Sulla rotta delle spezie a Torino: cannella, zafferano e cardamomo nella mostra fotografica del Mao

3 Giu 2015, 08:30 | a cura di Gambero Rosso

Dal 30 maggio al 27 settembre 2015, al Museo di Arte Orientale di Torino sono in mostra le foto degli artisti del National Geographic Italia che ritraggono l’affascinante universo delle spezie.

Pubblicità

La via marittima delle spezie

Con questa mostra vogliamo portare il visitatore a vedere i colori e sentire gli odori delle spezie, vogliamo farlo sentire più vicino a quei mondi, così Marco Biscione, direttore del Mao – Museo d’Arte Orientale di Torino, commenta la mostra da poco inaugurata che ha come tema le spezie. Dall’Asia all’Africa, 73 scatti dei fotografi del National Geographic Italia ripercorrono quella rotta che un tempo era la via Marittima dall'Europa all'India, fino alle Molucche (Indonesia), dette appunto Isole delle spezie.
Il percorso illustra le varie tappe delle vie marittime dove i mercanti vendevano, scambiavano, ricercavano gli aromi più pregiati. Le immagini non mostrano solo campi di sesamo o piantagioni di cacao ma la vita che si cela dietro queste colture e culture. Donne e uomini che hanno dedicato la loro esistenza alle spezie con i volti solcati dalla fatica sono i soggetti principali di molti scatti.
Sulla rotta delle spezie si sono incontrate culture e religioni diverse, ha portato noi europei a scoprire cose per cui si sono anche combattute guerre, come lo zafferano e la noce moscata”, racconta Marco Cattaneo, direttore del National Geographic Italia, che definisce la mostra “il racconto di una storia millenaria”.

Il mercato delle spezie nel cluster di Expo 2015

Il mercato delle spezie è in continua crescita, come mostra anche l’omonimo cluster “Sulla rotta delle spezie” di Expo 2015, cui hanno partecipato Afghanistan, Brunei Darussalam, Repubblica Unita della Tanzania e Vanuatu presentando le loro spezie nei vari stand.
Cannella, zafferano, chiodi di garofano, noce moscata e tante altre le specialità raffigurate. Quale modo migliore per rendere omaggio alla biodiversità alimentare e culturale nell’anno di Expo di una mostra fotografica legata al tema delle esplorazioni? Ecco perché il National Geographic. Perché nessuno meglio di viaggiatori professionisti come questi artisti avrebbe saputo cogliere la bellezza del mondo esotico e di chi lo popola.
La mostra è inoltre arricchita da mappe e installazioni, fra cui una che evoca il Suq. Foto che ritraggono la vita, il lavoro, la bellezza assoluta della natura; mai come in questo caso arte e sapori si fondono in un risultato sorprendente.

a cura di Michela Becchi

Pubblicità

Tra i fotografi: Steve Winter, Joel Sartore, Steve Raymer, Pascal Maitre, Mark Moffett, John Stanmeyer, Beverly Joubert, David Evans, Jim Richardson, Tim Laman, Steve McCurry, Bruce Dale, George F. Mobley, Winfield Parks, George Steinmetz, James L. Stanfield, Paul Chesley, Michael Fay, Michael S. Yamashita, Michael Melford

Orari: dal martedì al venerdì 10,00-18,00; sabato 11,00-20,00; domenica 11,00-19,00.
Giorno di chiusura: lunedì.
Prezzo biglietto intero: € 10,00.
Prezzo biglietto ridotto: € 8,00.

Sulla rotta delle spezie. Terre, popoli, conquiste | Mao, Via San Domenico 11, Torino | dal 30 maggio al 27 settembre 2015 | tel. 011 443 6927 | www.maotorino.it/

Pubblicità

 

 

cross
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram