Continuano le aperture di indirizzi gastronomici sempre più interessanti e originali in una Roma in piena estate. Sulla Flaminia un negozio di design si fonde con un caffè di qualità, mentre in zona Tuscolano lo chef Stefano Preli comincia a sviluppare il suo progetto di forno, pasticceria e servizio di catering con cene private. Ecco tutti i dettagli su queste novità capitoline.
Pubblicità

Prosegue il nostro monitoraggio sui piccoli concetti gastronomici che stanno approfittando dell’estate per alzare le saracinesche o per prepararsi per una nuova stagione che, per affrontare la crisi, dovrà necessariamente essere ricca d’idee. Una recentissima apertura è quella del caffè/negozio di design 20 MQ, nato in zona Flaminio da un progetto dell’architetto Massimiliano Rubcich in società con Emanuele Vitale. Il locale si presenta come uno spazio raccolto in circa 80 metri quadri, arredati con oggetti e mobili di design provenienti da tutto il mondo. L’arredamento di 20 MQ è completamente in vendita, insieme a tavolini, utensili da cucina, posate e molto altro. L’offerta di questa singolare caffetteria copre colazione, light lunch e aperitivo. La mattina si possono gustare yogurt biologici, dolci realizzati dalla pasticceria Kosher Il Mondo di Laura, il caffè 80% arabica di Mondi e centrifughe di frutta biologica. Per il light lunch sono previsti piatti freddi, come taglieri di salumi e formaggi, preparati con prodotti selezionati da piccole realtà: l’obiettivo infatti è quello di proporre in maniera alternata delle specialità gastronomiche di piccoli produttori per ogni regione italiana. L’aperitivo segue la filosofia del pranzo, con l’aggiunta di birre artigianali, pane di Roscioli in varie tipologie e vini prevalentemente biologici. Lo spazio del locale sarà arredato anche per funzionare come zona lavoro, con delle aree dove collegare il computer e la possibilità di navigare in rete. 20 MQ è già operativo, ma l’inaugurazione ufficiale ci sarà a settembre 2013.
Un altro nuovo locale in procinto di aprire nella capitale è quello dello chef Stefano Preli, che dopo aver maturato esperienze nelle cucine di Antonello Colonna, Giuda Ballerino, Acino Brillo, Pastificio San Lorenzo e nell’Osteria Le Coq ha deciso di intraprendere un progetto personale in collaborazione con Alessandro Cardarelli. Il nuovo spazio ideato da Preli si chiama L.A.C. – Laboratorio d’Artigianato Culinario, in zona Tuscolano, e raggruppa insieme un panificio sperimentale, un servizio di catering con cene private, pasticceria con cake design e in futuro anche una scuola di cucina. Il focus principale del laboratorio ruoterà intorno all’attenzione di Preli per l’arte bianca e alla lavorazione del pane, che sarà prodotto con lievito naturale, farine macinate a pietra di differenti tipi, e anche di farro, orzo, grano saraceno, e arricchito con frutta secca come noci biologiche, semi di girasole o pistacchi. La produzione comprenderà anche focacce, pizze, grissini e panini per hamburger, anche aromatizzati con spezie come il curry. È tutto ancora in via di sviluppo, come la scelta definitiva dei fornitori, ma l’obiettivo è quello di creare un prodotto genuino e artigianale mantenendo originalità. Per quanto riguarda le cene private, Preli manterrà il suo stile nella realizzazione dei piatti, portando avanti una linea tradizionale ma ricercata. La parte del cake design sarà curata da Claudia Pigliautile, che è specializzata nella modellazione della pasta da zucchero e nella realizzazione della carrot cake. Tutta la linea della pasticceria seguirà un filone anglo-americano, con cupcakes, cookies, muffins, cheesecake, senza dimenticare classici dolci da forno. Un progetto che è ancora work in progress, ma che conta di aprire entro fine settembre per regalare belle sorprese.
Passando a parlare esclusivamente del reparto beverage, ha aperto recentemente anche una nuova enoteca in zona San Giovanni: UnoeVino. Il locale è un progetto di due appassionati enologi con esperienza nel settore: Alessandro Spazianiha lavorato all’Enoteca Trimani e da Roscioli, e Jovica Todorovicha lavorato parecchio tempo sempre all’Enoteca Trimani. UnoeVino tratta circa 250 etichette prevalentemente italiane, con un’attenzione particolare verso la Borgogna e la Germania per quanto riguarda i vini bianchi. Per ora il locale propone solamente vino, spumante e champagne, ma in futuro avrà in vendita anche super alcolici di qualità. L’enoteca cercherà di dare spazio a realtà di nicchia e piccoli produttori, prendendo in considerazione anche vini naturali.
20 MQ | Via Flaminia 314\C, 00196 | Roma | aperto dalle 9 alle 21 | Tel. 06.31052302 | http://www.20mq.com/

L.A.C. | Via Assisi 4/a-4/b 00186 | Roma | apertura prevista per fine settembre

UnoeVino | Via Gallia 44 | Roma | aperti dal lunedi al sabato dalle 10-14/16-19 | +39 3338044771

Pubblicità