Nuove aperture a Milano. I rifugi estivi del Tommy Garden e della Langosteria (III); intanto arriva Pavarotti in Galleria

15 Giu 2015, 13:05 | a cura di Livia Montagnoli

Il maestro della lirica viene omaggiato da museo e ristorante che ne ripercorrono la carriera, direttamente con vista sulla Galleria. Intanto in via Tortona apre la nuova Langosteria per l’estate, e in zona Porta Venezia tocca al Tommy Garden.

Pubblicità

Museo e Ristorante per il Maestro della lirica italiana

Tommy Garden, Langosteria Fish Bar e Pavarotti Milano Restaurant Museum. Dove siamo? A Milano, ovviamente, dove le aperture – anche quelle eccellenti – continuano a essere all’ordine del giorno. E coinvolgono nomi e marchi noti del panorama culturale italiano e internazionale. A cominciare dal Luciano Pavarotti gloria nazionale, il Maestro a cui Seven Stars Galleria dedica – in collaborazione con Pavarotti International 23 – un museo con ristorante in Galleria; al quarto piano dell’edificio, uno spazio di seicento metri quadri ospiterà sette sale e un’area lounge con store e bar, che proporrà un menu in grado di rispecchiare i gusti dell’artista lirico, omaggiato anche dall’area adibita alla musica dal vivo, per l’esibizione dei grandi della musica internazionale. Dopo la Casa-Museo aperta a Modena e inaugurata alla presenza di Nicoletta Mantovani in concomitanza con l’apertura di Expo, l’allestimento milanese si muove tra immagini di repertorio, cimeli e oggetti personali del Maestro, ma anche copertine e dischi, con le installazioni dell’artista modenese Mauro Roselli; un grande schermo proietterà le esibizioni memorabili del tenore in giro per il mondo. Il ristorante presenterà l’italianità nel piatto.

La serra urbana di Tommy Hilfiger a Porta Venezia

Ancora una volta nel centro cittadino (Porta Venezia), il Tommy Garden è la proposta per l’estate della nota maison Tommy Hilfiger: uno spazio temporary (requisito che più accomuna la maggior parte delle ultime aperture) all’aperto pensato come una serra urbana di 400 metri quadri realizzata con materiali di recupero all’interno del cortile dello store del brand americano.
Il martedì e giovedì sera (dalle 18 alle 24) lo spazio si trasforma in un bar con performance live, curato per la proposta gastronomica da Bibendum Group e Mag Cafè. Non solo drink, ma anche sfizi salati e panini.

Langosteria Fish Bar. Il villaggio gastronomico estivo

L’iperattivo Superstudio di via Tortona, invece, firma l’apertura del Langosteria Fish Bar, il terzo della serie dopo l’idea originale sviluppata nel 2007 e il Bistrot & Bottega del 2012. In questo caso parliamo di un spazio ambizioso – 1200 metri quadri! – per un temporary restaurant che si configura come villaggio gastronomico, organizzato in isole tematiche.
Ci sono i chioschi che propongono eccellenze del mare, l’Oyster Bar, la cucina espressa della casa (nella Fish Kitchen) e le proposte di terra nel chiosco gestito da Foodscovery.com. Lo spazio è stato allestito a tempo di record, resterà attivo fino al termine di Expo, e promette di diventare il ritrovo prediletto dei milanesi nelle calde serate di Expo. Da bere cocktail d’autore (di Drinkable), vini, Franciacorta e Champagne Veuve Cliquot. E poi sedie a sdraio, ombrelloni colorati, tende e chioschi, per un’atmosfera rilassata da vacanza estiva. Si acquista in fish da barattare alla cassa.

Pubblicità

Pavarotti Milano Restaurant Museum | piazza Duomo 21, Galleria Vittorio Emanuele II, Milano | www.pavarottimilano.com 
Tommy Garden | piazza Oberdan 2/a, Milano
Langosteria Fish Bar | Superstudio Più, via Tortona 27, Milano

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X