologica attraverso il coinvolgimento del mondo femminile del settore; di promuovere e tutelare la professionalità femminile in un’ottica di pari opportunità; evidenziare gli aspetti di etica, estetica e bellezza legati al mondo della vite ed infine favorire l’incontro fra le operatrici del settore e il pubblico finale.

Sette le promotrici – tutte accomunate dalla laurea in agraria – della neo associazione, nata non senza qualche distinguo dalle Donne del Vino. Presidente Valeria Fasoli (consulente agronomica e viticola), vice presidente Clementina Palese (Accademia della Vite e del Vino, già colonna dell’Informatore Agrario), Alessandra Biondi Bartolini (ricercatrice, divulgatrice tecnica e scientifica), Costanza Fregoni (giornalista della testata VQ), Laura Passera (agronoma e consulente enologica), Giulia Tamai (consulente agronoma e ricercatrice Ager), Lorena Troccoli (consulente agronomica Ruffino). Prima uscita pubblica a Vinitaly con un progetto sull’innovazione e il paesaggio.

Donatella Cinelli Colombini alla guida delle Donne del Vino

E intanto ci sono novità anche sul fronte Donne del Vino: Donatella Cinelli Colombini è la nuova presidente dell’associazione che riunisce produttrici, enotecarie, giornaliste e comunicatrici del vino per promuovere la cultura enologica.Subentra alla campana Elena Martusciello. La sua storia vitivinicola è legata a “Casato Prime donne” di Montalcino, azienda di Brunello con personale tutto al femminile e Fattoria del Colle a Trequanda (Siena). Da sempre attiva nel settore, Cinelli Colombini ha ideato e fondato il Movimento Turismo del vino (Mtv), è stata assessore al Turismo al Comune di Siena, ed è docente di turismo e marketing nei territori del vino in diversi Master universitari. La parola-chiave del suo mandato sarà “Insieme”, un segnale di forte aggregazione per tutte le Donne del Vino.

Pubblicità