Gli aspetti storici e culturali del territorio del vino Vicentino si raccontano lungo "Le Valli del Vino e del Racconto. Terre da gustare", un nuovo progetto Piar-Access che viene presentato il 28 ottobre 2013 presso il Comune di Schio. Ecco i dettagli del progetto e i relatori della conferenza stampa.
Pubblicità

Nasce un nuovo percorso per rilanciare e valorizzare le risorse storiche, ambientali e culturali del territorio del vino Vicentino:Le Valli del Vino e del Racconto. Terre da Gustare. Questo nuovo progetto, battezzato Piar-Access (Azioni di Collegamento tra Cultura ed Economia per uno Sviluppo Sostenibile), viene presentato durante una conferenza stampa il 28 ottobre 2013, e coinvolge sedici Comuni dell’Ovest e dell’Alto Vicentino: Chiampo, Arzignano, Castelgomberto, Cornedo Vicentino, Gambellara, Isola Vicentina, Malo, Montebello Vicentino, Montecchio Maggiore, Montorso Vicentino, San Vito Leguzzano, Schio, Sovizzo, Trissino, Zermeghedo, Monteforte d’Alpone. L’obiettivo ultimo è quello di tracciare un vero itinerario immaginario che passa lungo la strada del Recioto e dei vini di Gambellara DOC e lungo la strada del vino Lessini Durello Doc, realizzando una sorta di spaccato del territorio e dello stile di vita circostante. Si punta ad incentivare l’attrattiva di queste terre, valorizzando le numerose risorse ambientali, storiche e culturali. Partendo da questi obiettivi, le finalità perseguite sono: il coinvolgimento degli operatori locali; la presentazione di un’offerta integrata territoriale che coinvolga tutti i comparti turistici; l’incremento dei flussi turistici nazionali ed internazionali nell’area; la creazione di un’identità unitaria del territorio del Piar-Access; il potenziamento della ricettività turistica e la diversificazione delle attività produttive.