Dal 31 maggio al 2 giugno talent chef e contadini visionari incontreranno il pubblico nei giardini della reggia nominata dall'Unesco Patrimonio Mondiale del'Umanità per una tre giorni dedicata alla riscoperta dell'agricoltura sostenibile.
Pubblicità

“Dagli Orti Reali, all’orto reale… con Gusto!”: è con questo slogan che si presenta la prima edizione di Ortinfestival, la rassegna dedicata all’agricoltura sostenibile e alla riscoperta dei prodotti della terra. In programma dal 31 maggio al 2 giugno, si svolgerà presso i grandi giardini della Reggia di Venaria, a Torino, che sono stati recentemente ristrutturati con un occhio attento al design e hanno visto l’introduzione di piante rare provenienti da ogni parte del mondo. Durante la tre giorni green i protagonisti saranno gli orti e coloro che se ne occupano, dai contadini, quindi, agli chef che ogni giorno trasformano prodotti stagionali e a Km Zero. Uno spazio di circa 10 ettari, che nell’Ottocento ospitava l’Azienda Agricola della Real Casa, e dove oggi è riproposto il Potager Royal, realizzato secondo i principi dell’Agro-ecologia in cui si incontrano migliori frutti della terra e le più innovative esperienze ispirate da un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e dal design, per un’alimentazione sana, gustosa, creativa e sostenibile, attenta alla salute, sensibile alla salvaguardia delle risorse idriche ed energetiche.
Anticipando di un anno i temi dell’Expo 2015 di Milano, Ortinfestival, ha chiamato a raccolta circa duecento realtà tra espositori, ospiti e relatori. Si tratta di agricoltori del nuovo millennio, chef, botanici e naturalisti, architetti paesaggisti e giovani designer, artisti e creativi che racconteranno le proprie esperienze di ritorno alla terra. Da Sergio Maria Teutonico e Riccardo Ferrero del Marchesino alla Scala di Gualtiero marchesi a Carlo Cracco, la lista degli ospiti è lunga e variegata. Oltre a dimostrazioni di cucina, infatti, sono previsti anche gli interventi di esperti botanici e nutrizionisti, per una full immersion nel mondo dell’agricoltura sostenibile e di come questa possa sposarsi con le moderne tecniche di coltivazione e creare una sinergia con la disposizione degli spazi in modo da ottimizzare le coltivazioni nella necessità di risparmiare le risorse necessarie a mantenerle, prima tra tutte, l’acqua per l’irrigazione.
Ma Ortinfestival avrà anche un carattere internazionale, la prima edizione vedrà la presenza del Perù come paese ospite. I prodotti che caratterizzano la cucina tipica del paese del Sud America, come le tecniche di preparazione e coltivazione, si incontreranno con quelle nostrane offrendo così la possibilità al pubblico di sperimentare potenziali abbinamenti e spunti di riflessione sull’impiego di materie d’oltreoceano nella cucina quotidiana.
Patrocinato da Expo 2015, dal Comitato Scientifico dell’Expo 2015 e dal Gruppo Italiano della Stampa Turistica GIST, Ortinfestival è un evento realizzato dalla Reggia di Venaria e curato da Vittorio Castellani, meglio conosciuto come Chef Kumalé.

Ortinfestival | 31 maggio – 2 giugno | Reggia di Venaria, Torino | www.ortinfestival.it