Risotto al tartufo

In sintesi

Difficoltà: Facile
Totale: 40 minPreparazione: 10 minCottura: 30 min
Portata: Primi
Ricetta di: Riso
Piatto regionale: Piemonte

Il consiglio

Il risotto al tartufo, per la semplicità degli ingredienti di cui è composto, richiede che questi ultimi siano di ottima qualità e quindi: burro freschissimo e niente brodo fatto con i dadi.

Preparazione

Scaldate la metà del burro in una casseruola e fate appassire, a fuoco dolcissimo, la cipolla tritata finissima.

La cipolla deve cuocere bene senza tuttavia prendere colore quindi dovrà rosolare per una ventina di minuti e, durante questo tempo, se necessario aggiungete un cucchiaio o due di brodo.

Quando il soffritto è pronto unitevi il riso, rialzate un po’ la fiamma e fatelo tostare per un paio di minuti mescolando continuamente.

Appena il riso avrà assorbito il condimento diventando lucido e trasparente, bagnatelo con il vino e, una volta sfumato, cominciate ad aggiungere il brodo bollente, un mestolo alla volta e sempre mescolando.

Via via che viene assorbito aggiungete altro brodo e ritirate il risotto dal fuoco quando è ancora molto al dente e abbastanza fluido.

Mantecatelo con il resto del burro, la crema di latte e il parmigiano.

Coprite la casseruola con un panno (eviterà la condensa di vapore inevitabile con il coperchio) e lasciate riposare il riso per qualche minuto prima di versarlo nel piatto da portata.

Servitelo caldissimo abbondantemente cosparso con lamelle di tartufo.

Il consiglio

Il risotto al tartufo, per la semplicità degli ingredienti di cui è composto, richiede che questi ultimi siano di ottima qualità e quindi: burro freschissimo e niente brodo fatto con i dadi.
  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X