Sono già aperte le iscrizioni per la competizione ideata da S.Pellegrino, che incoronerà il talento degli chef under 30. La competizione si protrarrà per diversi mesi, con una prima scrematura che ridurrà i partecipanti a dieci semifinalisti per area geografica (venti quelle individuate), la creaione di un signature dish e la selezione dei 20 finalisti, che in coppia con giovani fashion designer si presenteranno all’appuntamento finale dal 25 al 27 giugno per essere giudicati da alcuni grandi chef internazionali. Requisito indispensabile: aver lavorato almeno un anno full time presso uno o più ristoranti.
Pubblicità

Non c’è guida o premio che non confermi l’enorme potenziale dei giovani talenti in cucina, sottolineando la voglia di rinnovamento che contraddistingue il mondo della ristorazione. Così negli ultimi tempi è stata la volta di Matteo Metullio – chef Emergente 2014 nella competizione ideata da Luigi Cremona – ma abbiamo visto premiato anche l’impegno del giovane team delle Tre Lune di Calenzano (con il riconoscimento della Guida L’Espresso 2015 e la prima stella Michelin) o due freschi rappresentanti della ristorazione romana come Marco Martini e Lele Usai, che entrano nel club degli stellati. Da poche ore la guida Pasticceri&Pasticcerie 2015 del Gambero Rosso ha incoronato il ventiduenne Davide Verga pasticcere emergente e c’è attesa per scoprire chi si aggiudicherà il premio Chef emergente (l’anno scorso conquistato da Alba Esteve Ruiz) nell’edizione 2015 della guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso. Insomma, spazio alle nuove leve.
Così anche S.Pellegrino ha avviato un talent scouting internazionale che premierà il miglior giovane chef dell’anno scelto in occasione dell’Expo da una giuria di esperti da tutto il mondo. Il nome sarà svelato solo a giugno, ma intanto sono aperte le iscrizioni, che dovranno pervenire entro il 15 dicembre. Il concorso è aperto a tutti gli chef maggiorenni e under 30 (limite ultimo per candidarsi) che abbiano maturato almeno un anno di esperienza full time presso uno o più ristoranti come chef de cuisine, chef de partie o sous chef e mostrino di conoscere le basi dell’inglese.
Sono già state individuate venti aree geografiche, per ognuna della quali (entro il 15 gennaio) l’ALMA sceglierà un massimo di dieci semifinalisti; poi ai partecipanti spetterà mostrare il proprio talento realizzando un signature dish per la giuria locale, che scremerà ulteriormente, assegnando la vittoria a un solo finalista ( la semifinale italiana si svolgerà in occasione del congresso di cucina Identità Golose all’inizio di febbraio).
Durante il mese di marzo Vogue Italia sarà chiamata a presentare venti giovani fashion designer che fino all’appuntamento conclusivo di giugno lavoreranno in coppia con i venti finalisti per ideare una creazione di moda che rappresenti il signature dish e possa completarne la presentazione alla giuria di top chef internazionali che dal 25 al 27 giugno eleggeranno il S.Pellegrino Young Chef 2015. Ma anche la miglior coppia chef/designer sarà premiata da una giuria di esperti.
Cinque i parametri decisivi che indirizzeranno la scelta: ingredienti selezionati in funzione di qualità, freschezza e unicità, la capacità di trasformarli mantenendone intatta l’essenza, il genio in cucina – espressione di uno stile personale e contemporaneo – la presentazione del piatto, la capacità di comunicare un messaggio coerente con la propria visione gastronomica. I giochi sono aperti.

Il regolamento è consultabile su www.finedininglovers.it. C’è tempo fino al 15 dicembre per presentare la propria candidatura