Sta per concludersi il tour per la Penisola di Pizza&Chiaretto, ma prima restano le ultime tre date in calendario. Maggio si apre con Ciro Salvo e la pizza di 50 Kalò, poi toccherà a Montegrigna by Tric Trac, e infine a Roma chiuderà i giochi Edoardo Papa, patron di In Fucina. 

Pubblicità

Se ancora non avete scoperto quanto l’abbinamento tra pizza e Chiaretto possa funzionare a tavola, il mese di maggio è l’ultima buona occasione per farlo, partecipando all’iniziativa promossa dal Gambero Rosso in collaborazione con il Consorzio di Tutela Vino Bardolino Doc. Proprio dalle terre del Bardolino, non distanti dal lago di Garda, a cavallo tra Lombardia, Veneto e Trentino, arriva il vino in degustazione durante le serate speciali organizzate presso alcune delle migliori pizzerie d’Italia, quelle premiate con i Tre Spicchi per qualità degli impasti e originalità della proposta. Dopo un tour che ha toccato il Nord e il Sud della Penisola, Pizza&Chiaretto si appresta a concludersi con tre date concentrate nella prima metà di maggio, a Napoli, Roma e Legnano. Protagoniste in tavola le pizze di tre maestri pizzaioli d’eccellenza, che incontreranno per una sera etichette selezionate di Bardolino rosé, il Chiaretto: nel calice note agrumate e grande freschezza, caratteristiche ideali per esaltare una pizza di qualità e gli ingredienti che la farciscono.  Il 2 maggio, il mese dell’iniziativa si apre a Napoli, dove gli ospiti di Pizza&Chiaretto siederanno alla tavola di uno dei più celebri e apprezzati pizzaioli in città: Ciro Salvo. La serata, infatti, sarà ospitata da 50 Kalò, e prenderà una piega piuttosto insolita rispetto alle dinamiche prefigurate dai precedenti appuntamenti; in luogo del consueto menu degustazione, Salvo ha deciso di lasciare carta bianca ai commensali, garantendo loro di scegliere in carta la pizza più vicina ai propri gusti. L’abbinamento con il Chiaretto si concretizzerà come di consueto, sposando la scelta di ciascun ospite. E per i più indecisi è il padrone di casa in persona a dispensare qualche utile suggerimento, indicando alcune delle proposte più significative in menu:

Pizza 50 kalò: Marinara con scarole

Pomodorini datterini campani, scarole cotte a vapore, aglio dell’Ufita, olive nere taggiasche, capperi di Salina azienda agrobiologica Salvatore D’Amico, olio extravergine d’oliva Dop colline salernitane

Pubblicità

***

Pizza dell’alleanza – Progetto “Alleanza Slow Food dei Cuochi

Latte di Agerola, lardo di colonnata Igp, cipolle ramate di Montoro, conciato romano 6 mesi stagionatura, olio extra vergine Dop Cilento

***

Pubblicità

Pizza carciofi e capocollo

Carciofi (del Cilento arrostiti sott’olio realizzati a mano con ricetta ad hoc per Ciro Salvo), capocollo di Martina Franca

***

Pizza margherita e la Nduja artigianale

 

Il 5 maggio si risale l’Italia verso nord, per raggiungere la tavola di Montegrigna by Tric Trac. L’insegna di Legnano, a venti chilometri da Milano, tiene alto il nome della pizza napoletana nel cuore della Lombardia, a una latitudine piuttosto inconsueta, e inaspettata. E invece, Bruno De Rosa ha saputo conquistare anno dopo anno il riconoscimento dei Tre Spicchi, con ben 25 impasti diversi, moltissime proposte in carta e un’attenta selezione degli ingredienti, che farciscono pizze classiche e varianti di grande originalità. Anche in questo caso sarà l’abbinamento con un buon calice di Chiaretto (Chiaretto di Zeni 1870 e Le Vigne di San Pietro) a chiudere il cerchio.

La data conclusiva del tour, però, sposterà di nuovo l’asse verso sud, fermandosi a Roma. A rappresentare i pizzaioli della Capitale ci saranno le proposte di Edoardo Papa, patron di In Fucina, il ristorante che ama la pizza. Per la cena del 10 maggio, Papa ha ideato un menu degustazione di pizze d’autore, per valorizzare l’eccellenza delle materie prime che solitamente arricchiscono le proposte in carta; e prima della pizza gli ospiti proveranno gli originali antipasti della casa:

Tagliata di tonno di paranza con olive di Taggia, capperi di Salina, pomodorini “piennolo” vesuviano DOP e pinoli di Fregene
***

Seppie di paranza con pisellini primavera e guanciale di cinta senese bio

***

Napoletana con acciughe di Cetara

***

Margherita al Rum Jamaica riserva 2000

***

Lombetto di cinta senese bio con agretti e burrata artigianale pugliese

***

Crema pasticcera con datterini confit, pistacchi di Bronte Slow Food e julienne di basilico

 

(abbinamento con Chiaretto della cantina Guerreri Guizzardi e della cantina Vigneti Villabella)

 

Prenotazioni dirette ai recapiti delle pizzerie coinvolte.

 

50 Kalò | Napoli | piazza Sannazzaro, 201 | tel.  0811 9204667 | [email protected] | www.50kalo.it

Montegrigna by Tric Trac | Legnano (MI) | via Grigna, 12 | tel.  0331 546173 | [email protected]

In Fucina | Roma | via Giuseppe Lunati, 25 | tel. 06 5593368 |[email protected]